Che la fine abbia inizio

Un film di Nelson McCormick. Con Brittany Snow, Scott Porter, Jessica Stroup, Dana Davis, Collins Pennie.
continua»
Titolo originale Prom Night. Horror, durata 88 min. - USA 2008. - Sony Pictures Italia uscita venerdì 11 luglio 2008. MYMONETRO Che la fine abbia inizio * - - - - valutazione media: 1,43 su 28 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente no!
1,43/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * - - - -
 critica * - - - -
 pubblico * * - - -
Trailer Che la fine abbia inizio
Il film: Che la fine abbia inizio
Uscita: venerdì 11 luglio 2008
Anno produzione: 2008
Circondata dai suoi migliori amici, una ragazza sopravvissuta a una tragedia, spera di poter vivere tranquillamente il suo ultimo anno di liceo. Ma la cosa non è poi così semplice.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
L'ennesimo serial killer in caccia dell'ennesima adolescente
Giancarlo Zappoli     * - - - -

Donna, un'adolescente, torna a casa una sera con un'amica. Entrata nell'abitazione scopre, uno dopo l'altro, il padre e il fratello uccisi. Nascostasi sotto il letto vedrà massacrare la madre. Ora è passato qualche tempo e, grazie anche al sostegno del suo ragazzo Ronnie, può pensare di andare alla classica festa in cui si eleggono Re e Regina tra i coetanei.
Donna è felice anche se la paura le rimasta dentro, Non sa però che chi ha compiuto quella strage era ossessionato dal desiderio di lei e che ora è fuggito dal carcere e ha raggiunto l'hotel in cui Donna e i suoi amici festeggeranno. Il recente passato sta per ripresentarsi davanti ai suoi occhi.
Si può intervenire con molteplici modalità sul tema del 'ritorno dell'assassino'. Quella scelta in questa occasione è tra le più banali. Perché la soluzione scelta inizialmente è ricca di sviluppi ma non ne coglie nessuno. Si decide infatti di muoversi su tre piani: la protagonista che si reca alla festa, la polizia che è a conoscenza della fuga del pluriomicida e la serata di divertimento con tanto di rivalità tra le fanciulle per l'elezione (con Donna ovviamente priva di animosità).
Accade però che i timori della fanciulla (con flashback negli specchi) siano ripetuti e che, soprattutto, il serial killer goda di un'assoluta capacità di uccidere nei corridoi dell'hotel, capacità che è inversamente proporzionale all'approfondimento psicologico del personaggio.
Il thriller (molti film ce lo hanno insegnato) ha a disposizione una molteplicità di percorsi narrativi a propria disposizione. Scegliere l'autostrada senza caselli (e con solo degli autogrill come sosta di comodo) non è certo la scelta migliore.

Stampa in PDF

* * * - -

Niente male per essere banale

domenica 25 gennaio 2009 di andrefiora

Tanto per cominciare NON E' un horror...non ne ha i requisiti e non c'è nulla di horribilis da annotare. Però è un ottimo thriller e mi sto ancora chiedendo come mai mi sia piaciuto. La storia è semplicissima, il ballo scolastico che ci fa da cornice è quanto di più americanaccio e impaillettato che abbia mai visto e i personaggi sono intrappolati nei loro clichè più prevedibili e scontati. Eppure, accanto agli studentelli riccastri e al polizziotto faccio-tutto-io, il cattivo dà agitazione. E' continua »

donna keppel
"Grazie per essere rimasto... Bobby?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

INCONTRI | Il regista televisivo Nelson McCormick riporta sullo schermo la tensione di Non entrate in quella casa.

L'horror al ballo di fine anno

giovedì 10 luglio 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Che la fine abbia inizio: l'horror al ballo di fine anno L'immagine di Carrie in piedi sotto lo scroscio di sangue è entrata con prepotenza nella storia del cinema offrendo un'alternativa gore al classico ballo di fine anno tanto in voga negli Stati Uniti. Quel film, tratto da un racconto di Stephen King e ispirato vagamente a L'esorcista, ispirò a sua volta generazioni di cineasti. Quattro anni dopo l'uscita dell'opera di Brian De Palma, Paul Lynch prese in prestito l'ambientazione di Carrie - Lo sguardo di Satana per realizzare Non entrate in quella casa, al quale fece seguito una serie di tre film, tutti trascurabili, che ruotavano intorno al ballo di fine anno (Prom Night II: il ritorno di Bruce Pittman, Prom Night III: l'ultimo bacio di Ron Oliver e Peter R.

"Che la fine abbia inizio", ma sul serio

di Francesco Alò Il Messaggero

Si pensava che la mania degli ultimi anni per l'horror della tortura truculenta dei vari Hostel e Saw fosse definitivamente tramontata nelle strategie produttive hollywoodiane quando si seppe che l'horror giovanilistico Che la fine abbia inizio di Nelson McCormick era tornato in sala di montaggio per essere tagliuzzato delle scene più violente. Ed infatti questo remake di Non entrate in quella casa (1980) è molto meno violento ed efficace dell'originale. Là c'era Jamie Lee Curtis che veniva tormentata da uno psicopatico che rovinava il ballo di fine anno a lei e ai suoi tre amici del cuore. »

Music, Corsages and a Killer

di Jeannette Catsoulis The New York Times

It has been almost 30 years since Jamie Lee Curtis shrieked her way through the tacky magnificence of the original “Prom Night,” made at a time when the filleting of young girls was more of a cinematic novelty. Ms. Curtis (who nowadays seems to prefer tasteful public disrobing to shrieking) would probably be insulted to learn from the press notes of this new film that it has been reimagined for a “more sophisticated audience.” (Because that’s just what you hope for in a slasher-movie audience: sophistication. »

Bagno di sangue per i liceali

di Roberto Nepoti La Repubblica

Non indispensabile ripescaggio di una serie iniziata nel 1980 con "Non entrate in quella casa". La formula era — e resta — un cocktail tra il film di liceali in calore e quello di serial-killer. Nel prototipo Jamie Lee Curtis stava per essere eletta reginetta della scuola, quando si ritrovava al centro di una strage. Rimescolando un po' gli ingredienti, qui c'è una biondina, Donna, che si prepara emozionata al ballo dell'ultimo anno di liceo. Chi sarà la reginetta? la sua amica Lisa, oppure l'odiosa Crissy? Il rito di passaggio, però, prenderà un'altra piega con l'arrivo di un invitato fuori-programma: Richard Fenton, insegnante ossessionato dalla virginale grazia di Donna al punto di massacrarle genitori e fratellino. »

Ennesimo college thriller dove sia killer che vittima vi faranno…rabbrividire

di Boris Sollazzo DNews

Si sa, i serial killer di provincia in America impazziscono per le adolescenti bionde. Per questo vanno evitati come la peste, l'assassino come la giovin donzella. Se conosci quest'ultima, infatti, evitala, in ogni (serial) thriller che si rispetti l'efferato maniaco ne fa fuori amici, parenti e scorta con grande facilità. Che la fine abbia inizio è l'improbabile e ridondante traduzione di Prom Night (formula Usa per definire il ballo di fine anno) e remake dell'omonimo filmetto del 1980 di Paul Lynch con Jamie Lee Curtis, anch'esso portato in Italia con un titolo esilarante: Non aprite quella casa. »

Che la fine abbia inizio | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | andrefiora
Rassegna stampa
Massimo Lastrucci
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 11 luglio 2008
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità