I pugni in tasca

Acquista su Ibs.it   Soundtrack I pugni in tasca   Dvd I pugni in tasca   Blu-Ray I pugni in tasca  
Un film di Marco Bellocchio. Con Paola Pitagora, Lou Castel, Marino Masé, Liliana Gerace Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 107 min. - Italia 1965. - Cineteca di Bologna uscita lunedì 19 ottobre 2015. MYMONETRO I pugni in tasca * * * * - valutazione media: 4,36 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

psico-socio poesia Valutazione 4 stelle su cinque

di sara


Feedback: 0
mercoledì 21 marzo 2007

questo film narra la storia di una famiglia composta da quattro fratelli, tre dei quali malati di epilessia e la loro madre cieca. vivono in una villa fuori città piena di orpelli e malconcia, sintomo di una condizione umana di decadimento. le loro vite si trascinano incolori tra la noia e la volontà di danneggiarsi a vicenda. l'unico fratello sano, augusto deve mantenere leone, ale, giulia e la madre con il suo lavoro.ciò gli impedisce di avere una vita libera e normale e di sposarsi con la fidanzata lucia, banalissima ragazza di città con la quale ha una storia. il desiderio di augusto di staccarsi dal peso dei familiari viene vissuto da giulia e ale in modo drammatico. giulia cerca di boicottare la relazione del fratello con una lettera anonima, ale al contrario si rende conto di essere un ostacolo all'affermazione e felicità di augusto e decide di uccidere la famiglia e se stesso per lasciare finalmente libertà ad augusto. il suo piano kamikaze fallisce, così ale è costretto ad uccidere uno ad uno i familiari, prima le madre poi il fratello menomato. dopo la morte della madre ale si sente vivo e pieno di energie, non concretizza nulla, anzi il film mette in risalto la sua incapacità di agire nella vita e di essere un vincente come suo fratello augusto che è per lui un modello da imitare. augusto non si può tuttavia definire un animo nobile, durante il film infatti mostra a più riprese la sua pochezza: va regolarmente con una prostituta, si vergogna della propria famiglia, con gli amici si diverte a sparare ai topi, bara giocando a carte. tutte azioni perdonabili che assumono però una gravità quasi maggiore rispetto ai delitti compiuti da ale. perchè? perchè oltre a desiderare la morte dei familiari non ha il coraggio di portare avanti un progetto come quello di ale, non perchè i suoi sentimenti glielo impediscano,solamente perchè a differenza di ale ha sposato la morale bigotta e utilitaristica degli uomini d'affari. non è crudele, è semplicemente un essere umano preso dai suoi desideri e aspirazioni tutt'altro che poetiche. ale è l'opposto, non desidera veramente nulla e non cerca l'affermazione personale, insegue il sogno della normalità senza mai veramente raggiungerlo, vagheggia forza ed efficienza ma le spinte che lo muovono sono irrazionali e romantiche. sono due mondi che si contrappongono: prosa e poesia. ale è il tamite tra questi due mondi e tenta di distruggere il mondo pesante e inerte della poesia e dell'irrazionale, il mondo dell'impossibile come direbbe bataille. alla fine del film giulia rimane l'unica superstite e non si sa se rimarrà paralizzata a causa di una brutta caduta o se riacquisterà l'uso delle gambe. nell'ultima scena lei sdraiata a letto non si alza per soccorrere ale in preda ad un atttacco, non si capisce se lei lo faccia di proposito o non sia effettivamente in grado di aiutarlo,fatto sta che lui muore, e lei rimane con il suo peso sulle spalle diaugusto, unica traccia di una famiglia rinnegata e di un mondo inconciliabile con quello della società dell'utile.non riesco a dare una lettura politca di questo film, nonostante siano state scritte pagine sulle possibili implicazioni politiche del film. io credo che sia un film di poesia, un accenno a quell'umanità inspiegata e irrisolta, inchiodata e triste che non trova spazio nè desideri.

[+] lascia un commento a sara »
Sei d'accordo con la recensione di sara?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
70%
No
30%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
prag domenica 4 gennaio 2009
splendida recensione
0%
No
0%

Null'altro da aggiungere, complimenti ancora.

[+] lascia un commento a prag »
d'accordo?
I pugni in tasca | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | sara
  2° | jacopo-bologna
  3° | gianleo67
  4° | sisto razzino
  5° | weach
  6° | noia1
  7° | etmovie
  8° | stefanocapasso
  9° | rinogaetanoforever
10° | matteo m
11° | il cinefilo
12° | paride86
Rassegna stampa
Federico Pontiggia
Nastri d'Argento (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità