Quattro mosche di velluto grigio

Film 1971 | Giallo 105 min.

Regia di Dario Argento. Un film con Mimsy Farmer, Michael Brandon, Aldo Bufi Landi, Jean-Pierre Marielle, Oreste Lionello. Cast completo Genere Giallo - Italia, 1971, durata 105 minuti. - MYmonetro 3,15 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Quattro mosche di velluto grigio tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Alla ricerca di un assassino vendicativo che prende di mira un ragazzo che ha ucciso per legittima difesa.

Quattro mosche di velluto grigio è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,15/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,47
CONSIGLIATO SÌ
Per legittima difesa.

Roberto Tobias è un musicista che da qualche tempo è vittima di pedinamento. Una sera, trovandosi faccia a faccia con l'ignoto persecutore, lo affronta e nella colluttazione che ne segue lo pugnala a morte. Ma qualcuno ha assistito alla scena e ha fotografato Tobias. Il musicista, terrorizzato, si confida con la moglie Nina e con un amico filosofo, "Dio", che lo indirizza a un investigatore privato.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dopo aver ucciso involontariamente uno sconosciuto, giovane batterista è perseguitato da un misterioso testimone. L'assassinio di una cameriera lo induce a rivolgersi a un investigatore privato. Gli omicidi continuano. 3° film di D. Argento, è "un repertorio di ‘numeri’ e di facce dove, accanto ai rituali del massacro e della menzogna, si snodano anche quelli del lazzo e del ridicolo" (R. Pugliese). Sempre più incurante della logica e della verosimiglianza narrativa, il giovane regista compiace al proprio talento visionario come un alcolista alla sua sete. Curiosi i contributi di M. Fabbri, B. Spencer e S. Satta Flores.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
QUATTRO MOSCHE DI VELLUTO GRIGIO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 22 settembre 2012
ralphscott

Come nel suo gioiello d'esordio,anche qui Argento ci mette subito davanti ad una sequenza fuorviante,dove addirittura la morte é simulata. La narrazione procede celando il colpevole ed in parte l'atto criminoso stesso. La suspence nasce dal clima,dal non visto e dal ricorso ad un montaggio innovativo. Magistrale in questo caso l'omicidio della colf che,improvvisamente,si trova isolata [...] Vai alla recensione »

venerdì 4 gennaio 2013
miguel

4 mosche di velluto grigio è uno dei film meno conosciuti di Dario argento in primis per via di rarissimi passaggi televisivi avvenuti negli anni '80 e primi anni '90 e per essere rimasto inedito a livello di distribuzione in videoteche e in dvd se non recentemente. Detto questo il film che chiude la trilogia dedicata agli"animali" è a mio avviso una delle opere più inquietanti e disturbanti del regista [...] Vai alla recensione »

sabato 28 agosto 2010
Carly

Ultimo della trilogia Zoologica( o degli animali), Se "l'uccello dalle piume di Cristallo" è stato un vero e proprio classico giallo all'italiana, "Il gatto a nove code" più poliziesco in stile americana, di certo "le Quattro mosche di velluto grigio", si vede una cosa ancora più differente; un giallo con una leggera comicità&n [...] Vai alla recensione »

martedì 3 novembre 2015
blowup

Sarà il tempo che passa (per certi film più che per altri, a dire il vero). Ma ho trovato questo film davvero deboluccio. Sia nella trama, sia nella recitazione. Lo spettatore deve lavorare molto di fantasia per riempire i buchi e molto di empatia per accettare la inverosimilità delle situazioni. Insomma, come si dice per le commedie che il miglior ingrediente per ridere è [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 maggio 2012
brando fioravanti

Solito giallo alla Dario Argento con lunghe scene di suspance e storie che tendono all'inverosimile. Personaggi un pò più dettagliati. La presensa di Bud spencer è gradevole ed è un buon diversivo al film che tende ad annoiare. L'investigatore privato muore con il sorriso perchè a risolto il suo primo caso.

mercoledì 14 ottobre 2015
blowup

Sarà il tempo che passa (per certi film più che per altri, a dire il vero). Ma ho trovato questo film davvero deboluccio. Sia nella trama, sia nella recitazione. Lo spettatore deve lavorare molto di fantasia per riempire i buchi e molto di empatia per accettare la inverosimilità delle situazioni. Insomma, come si dice per le commedie che il miglior ingrediente per ridere è [...] Vai alla recensione »

lunedì 25 maggio 2015
Barolo

A questo film sono particolarmente legato,era il 1971 quando l'ho visto al cinema Augusteo di Napoli, la prima volta,avevo 14 anni e rimasi affascinato da questo giallo assolutamente originale per l'epoca.Tratteggiatto da musiche eccellenti di Morricone, rappresenta insieme a Profondo rosso ma più di questo, la vetta massima raggiunta dal regista prima di virare verso forme espressive [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 novembre 2017
IuriV

  Non avevo mai visto 4 Mosche Di Velluto Grigio finora e, dopo aver colmato questa lacuna, posso dire di esserne rimasto affascinato. Dario Argento, in questa sua terza opera, si dimostra regista dal grande occhio, ma soprattutto, autore in grado di sperimentare. La trama, come spesso capita all'Argento del primo periodo giallo, risulta un po' raffazzonata, piena com'è [...] Vai alla recensione »

domenica 31 ottobre 2010
AlanWake

3 film di Argento. Riuscito all'80%, qualcosa in più si poteva fare. Gli attori forse troppo emotivi, ma la sceneggiatura è buonissima, e gli attori sono coinvolgenti. Parti di comicità qua e là. L'assassino si capisce solo a 20 minuti dalla fine per quanto mi riguarda. La vicenda dell'uomo mascherato da pupazzo per me è una genialata.

domenica 10 giugno 2012
burton99

Fra il visionario e il narrativo, fra il serio e il faceto, questo film è una via di mezzo. Ultimo capitolo di una trilogia iniziata con "L'uccello dalle piume di cristallo" e "Il gatto a nove code" termina con stile e perfino con pochi effettacci grandguignoleschi che deluderanno i suoi fan iniziali dei suoi gialli "classici", all'incirca da "Suspir [...] Vai alla recensione »

domenica 24 aprile 2011
CARFA

SALVE A TUTTI, E' VERO CHE QUESTO TRA I PRIMI TRE CAPOLAVORI ARGENTIANI E' STATO UN PO' DIFFICILE DA REPERIRE MA QUESTO FORSE CE LO FA APPREZZARE DI PIU'. PER ALTRO HO SENTITO DIRE CHE IL FATTO DELLA IRREPERIBILITA' ERA DOVUTO AD UN PROBLEMA LEGATO AI DIRITTI D'AUTORE NON CONCESSI DA UNO DEGLI ATTORI, ORA PERO' HO SENTITO DIRE CHE ADDIRITTURA SI TROVAVA ALCUNI MESI OR [...] Vai alla recensione »

lunedì 8 giugno 2009
matt 91

con questo film dario argento entra nell'immaginario collettivo come maestro del genere giallo. la vicenda si svolge intorno ad una coppia in crisi, che ne entra ancora di più dopo che il marito si mette nei guai... ottime le sequenze della decapitazione che segnalano una minaccia incombente per il protagonista...e come sempre un applauso ad ennio morricone

domenica 18 agosto 2013
belbon

Morandini dice bene quando parla di incoerenza narrativa che, in questo lungometraggio è presente molto piu' che nel successivo "Profondo Rosso" e nel precedente "Il Gatto A Nove Code", ma parlare di lazzo e ridicolo per questo film mi fa ricordare quanto i critici cinematografici e nondimeno quelli musicali siano solo degli mediocri professionisti semi-falliti.

sabato 20 giugno 2020
Citizen Kane

E' sempre piacevole riguardare un Argento vintage piuttosto che un volgare Covid-Splatter.Film che sarebbe ottimo se:il movente iniziale fosse credibile (si sposa una persona solo per torturarla e ucciderla a piacimento?non è necessario sposarla,anche per una mente deviata criminale);l'attore protagonista risulta poco espressivo nell'evoluzione della storia,Tomas Milian o Giulio [...] Vai alla recensione »

lunedì 30 maggio 2016
Onufrio

Thriller di Dario Argento dai ritmi un pò compassati ma con una storia interessante che specie nel finale acquista maggiore convinzione attraverso il modo in cui viene individuato il possibile assassino psicopatico di turno. Musiche di Morricone, nel cast presente anche Bud Spencer nei panni di "Dio".

sabato 15 agosto 2015
phoenix000

Non lo avevo mai visto fino a ieri e mi ha affascinato. L' atmosfera tipica da primissimi anni '70 aggiunta a molte tipiche caratteristiche dei classici di Dario Argento. Oltre a godibili divagazioni nella commedia, ottimi i personaggi interpretati da Bud Spencer e Oreste Lionello, ed anche qualcosa del sexy all'italiana. 

sabato 31 agosto 2013
orson welles

Capolavoro Assoluto

martedì 10 marzo 2015
Barolo

Questo film che raramente passano in tv, è stato uno dei thriller preferiti del mio periodo adolescenziale.Forse un pò snobbato dalla critica, ritengo invece sia un sofisticato, suggestivo e riuscito congegno artistico, che riesce a impressionare,spaventare e catturare lo spettatore. Affianca ad una trama originale ed intrigante,scenografie e musiche di grandissimo effetto.

martedì 26 aprile 2011
nerazzurro

Questo film aveva tutti gli elementi per superare Profondo Rosso! Peccato! La sceneggiatura non è all'altezza! Prima di vedere il film lessi in un volume mondadori la rivisitazione della sceneggiatura originale e rimasi allucinato della bellezza. Peccato che nel film Argento stesso abbia eliminato un pò di roba che avrebbe senz'altro contribuito a rendere più godibile [...] Vai alla recensione »

domenica 24 dicembre 2017
Ennio

Se non fosse di Dario Argento, questo film non sarebbe nemmeno menzionato dai siti cinefili, relegato in un doveroso oblìo. Sceneggiatura,dialoghi, attori, tutto è stucchevole e senz'anima in questo film. Si nota più la presenza di uno sprecato Bud Spencer che tutto il resto. E ciònonostante è chiaramente visibile la mano di Argento in molte tracce che [...] Vai alla recensione »

sabato 3 agosto 2013
maria russo

dopo aver aspettato anni per la masterizzazione di questo film, mi sono accorta di aver visto a suo tempo tutto un altro film. la trama toccava la shoa. L'attrice italiana di mezza età era Bianca Tocafondi. Il thriller riguardava una vendetta contro un delatore che aveva denunciato la famiglia di rifugiati ebrei. Le quattro mosche apparivano una ad una vicina alla prossima vittima.

sabato 6 febbraio 2010
jos_d

Musicista di una rock band si accorge di essere spiato da un po’di tempo da uno sconosciuto signore, così un giorno lo insegue fino a dentro un teatro vuoto dove accidentalmente lo uccide, o almeno questo è quello che lui pensa. Intanto che avveniva la colluttazione, qualcuno appostato fra gli spalti più in alto gli scatta delle compromettenti foto.

NEWS
VIDEO
venerdì 25 novembre 2016
 

Roberto Tobias è un musicista che da qualche tempo è vittima di pedinamento. Una sera, trovandosi faccia a faccia con l'ignoto persecutore, lo affronta e nella colluttazione che ne segue lo pugnala a morte.

NEWS
martedì 14 settembre 2010
Elisa Battistella

Il pistolero e La guerra dei mondi in chiaro, 1408 e Dario Argento sul satellite Il pomeriggio in chiaro propone un vero e proprio film di culto come Il pistolero (Rete4, 16.55) di Don Siegel. Nel film John Wayne, alla sua ultima interpretazione cinematogr [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati