Tanguy

Film 2001 | Commedia +16 110 min.

Anno2001
GenereCommedia
ProduzioneFrancia
Durata110 minuti
Regia diÉtienne Chatiliez
AttoriSabine Azéma, André Dussollier, Eric Berger .
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +16
MYmonetro 3,09 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Étienne Chatiliez. Un film con Sabine Azéma, André Dussollier, Eric Berger. Genere Commedia - Francia, 2001, durata 110 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 3,09 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Tanguy tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Tanguy è il nome del figlio ventottenne di una coppia: intellettualmente dotato, ma anche affascinante, ha un solo problema: non intende andarsene da casa.

Tanguy è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,09/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,59
CONSIGLIATO SÌ
E se tuo figlio non se ne vuole proprio andare?
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

Tanguy è il nome del figlio ventottenne di una coppia. Intellettualmente dotato (Normale Superiore, master in filosofia e in giapponese e con una tesi in cinese in corso di stesura) ma anche affascinante (i genitori hanno perso il conto delle sue conquiste femminili). Con un solo problema: non intende andarsene da casa. Il suo interesse per la lingua cinese sembra però aprirgli nuovi orizzonti: partirà per stabilirsi a Pechino. Quando arriva il contrordine (con un rinvio della partenza di almeno un anno) sua madre, Edith, esplode. Non sopporta più la presenza del figlio in casa e, anche se avverte del rimorso per i sentimenti che prova, decide di forzare i tempi. In accordo con il coniuge mette in atto tutte le strategie possibili per far sì che il ragazzo si senta a disagio nella vita familiare. L'obiettivo verrà raggiunto? Commedia forse non perfetta e con qualche compiacimento di troppo. Sicuramente però ha trovato un bersaglio più che mai adatto alla satira che viene condotta grazie a un terzetto di attori in sintonia. Il tutto raccontato con il giusto tasso di acidità.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Daniela Azzola

Quante madri dicono al loro piccolino: «Sei l'amore della mamma. Se vuoi, potrai restare con me per sempre». E se, una volta cresciuto, il pargolo le prendesse alla lettera? è quanto accade ad Edith e, di conseguenza, a suo marito Paul nel graffiante e divertente Tanguy di Etienne Chatillez. Tanguy è il nome del loro figlio ventottenne. Intellettualmente dotato (Normale Superiore, master in filosofia e in giapponese e con una tesi in cinese in corso di stesura) ma anche affascinante (i genitori hanno perso il conto delle sue conquiste femminili). Con un solo problema: non intende andarsene da casa. Il suo interesse per la lingua cinese sembra però aprirgli nuovi orizzonti: partirà per stabilirsi a Pechino. Quando arriva il contrordine (con un rinvio della partenza di almeno un anno) sua madre, Edith, esplode. Non sopporta più la presenza del figlio in casa e, anche se avverte del rimorso per i sentimenti che prova, decide di forzare i tempi. In accordo con il coniuge mette in atto tutte le strategie possibili per far sì che il ragazzo si senta a disagio nella vita familiare. L'obiettivo verrà raggiunto? André Dussolllier e Sabine Azéma conducono con grande abilità e leggerezza il gioco indossando i panni dei due genitori. La famiglia è di estrazione borghese e facoltosa ma il problema non si pone solo a livello di classi sociali elevate. Etienne Chatillez lo sa e decide di giocare con gli spettatori che condividono questa situazione. Uno di loro ha scritto a un magazine francese in Internet: «Film geniale ma stressante quando uno vive con i suoi, ha 25 anni e dovrà restare con loro per almeno altri due. Non vedrò più i miei genitori con gli stessi occhi di prima». Esagera un po' ma è certo che il film, che in Francia ha ottenuto il successo da parte del pubblico e buone recensioni, tocca un punto debole della famiglia così come si sta configurando nella nostra civiltà. Lo fa con il sorriso sulle labbra ma anche con un po' di acido corrosivo.

Sei d'accordo con Daniela Azzola?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

A 28 anni Tanguy Guetz ha molte qualità: intelligente, studioso (master in filosofia, sa a menadito il giapponese, prepara una tesi in letteratura cinese), simpatico, donnaiolo. E una passione: i genitori con cui vive. Pur amandolo teneramente, Edith e Paul non lo sopportano più e per farlo sloggiare decidono di disgustarlo, ingegnandosi a rendergli sgradevole la convivenza. Il 4° film di Chatiliez è una commedia di situazione fondata sull'iperbole. Parte da dati realistici (sociali: una generazione di figli adulti che non lasciano la famiglia; psicologici: l'ambivalenza dell'amore filiale e parentale) e li enfatizza sino al paradosso e al grottesco. Scritta ingegnosamente da Laurent Chouchan e dal regista che tiene in equilibrio dialoghi spiritosi, invenzioni registiche, simpatia per i personaggi (anche per Tanguy, nonostante tutto) e ingegneria dell'intreccio. Azéma e Dussollier recitano a briglia sciolta, ma stavolta è il secondo che merita la lode.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
TANGUY
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD

-
-
-
-
CHILI
-
-
TheFilmClub
-
-
iTunes
-
-
-
-
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 13 giugno 2017
Great Steven

 TANGUY (FR, 2001) diretto da éTIENNE CHATILIEZ. Interpretato da SABINE AZéMA, ANDRé DUSSOLLIER, ERIC BERGER, HéLèNE DUC, AURORE CLéMENT, ANDRè WILMS, JEAN-PAUL ROUVE A ventott’anni Tanguy Guetz è un giovane estremamente brillante e intelligente: due lauree, una tesi in preparazione sulla filosofia cinese, sa a manetta il giapponese, [...] Vai alla recensione »

martedì 31 maggio 2011
BloodyDreadnought

Molto divertente

mercoledì 13 giugno 2012
ersie

Spettacolare, davvero ben fatto! :)

lunedì 27 febbraio 2012
opidum

la recensisco oggi perchè con gli oscar a The Artist mi è venuto in mente l'ultimo film francese che ho visto al cinema. non che mi ricordi molto ma all'epoca pensai" ma questa porcata farebbe ridere??" il  cinema francese non fa per me troppo snob e troppo finti intelettuali e non fanno ridere

Frasi
una volta che la chiami mamma resta mamma tutta la vita
Tanguy Guetz (Eric Berger)
dal film Tanguy
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Per molti decenni i figli non vedevano l'ora di emanciparsi dalla convivenza con i genitori; oggi non vogliono più lasciare il domicilio di mamma e papà. È un dato statistico di cui c'informano, da un bel po', i settimanali; e Chatiliez, che fino dal suo debutto ( La vita è un lungo fiume tranquillo) è attento a cogliere l'aria del tempo per friggerla in divertenti commedie di costume, ha pensato di [...] Vai alla recensione »

Enrico Magrelli
Film TV

La nascita di un figlio è una Rivoluzione e Paul ed Edith Guetz, estasiati al loro esordio come genitori, vorrebbero che il pargolo rimanesse con loro per tutta la vita. Tanguy, intorno ai trent'anni, brillante, diligente, consulente del ministro, master in filosofia, con un giapponese fluente, una tesi di cinese da consegnare e un futuro impiego a Pechino, li prende alla lettera e vuole battere Proust, [...] Vai alla recensione »

Silvio Danese
Quotidiano.net

L'armonia familiare di una ricca coppia borghese parigina, orgogliosa del figlio sinologo, s'incrina quando il ragazzo accusa la sindrome dell'eterno studente, sotto la quale c'è la malattia del mantenuto permanente. Peggio: Tanguy sta così bene nell'accogliente casa di mammà e papà, che è disposto alla guerra legale. La peripezia grottesca semina episodi divertenti per la prima metà del film, a colpi [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Sullo spunto di un soggetto ispirato a un fatto di cronaca italiano, con Tanguy il regista Etienne Chatiliez (quello di La vita è un lungo fiume tranquillo) ha scritto e diretto un film divertente che si impone nel contempo come una lezione sull´arte della commedia. Avendo avuto Molière, i francesi fanno tesoro ancora oggi di quel suo modo di assumere un tema sociale serio (l´avarizia, la malattia [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati