Full Metal Jacket

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Full Metal Jacket   Dvd Full Metal Jacket   Blu-Ray Full Metal Jacket  
Un film di Stanley Kubrick. Con Matthew Modine, Adam Baldwin, Vincent D'Onofrio, Kevyn Howard, John Terry.
continua»
Guerra, durata 116 min. - USA 1987. - VM 18 - MYMONETRO Full Metal Jacket * * * * 1/2 valutazione media: 4,52 su 114 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
rongiu sabato 4 febbraio 2012
sông hương Valutazione 5 stelle su cinque
93%
No
7%

Sông Hương \ il fiume dei profumi /

I lavori di Stanley Kubrick proiettano lo spettatore, inevitabilmente ed aggiungo fortunatamente,  in realtà storico-temporali certe, vere, propositive, prive di mistificazioni e se aggiungo dinamitarde sotto tutti i punti di vista,  non penso di essere lontano dalla sua “mente”. In Full Metal Jacket la narrazione è forte, sovversiva, terroristica, violenta, intimidatoria; “obbliga”, “coinvolge” ed “inizia” le esperienze sensoriali in un processo mentale immediato e concreto. E’ con queste realtà che l’uomo, padrone e preda dei propri sensi deve necessariamente misurarsi. [+]

[+] caro giuseppe , ti voglio bene (di weach )
[+] perche??!!!! (di weach )
[+] lascia un commento a rongiu »
d'accordo?
weach lunedì 30 agosto 2010
uccidi, uccidi te lo comando!!!! Valutazione 5 stelle su cinque
85%
No
15%

Quella di Stanley Kubrick è guerra decisa contro le mostruosità della violenza in genere  sia espressa con la guerra che con   l'esercizio del potere ,che  con il controllo , che con  la sottomissione e con ogni altro mezzo .
Questa crociata  contro la violenza e lo schema ideleogico della guerra è costante nella sua filmografia.: vedi Orizzonti di gloriaIl  dottor StranamoreFull Metal Jacket sia in qualche modo  Shining.
Il principio d'azione - reazione che alimenta nei secoli tutta la violenza dell'umana  civiltà  ,sintetizza con ogni probabilità un progetto occulto  che "superficialmente viene bollato come la stupidità dell'uomo" ma  che in realtà  ha una chiara  matrice ideologica  ispirata dal comando,controllo ,distruzione, reazione ,contrapposizione. [+]

[+] lascia un commento a weach »
d'accordo?
mikelangelo sabato 2 febbraio 2008
la guerra secondo kubrick Valutazione 5 stelle su cinque
71%
No
29%

La penultima opera di Stanley Kubrick è anche uno dei suoi maggiori capolavori. Il film è strutturato in due parti: nella prima vi è la meticolosa descrizione dell'addestramento, nella seconda la guerra vera e propria, con tutte le atrocità che ne conseguono. La prima scena fa vedere la rasatura dei soldati prossimi all'addestramento, il taglio, e quindi la perdita dei capelli, è sinonimo di perdita d'identità e l'inizio di una brutale disumanizzazione. Dopo la prima scena, quasi di presentazione, ci viene presentato il sergente maggiore Hartman, capo istruttore del reparto dei marines. La sceneggiatura gli riserva una caterva di frasi particolarmente pesanti (che non mi permetto di citare per non molestare il vostro pudore), talmente divertenti che col tempo sono diventate cult. [+]

[+] collaborazione (di overnewsmagazine.com)
[+] lascia un commento a mikelangelo »
d'accordo?
yawgmoth mercoledì 6 settembre 2006
il prezzo e le conseguenze della guerra Valutazione 5 stelle su cinque
74%
No
26%

Che film! un vero capolavoro, incentrato non tanto sulla guerra ma su quello che comporta, sui suoi danni irreversibili, sulla disumanizzazione dell'uomo in funzione di un nemico da combattere fino alla più estrema conclusione di un duello eterno senza senso e senza scopo dove non importa chi sia il nemico quanto che ci sia un nemico da combattere. Il film inizia con i soldati che vengono "rapati a zero" prima di essere gettati nella camera comune e presentati a chi dovrà far di loro dei veri marine. Già la sequenza iniziale mostra l'umanità delle reclute che viene portata via coi colpi dei barbieri: chi aveva i capelli lunghi, chi corti, chi biondi, chi con un taglio piuttosto che un altro, ora sono tutti "rapati a zero" e la loro diversità individuale sembra già compromessa. [+]

[+] dark angel (di dark angel)
[+] lascia un commento a yawgmoth »
d'accordo?
piernelweb domenica 25 novembre 2007
born to kill Valutazione 5 stelle su cinque
76%
No
24%

Strutturato in due parti distinte questo ennesimo capolavoro del geniale Stanley è una profonda riflessione sul rapporto fra l'uomo e la guerra. La prima mezzora, ambientata al campo di addestramento dei marines di Parris Island, è la narrazione eloquente della simboloca spogliazione dalle vesti civili, la fase della creazione di soldati, non più uomini, "born to kill". Il ritmo vertiginoso dettato dai tempi e dai modi di addestramento del sergente Lee Ermey (interpretazione eccezzionale) disegna la prova di forza mentale, virile e fisica tragicamente necessaria per affrontare il campo di battaglia. Kubrick celebra l'inadeguatezza dell'uomo alle armi attraverso il dramma del soldato palla di lardo, vittima più che carnefice di fronte all'atto bellico. [+]

[+] lascia un commento a piernelweb »
d'accordo?
gene92 domenica 6 febbraio 2011
non e' permesso morire senza autorizzazione! Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

"Se creperete nel campo di battaglia vi ritroverete in un mare di mer**, perché ad un Marine non è permesso morire senza autorizzazione!"
Non è un semplice film storico che ci fa pensare "quanto è brutta la guerra" è un capolavoro assoluto che ci fa rimanere letteralmente a bocca aperte in molte parti del film. La grandezza di Kubrick in questo film sta nel riuscire a narrare i fatti in chiave neutra e, in maniera indiretta, ci fa capire la mentalità e la vita durante la guerra del Vietnam. 
E' estremamente reale nella rappresentazione degli scenari, e nei comportamenti dei personaggi.
Lo spettatore rimane inoltre colpito dall'incredibile perfezione in ogni scena, basti pensare che l'ultima scena della prima parte del film è stata girata 63 volte. [+]

[+] lascia un commento a gene92 »
d'accordo?
alex41 sabato 19 marzo 2011
kubrick e la follia della guerra Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Perchè Full Metal Jacket per me è un capolavoro, un ottima opera? In passato il maestro Kubrick ha realizzato molte altre opere di guerra, da Orizzonti Di Gloria alla commedia satirica Il Dottor Stranamore. Nei suoi film di guerra passati, specialmente il primo, Kubrick parla della guerra proiettando i soldati all'interno del fronte in vere e proprie battaglie. Con questo film invece, il genio mostra ciò che viene prima della guerra, ovvero come ha inizio la pazzia dell'uomo, gli addestramenti sotto le severe regole del sergente Hartman, un personaggio molto realistico e ormai epico, e la mutazione da bravo ragazzo a vero killer. Il film quindi mostra la nascita dell'uomo killer in un crescendo di tensione, suspence, seguendo la storia del Joker e del suo cambiamento insieme al buono "Palla Di Lardo" e il violento e spietato soldato Animal. [+]

[+] lascia un commento a alex41 »
d'accordo?
reiver domenica 6 gennaio 2008
kubrick 18 carati Valutazione 5 stelle su cinque
61%
No
39%

Cos'è che mi piace dei film di Kubrick?E' difficile dirlo.Il fatto che abbiano sempre 4 o 5 stelline?Nooo,non sono condizionabile.I suoi film sono come spade di samurai,bellissime da vedere e dalle lame fredde all'apparenza;in realtà basta toccarle per scottarsi le dita.Non ho mai scritto una recensione di un film di Kubrick.I film che piacciono sono come figli (quasi,non esageriamo),è giusto dedicare un pò di attenzione in più a quelli meno fortunati,più sfigatelli.Ma ho deciso di fare un'eccezione,e la mia scelta non poteva cadere che su "Full metal jacket", anche perchè per me è una battaglia persa (al liceo). E' un film "di guerra",sull'"orrore della guerra",sul Vietnam...Tutto vero.Ma come "Apocalypse now",è qualcosa di più,o di diverso. [+]

[+] sì, ma la battuta sui bei film... (di luc)
[+] scusa per il "furto"... (di reiver)
[+] non sono d'accordo amici (di paleutta)
[+] ma vaffan,,, (di paleutta)
[+] riproviamo... (di paleutta)
[+] guerre (di reiver)
[+] guerre/2 (di reiver)
[+] x paleutta (di luc)
[+] guerre 3 (di paleutta)
[+] guerre 4 (di luc)
[+] questa me l'ero persa.. (di lilli)
[+] ciao lilli (di reiver)
[+] lascia un commento a reiver »
d'accordo?
cress95 venerdì 28 agosto 2015
kubrik ci spiega che cosa è la guerra Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Dallo spazio profondo ai campi di battaglia, il cinema del maestro britannico non conosce confini: con "Full metal jacket", il Kubrik mette a nudo la crudele insensatezza della guerra e lo fa avvalendosi di uno dei più cruenti conflitti degli ultimi anni, quello tra America e Vietnam. 
Divisibile in due grandi tempi, questo ennesimo capolavoro del Maestro introduce gli spettatori dapprima in un affollato campo di addestramento Marines e in seguito, e nel modo più brutale possibile, li scaraventa nel crudo scenario della città vietnamita di Hué, sede di continui e violenti conflitti a fuoco. [+]

[+] lascia un commento a cress95 »
d'accordo?
filippo catani lunedì 8 aprile 2013
nati per uccidere? Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Un gruppo di giovani soldati americani viene addestrato da un terribile sergente a diventare membri dei marines e combattere nella guerra del Vietnam. Uno di questi soldati si ritroverà prima inviato di guerra poi in prima linea durante la cosiddetta offensiva del Tet.
Tra i migliori film di sempre contro il militarismo e tra i migliori fra quelli che hanno raccontato la follia della guerra in Vietnam, Full Metal Jacket deve gran parte della sua fama alla tirata che a inizio pellicola il terribile sergente Hartman riserva ai suoi sottoposti in un mix di umiliazioni, razzismo, stupidaggini e slogan scurrili da caserma. Questi poveri ragazzi provenienti da varie zone d'America e del tutto alieni a quel genere di vita, dovranno fare i conti con il terribile addestramento e in particolare con uno di loro (il soldato Palladilardo) che è quanto di più lontano possa esserci dalla guerra. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Full Metal Jacket | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | rongiu
  2° | weach
  3° | mikelangelo
  4° | yawgmoth
  5° | piernelweb
  6° | gene92
  7° | alex41
  8° | reiver
  9° | tony montana
10° | filippo catani
11° | cress95
12° | jekyll
13° | seancobb
14° | nicolò
15° | aristoteles
16° |
17° | mik
18° | sergente hartman
19° | massimo rocca
20° | rocky
21° | paolo 67
22° | fabio1957
23° | great steven
24° | noia1
25° |
26° | diabolik0
27° | forackone
28° | jacopo b98
29° | ibracadabra 8
30° | pilats
31° | cinemalife
32° | viola96
33° | hollywoodstefano
34° | la grappa di pino
35° | gianfranco guerini
36° | paolomiki
37° | cenox
Rassegna stampa
Stefano Reggiani
Premio Oscar (3)
Golden Globes (1)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità