Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 22 giugno 2017

Tyrone Power

La perfetta incarnazione del divo del cinema

Nome: Tyrone Edmund Power Jr.
Data nascita: 5 Maggio 1914 (Toro), Cincinnati (Ohio - USA)

Data morte: 15 Novembre 1958 (44 anni), Madrid (Spagna)
occhiello
Ciquita sei la donna più sincera del mondo!
dal film Sangue e arena (1941) Tyrone Power è Juan Gallardo
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Tyrone Power

martedì 30 maggio 2017 - Presentato dalla Cineteca di Bologna in edizione restaurata, il film è tornato in sala a 38 anni dall'uscita. Un'intramontabile antologia della migliore satira di Allen.

Manhattan: da Allen a Trump a noi

Pino Farinotti cinemanews

Manhattan: da Allen a Trump a noi Dopo 38 anni è tornato nelle sale, restaurato, Manhattan, il film di Woody Allen. Se dici "è il più bello" non basta, occorrono almeno altri due aggettivi, il più felice e il più importante. E ancora: è il film dove Woody è più Woody. Allen lo girò nel 1979. Se il confronto si fa in chiave temporale, non c'è dubbio che quella New York fosse più felice di questa. Ma fra le due voglio inserire una memoria, importante. Di un'altra New York, quella degli anni cinquanta. La citazione è di un editoriale che ho scritto qualche settimana fa. New York stava per diventare una città guida del mondo, omologabile a Parigi degli anni venti, alla Vienna fin de siècle e alla Londra vittoriana. Esprimeva rivoluzioni nella pittura, nella musica pop e nella moda. Riprendeva vita l'editoria, la pubblicità faceva il salto di qualità. La televisione metteva in onda drammi in diretta. Broadway rappresentava gente come Miller, Inge e Williams e musical travolgenti. Il New Yorker ospitava le più prestigiose firme della letteratura. Ecco, quella città era un modello del mondo. Quella di Allen era la sua personale coscienza e poetica, due lemmi che raccolgono tutti i tic dell'artista ebreo. Tic buoni e cattivi. Nel film Allen compone un'antologia della migliore intelligenza, satira, ironia, ingenuità, amori-sempre-complicati, humour triste, col denominatore di un'estetica rapinosa, anche estetica musicale, se tutto il film è accompagnato dalla musica di George Gershwin. Per cominciare, l'incipit. La voice over, dopo vari tentativi retorici e ridondanti racconta: "New York era la sua città, e lo sarebbe sempre stata." Indimenticabile è la sequenza dove Allen e Diane Keaton, seduti su una panchina di Sutton Place guardano, all'alba, il Queesboro Bridge. Lui dice: "Questa è davvero una grande città, non mi importa di quello che dicono gli altri."

Altre news e collegamenti a Tyrone Power »
Sangue e arena (1941) Il segno di Zorro (1940)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità