Grido

Film 2006 | Documentario 75 min.

Anno2006
GenereDocumentario
ProduzioneItalia
Durata75 minuti
Regia diPippo Delbono
Uscitavenerdì 20 ottobre 2006
TagDa vedere 2006
MYmonetro 3,22 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Pippo Delbono. Un film Da vedere 2006 Genere Documentario - Italia, 2006, durata 75 minuti. Uscita cinema venerdì 20 ottobre 2006 - MYmonetro 3,22 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Grido tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La storia vera dell'attore e regista Pippo Delbono. L'autore racconta gli anni di abusi che gli hanno causato una malattia incurabile, quella della mente, e la sua lotta per salvarsi. In Italia al Box Office Grido ha incassato 1,5 mila euro .

Consigliato sì!
3,22/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,00
PUBBLICO 3,67
CONSIGLIATO SÌ
Un documentario forte, narrato dalle scene di un teatro.
Recensione di Tirza Bonifazi
giovedì 19 ottobre 2006
Recensione di Tirza Bonifazi
giovedì 19 ottobre 2006

Pippo faceva economia e commercio all'università; la madre gli diceva che doveva trovare un lavoro vero e una bella ragazza come tutte le persone normali. Pippo non desiderava la vita noiosa, di routine, che i genitori volevano imporgli, così entra nell'aeronautica militare ma capisce che anche lì le regole non fanno per lui. La libertà la trova sulla scena, perché lo scricchiolio del palco è vero, le voci alterate dall'ampio spazio del teatro tornano indietro come echi leggeri, non sono mai spaventevoli, ma accarezzano l'udito, ti rendono sicuro di te.
Questa è la vera storia di Pippo Delbono, attore e regista (Grido è il suo secondo lavoro cinematografico) che per il teatro ha scelto di "tradire" l'amico Vittorio, al quale dedica il film. Metà piéce e metà documentario, Grido racconta per voce dello stesso autore gli anni di abusi che gli hanno causato una malattia incurabile, quella della mente. Ma l'attore non si è dato per vinto e ha trovato la salvezza attraverso un uomo ridotto in uno stato peggiore del suo, un "pazzo" rinchiuso in manicomio vero ad Aversa, Napoli, fino al giorno in cui alla fine degli anni '90 è stato finalmente liberato. Da allora Bobò vive con Delbono ed è protagonista di sei spettacoli del regista, e quando il pubblico applaude lui torna in scena per prendersi l'affetto perduto. Il grido è quello che non uscirà mai dalla sua bocca (Bobò è sordomuto); è il grido dei reietti, degli emarginati, ai quali basterebbe "l'abbraccio adulto in un silenzio scenico visibile", come canta Paolo Conte nel brano che scorre sui titoli di coda.

Sei d'accordo con Tirza Bonifazi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Film no budget in forma di journal intime dove - in assenza di un vero filo narrativo, sostituito dalle associazioni di idee o di immagini - Delbono disegna il proprio autoritratto di teatrante, coerentemente teso tra ricerca del nuovo, impegno sociale, compassione per i sofferenti di ogni tipo. Si passa dalla Liguria dell'infanzia al rifiuto di una normalità borghese (lavoro, famiglia, legge, ordine) e all'incontro con Bobò, sordomuto uscito dall'ospedale psichiatrico di Aversa (CE). È un monologo a cuore aperto. Pluriprodotto, tra gli altri, dallo stesso Delbono, Marco Müller, Teatri Uniti con l'appoggio della Provincia Autonoma di Trento. Distribuito da Mikado, difficile da reperire.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

GRIDO disponibile in DVD o BluRay

DVD

BLU-RAY
€10,99
€10,99
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lea Tommasi
Il Mucchio

Pippo Delbono fa anche il regista. Grido è il suo secondo lungometraggio, uscito dopo due anni di lavorazione e a tre di distanza da Guerra. E un film sul teatro, sulla vita dell'autore e delle persone che per lui contano e hanno contato. Un primo, o primissimo piano, della sua faccia, del suo sentire, del suo amare. Ed è grazie ai primi piani che l teatro può essere mostrato in modo inedito.

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Un omone grande e grosso gira Napoli su una vecchia Lambretta con un omino piccolo piccolo seduto dietro. L'omone si chiama Pippo Delbono, l'omino solo Bobò. Perché è sordomuto ed è stato 50 anni nel manicomio di Aversa, da cui è uscito quando Delbono lo ha portato a vivere e a fare teatro con sé. Di Bobò non sapremo altro, né forse sarebbe possibile, ma che conta sapere ? Conta che Delbono lo ha salvato, [...] Vai alla recensione »

Rosella Bettinardi
Il Riformista

Grido, che sarà proiettato in anteprima alla Festa del cinema di Roma lunedì 16 ottobre è un film a cui Pippo Delbono ha dedicato molti anni della sua vita. O meglio, è Un ~O' la storia della sua vita. Per chi non conosce il lavoro teatrale di Pippo Delbono sarà una scoperta, per chi lo conosce anche. Certo, nel film si ritrova tutto: gli attori della compagnia (Bobò, Gianluca, Nelson, Gustavo, Pepe, [...] Vai alla recensione »

Isabelle Regnier
Le Monde

"Grido" : autobiographie du metteur en scène caméra au poing Célébré dans le monde entier pour ses mises en scène de théâtre, Pippo Delbonno est nettement moins connu comme cinéaste. Il faut dire qu'il a réalisé seulement trois longs métrages (qui seront montrés à Avignon cet été, puis au Festival de Locarno). Et que les formes qu'il adopte pour ceux-ci n'ont rien de spectaculaire.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati