I Miserabili

Un film di Ladj Ly. Con Damien Bonnard, Alexis Manenti, Djibril Zonga, Issa Perica, Al-Hassan Ly.
continua»
Titolo originale Les Misérables. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 100 min. - Francia 2019. - Lucky Red uscita lunedì 15 giugno 2020. - VM 14 - MYMONETRO I Miserabili * * * 1/2 - valutazione media: 3,88 su 29 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
ashtray_bliss domenica 10 maggio 2020
la rabbia dei miserabili in rivolta. Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Risuonano oggi più che mai attuali le parole espresse da Victor Hugo che chiudono questo bellissimo ma dolente e realistico lungometraggio: Non ci sono ne' uomini ne' erbe cattive, soltanto cattivi coltivatori. Un messaggio talmente essenziale e semplice che racchiude il significato del film girato dal regista Ladj Ly, anch'egli proveniente da una delle tante banlieue parigine, che tornano a far parlare di sè quando esplode la rabbia, la violenza, le sommosse. Uno stato dentro lo stato fatto di regole proprie, usi e costumi intrinsecamente legati coi paesi d'origine dei suoi abitanti, unificati dalla religione comune (l'Islam) e fomentati dal disagio nel quale versano. [+]

[+] lascia un commento a ashtray_bliss »
d'accordo?
felicity mercoledì 24 giugno 2020
un film meraviglioso in cui tutti sono vittime Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

La bellezza del film è di non cadere nel trabocchetto del manicheismo, evitando di distinguere i personaggi in buoni e cattivi, ma raccontando invece, senza alcun pregiudizio, degli esseri umani, con le loro debolezze, le loro frustrazioni, i loro demoni.
Il quartiere è una polveriera in cui convivono caratteri diversi, clan e piccole bande molto diverse tra loro, costrette a convivere gomito a gomito, sempre sul chi va là, dove basta una piccola scintilla per far esplodere il lato più oscuro di ognuno.
Il titolo, preso ovviamente a prestito dal capolavoro di Hugo, non è casuale: al di là dell’ambientazione condivisa, è un racconto di persone che vivono in condizione di miseria, che siano sbirri o delinquenti, che siano onesti cittadini o semplici bambini, sono tutti personaggi costretti quotidianamente ad una vita di compromessi, piccolo traffici, ad arrangiarsi per sopravvivere. [+]

[+] lascia un commento a felicity »
d'accordo?
maramaldo domenica 12 luglio 2020
chi sono i miserabili? Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Allons enfants de la Patrie/ le jour de la gloire est arrivé. Quali servi del tiranno accoppare? Aldo, Giovanni e Giacomo, pardon, Chris, Stéphane e Gwada. Quest'ultimo (Djibril Zonga) un bellone multietnico, ben visto e complice della sua gente, strafottente ed immaturo, combina il guaio che metterà nei pasticci il gruppo. Stéphane Ruiz (Daniel Bonnard), saudade e jella addosso, coscienzioso e di buona volontà, preferisce "moral suasion" all'intimidazione che sono le opzioni che spettano a chi riveste autorità. Chris, musetto da nazi e vena sadica, prevarica, minaccia, molesta e, quando è il caso, picchia, il "poulet doc". [+]

[+] lascia un commento a maramaldo »
d'accordo?
mardou_ martedì 30 giugno 2020
la cura del prato Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

 Montfermeil è celebre ai più per essere il luogo della locanda dei perfidi coniugi Thénardier e dell’incontro fatale tra Cosetta e Jean Valjean, protagonisti del romanzo I Miserabili.

Nel 2005 il comune è stato anche al centro delle rivolte delle banlieue che scossero la Francia come non era più accaduto dal 1968. [+]

[+] lascia un commento a mardou_ »
d'accordo?
fabiofeli giovedì 25 giugno 2020
seduti su una polveriera Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Issa (Issa Perica), da soprannominare “lui ne combina sempre una”, è un ragazzo sui 14 anni che vive in un non-luogo alla periferia est di Parigi, con meno di 30.000 abitanti. Issa apre il film rivestito del tricolore francese il 15 luglio del 2018: va a Parigi, ai Campi Elisi a tifare la Francia del calcio nella folla multicolore e multietnica, pazza per Mbappé e compagni che conquistano il titolo mondiale in Russia. Due giorni consecutivi di festa nei quali tutti insieme mimano la marcia, affratellati dalla Marsigliese: poveri e meno poveri, con documenti o sans-papiers, immigrati o rimpatriati o nuovi francesi per ius soli. [+]

[+] lascia un commento a fabiofeli »
d'accordo?
angelo umana mercoledì 24 giugno 2020
siamo piccoli e miserabili Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

 Sulle note di “marchons” dell'inno nazionale francese ballano e si divertono tutti sullo sfondo dell'Arco di trionfo di Parigi, bianchi neri gialli e rossi. Uniti e festanti celebrano la vittoria dei bleux al campionato del mondo, il calcio unisce dappertutto... unisce? E' chiaro dalle prime battute di vita quotidiana successiva al tifo che così non dura, la normalità di tutti i giorni riporta gli immigrati, e i loro figli nati in Francia, nel quartiere periferico e degradato di Montfermeil al loro posto, una varia umanità più o meno malavitosa: bambini perdigiorno per strada, prostituzione praticata a buoni prezzi nei palazzoni che ricordano le Vele di Scampia (tutte le periferie si assomigliano), gruppuscoli che cercano di affermare la propria supremazia o potere di persuasione su altri gruppi. [+]

[+] lascia un commento a angelo umana »
d'accordo?
ennio mercoledì 10 giugno 2020
iperrealismo nel ghetto multietnico parigino Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

"I miserabili" è un film molto ben fatto. Volti, espressioni, inquadrature, ambiente urbano, risultano quanto mai adatti alle vicende di degrado e difficile convivenza interetnica che tratta il film. Ognuno è libero di trarre una morale dal comportamento dei poliziotti, come crede anche di fare il neo-poliziotto protagonista che, aggregatosi a una pattuglia in lotta quotidiana contro la malavita della banlieu, si fa prendere da scrupoli di coscienza per i metodi sbrigativi dei più esperti colleghi. Scrupoli che già dopo le prime 24 ore di lavoro appaiono mal riposti e si ritorcono contro lo stesso malcapitato e ingenuo poliziotto.
Comunque, "I miserabili" è un bell'affresco parigino del 21° secolo, la cui Parigi attuale avrebbe forse fatto inorridire persino Victor Hugo.

[+] lascia un commento a ennio »
d'accordo?
ghisi grütter lunedì 1 giugno 2020
aree metropolitane Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

In questi giorni stiamo seguendo l’ennesima violenza della polizia americana su un afroamericano a Minneapolis e le reazioni a catena che tale atto sta producendo. George Floyd, così si chiamava l’uomo, è stato bloccato con un ginocchio sul collo, quindi soffocato, mentre affermava di non poter respirare. I quattro poliziotti che lo avevano fermato sono stati licenziati ma poi, dopo varie manifestazioni e petizioni internazionali, sono stati arrestati.

Ed è proprio questo il forte clima di violenza che si respira nel film “I miserabili”. [+]

[+] lascia un commento a ghisi grütter »
d'accordo?
jonnylogan giovedì 28 maggio 2020
il ritorno dell'odio Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

L’agente Stéphane Ruiz, appena arrivato nella Brigata anti-criminalità di Montfermeil, viene affiancato a Chris e Gwada, agenti esperti che pattugliano da molti anni le strade del quartiere. Da subito Ruiz s’accorge che le tensioni fra le varie minoranze e la polizia potrebbero facilmente sfociare in violenza.

A oltre vent’anni da L’odio il cinema d’oltralpe fornisce una nuova perla che attraversa le banlieue della metropoli fermandosi per in un piccolo sobborgo di una capitale in festa per i mondiali appena vinti, unica fonte d’unione per una nazione divisa in quartieri borghesi e dormitorio, e luogo letterario narrato da Victor Hugo nel suo romanzo più celebre. [+]

[+] lascia un commento a jonnylogan »
d'accordo?
sacnito mercoledì 27 maggio 2020
miserabili del terzo millennio Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

 Qualcuno lo ha definito il degno erede di "La haine" (1995) - altro capolavoro - col quale sicuramente condivide la medesima ambientazione: i quartieri parigini periferici, le cd. Banlieue. In realtà quei grandi palazzi fatiscenti non sono poi così tanto diversi da quelli che troviamo, ad esempio, a Scampia: si tratta di una storia che potrebbe ambientarsi in qualsiasi periferia del mondo.

.
Il richiamo al romanzo di Victor Hugo (sia nel titolo che nella citazione finale) rappresenta l'espediente per raccontare la storia dei nuovi miserabili, i poveracci del terzo millennio.
"I miserabili" è un film politico, pur non parlando mai di politica. [+]

[+] lascia un commento a sacnito »
d'accordo?
I Miserabili | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Lumiere Awards (10)
Spirit Awards (1)
Goya (2)
Golden Globes (1)
Festival di Cannes (1)
European Film Awards (4)
Critics Choice Award (1)
Cesar (15)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 |
Link esterni
Uscita nelle sale
lunedì 15 giugno 2020
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 5 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Lazio
  3 | Lombardia
  1 | Piemonte
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
sabato 15 agosto
Volevo nascondermi
giovedì 13 agosto
Mai raramente a volte sempre
lunedì 10 agosto
Nour
giovedì 6 agosto
High Life
Galveston
Amo la tempesta
giovedì 30 luglio
Il re di Staten Island
Un lungo viaggio nella notte
Una intima convinzione
L
mercoledì 22 luglio
L'amore a domicilio
lunedì 20 luglio
L'agnello
giovedì 16 luglio
Letizia Battaglia - Shooting the M...
lunedì 13 luglio
Famosa
domenica 12 luglio
Entierro
giovedì 9 luglio
Gamberetti per tutti
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità