Advertisement
Una mamma contro G.W. Bush, la disarmante semplicità dell'amore può vincere le guerre

I commenti del pubblico alle prime proiezioni del film di Andreas Dresen. Al cinema dal 1° dicembre.

lunedì 28 novembre 2022 - Approfondimenti

Si è già aggiudicato due Orsi d’Argento al Festival di Berlino 2022: uno per la migliore sceneggiatura e uno per la migliore attrice (Meltem Kaptan). Una mamma contro G.W. Bush, diretto da Andreas Dresen, racconta un’incredibile storia vera, quella di una madre coraggio che è riuscita a portare in tribunale il Presidente degli Stati Uniti.

Rabiye Kurnaz è una signora tedesca di origini turche dalla vita tanto normale quanto frenetica: vive in una casetta a schiera di Brema, si occupa dei figli, è la vera anima della sua famiglia. Contro ogni previsione, dopo gli attentati dell'11 settembre 2001 suo figlio Murat viene accusato di terrorismo ed è uno tra i primi a essere spedito nel campo di prigionia di Guantanamo. Per Rabiye è l'inizio di una battaglia che dal suo mondo la porterà a sfidare i potenti del mondo.

Il regista affronta uno dei più tremendi scandali umanitari degli ultimi anni: l’indecente sospensione dei diritti civili e giudiziari operata dalla base di Guantanamo dopo l’11 settembre 2001. Un caso che ha ispirato anche la canzone di Patti Smith “Without Chains”.

"Coinvolgente, commovente, le maglie delle ingiustizie soffocano troppo spesso la giustizia", commenta Rosanna Debenedittis alla visione del film. "La disarmante semplicità dell'amore può vincere le guerre più dure, tranne quella contro l'arroganza dei falsi politici" sono invece le parole di a.giusti.

Ecco le prime reazioni del pubblico alla visione del film:

È  un buco nero, si dice ad un certo punto del film. All'orizzonte degli eventi, in effetti, le leggi della fisica perdono di significato, e in questo film si dimostrano le aberrazioni che si determinano quando a perdere di significato sono anche le strutture portanti del diritto. Una pellicola sulla cuspide, sulla singolarità, sull'aporia, che sarebbe piaciuta a Kurt Friedrich Gödel.

A fronte di questo caso risolto dalla lunga battaglia di una madre, quante altre simili violazioni dei diritti umani da parte USA, attendono soluzione? Grazie Mymovies!

Coinvolgente,commovente, le maglie delle ingiustizie soffocano troppo spesso la giustizia.


Ottimo. splendida interpretazione di Meltem Kaptan

La disarmante semplicità dell'amore può vincere le guerre più dure, tranne quella contro l'arroganza dei falsi politici.

 


VAI ALLA RECENSIONE

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati