I tartassati

Un film di Steno. Con Totò, Louis De Funès, Aldo Fabrizi, Miranda Campa, Anna Campori.
continua»
Commedia, b/n durata 105 min. - Italia 1959. MYMONETRO I tartassati * * * - - valutazione media: 3,26 su 13 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
Consigliato sì!
3,26/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
Totò
Totò 15 Febbraio 1898 Interpreta Il cavalier Torquato Pezzella
Louis De Funès
Louis De Funès 31 Luglio 1914 Interpreta Ettore, Il Ragioniere
Aldo Fabrizi
Aldo Fabrizi 1 Novembre 1905 Interpreta Fabio Topponi, Il maresciallo della finanza
Miranda Campa
Miranda Campa (103 anni) 31 Gennaio 1914 Interpreta La moglie
Anna Campori
Anna Campori (100 anni) 22 Settembre 1917 Interpreta Dora Pezzella
Cathia Caro
Cathia Caro (73 anni) 17 Dicembre 1943 Interpreta La figlia Laura
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
Giancarlo Zappoli     * * * - -
Locandina I tartassati

Il cavalier Torquato Pezzella è il titolare di un negozio di abbigliamento che evade regolarmente le tasse con l'aiuto di un consulente di fiducia. Un brutto (per lui) giorno arriva però nel negozio il maresciallo della Tributaria Fabio Topponi, un integerrimo servitore dello Stato incaricato di fare un accurato accertamento. Pezzella farà di tutto per corromperlo mentre i reciproci figli, conosciutisi casualmente, si innamorano.
Come evadere le tasse? È un problema di sempre in Italia e questo film di Steno del 1959 ce lo testimonia. Totò rappresenta, in questo caso quasi prendendo il posto di Alberto Sordi, l'italiano pronto a tutto pur di frodare lo Stato, Fabrizi è invece il burbero di sempre ma incorruttibile. Non sono più i tempi della bonarietà di Guardie e ladri anche se alla fine, anche qui, i due finiranno per comprendersi. Questo non è un film "d'autore", è un film di Totò e allora ciò che diviene interessante è l'accoppiata insolita Totò-Fabrizi. Il pubblico era ormai abituato a incontrare il principe De Curtis in compagnia di peppino De Filippo che finiva con l'essere il 'tartassato' di turno. Ora i ruoli si ribaltano: è Totò a subire la determinata preponderanza del personaggio interpretato da Fabrizi (pare che i due, pur stimandosi, litigassero spesso sul set).
A proposito di ineliminabili vizi italici: godetevi la scena in cui Pezzella, ritenendo che il maresciallo abbia nostalgie fasciste, inanella una serie di allusioni favorevoli al passato regime salvo poi fare una precipitosa marcia indietro. Un'ultima annotazione: nel ruolo del commercialista in questa coproduzione italo-francese troviamo un ancora non famoso e non iperattivo Louis de Funes.

Stampa in PDF

* * * * -

Straorinari totò e fabrizi

venerdì 15 ottobre 2010 di BLACKY

Una riuscitissima coppia quella di Totò e Fabrizi. Una sinergia che porta sempre ad un ottimo risultato. Tra le tante risate che ci fanno fare, ci fanno anche riflettere e a questo punto non posso non inchinarmi di fronte a questo tipo di cinema che da sempre è il migliore: intrattenimento + educazione. Il tema di questa pellicola sono le tasse, un tema abbastanza ricorrente nei film di Totò, basti vedere anche il finale di "Totò Diabolicus". Come tutte le volte continua »

* * * - -

Gli evasori di ieri...e di oggi

venerdì 16 luglio 2010 di Luca Scialò

Il cavalier Torquato Pezzella gestisce il proprio negozio di abbigliamento, cercando quanto possibile di evadere le tasse, grazie anche ai consigli, a volte buffi, del suo commercialista. Ma nella loro corsa all'evasione si interporrà un liggio Maresciallo della finanza, Fabio Topponi, che i primi due cercheranno di corrompere. Ma il diavolo ci mette l'intera coda, giacchè, i due giovani figli di Pezzella e Topponi, finiranno per innamorarsi... Una commedia dal sapore comico, continua »

* * * - -

Due mostri sacri

lunedì 14 agosto 2017 di Paolp78

Per me è sempre un piacere rivedere questa commedia tendente al comico, che trova il suo punto di forza nel poter contare su due autentici mostri sacri della comicità e del cinema italiano. Totò e Aldo Fabrizi potrebbero reggere per altre due ore senza alcun problema, attingendo dal loro sterminato repertorio di gag comiche, tutte godibilissime. I due grandi attori si intendono alla perfezione, con tempi comici fantastici. Sembra che abbiano fatto film insieme da sempre, mentre continua »

Totò
Che nobiltà! Che parole evelate!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Totò
Siccome soffro di raffreddori, la mattina mi inalo.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Totò
In Italia c'è peluria di ragionieri, ma per chi vuole sempre ragionare, il ragioniere è necessario.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film I tartassati oppure Aggiungi una frase

di Leo Pestelli

Il film non manca al suo proposito principale: divertire il pubblico con una commedia buffa, ispirata al tema sempre attuale delle tasse. Il ricorso a due comici di grosso calibro, Totò e Aldo Fabrizi, ha assicurato lo spettacolo che, se non sempre fine, scorre però sempre vivace e divertente. Da La Stampa, 17 aprile 1959 »

di Alberto Anile

Il secondo (e ultimo) film di Totò con de Funès è I tartassati di Steno. Il collega francese, imposto dalla Champs Elysées Productions di Parigi, interpreta il ruolo di Ettore Curto, scriteriato commercialista alle dipendenze del cavalier Pezzella (Totò). Il ruolo è comunque marginale: il film è basato sulla contrapposizione tra Totò e Fabrizi, tornati insieme per la prima volta dal tempo di Guardie e ladri. Steno, che di quel film era stato regista con Monicelli, tenta di aggiornarlo in chiave fiscale: il Pezzella, negoziante di tessuti, viene sottoposto ad accertamento fiscale da Fabio Topponi (Fabrizi), irreprensibile maresciallo della Tributaria. »

di Matilde Amorosi

Totò interpreta il cavalier Torquato Pezzella. La storia è imperniata sulle traversie di un contribuente, il cavalier Torquato Pezzella, titolare di un avviato negozio di abbigliamento, deciso a evadere il fisco con l'aiuto di un commercialista truffaldino. Cerca quindi di corrompere il maresciallo Topponi (Aldo Fabrizi), incaricato di svolgere un accertamento fiscale sul suo conto. Ma trova un osso duro, perché il maresciallo è incorruttibile e non cede ad alcuna lusinga, nemmeno quando scopre che il figlio si è innamorato della graziosa figlia di Pezzella. »

di Claudio G. Fava

Il film ha contenuti decorosi, senza ricorrere alla volgarità che così spesso deturpa soprattutto i nostri film di pretese comiche. Sorretto e salvato dal mestiere antico e furbesco dei due protagonisti, che hanno tanta esperienza da tenere in piedi, da soli, sceneggiatura e regia di dieci opere equivalenti. Da Corriere Mercantile, 23 aprile 1959 »

I tartassati | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | blacky
  2° | luca scialò
  3° | paolp78
Rassegna stampa
Alberto Anile
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità