L'ora più buia

Acquista su Ibs.it   Soundtrack L'ora più buia   Dvd L'ora più buia   Blu-Ray L'ora più buia  
Un film di Joe Wright. Con Gary Oldman, Kristin Scott Thomas, Lily James, Stephen Dillane, Ronald Pickup.
continua»
Titolo originale Darkest Hour. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 114 min. - Gran Bretagna 2017. - Universal Pictures uscita giovedì 18 gennaio 2018. MYMONETRO L'ora più buia * * * - - valutazione media: 3,47 su 66 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Churchill dimezzato Valutazione 0 stelle su cinque

di ninoraffa


Feedback: 2723 | altri commenti e recensioni di ninoraffa
venerdì 2 febbraio 2018

 Maggio 1940. Churchill forma il suo primo governo, succedendo all’imbelle Chamberlain. Da qualche giorno i tedeschi dilagano in Olanda, Belgio e Francia. Trecentomila soldati del corpo di spedizione britannico nel continente - gran parte dell’esercito professionista della Corona - rischiano di essere messi con le spalle al mare e quindi spazzati via dai panzer.
 
Ennesimo film sullo statista inglese, “ L’ora più buia”  si concentra nelle tre settimane dalla vigilia del primo governo Churchill ai giorni di Dunkerque. Ottima interpretazione di Gary Oldman, nelle fattezze (trucco superbo), nella mimica e nelle movenze. Scenografia e fotografia ineccepibili. Soggetto ambizioso: primo piano sull’uomo Churchill, e insieme attenzione al momento politico, con la ricostruzione del ruolo della Corona e dei conflitti interni al partito conservatore. Da verificare se in quei giorni le riunioni del Gabinetto di Guerra si tenessero già nel bunker sotto Whitehall, come sicuramente avvenne dal settembre successivo; ma ciò che conta è la cupa atmosfera d’urgenza e pericolo che il film trasmette allo spettatore.
 
 Una sola critica importante. Condensare un personaggio storico in due ore scarse comporta delle scelte, delle semplificazioni e anche delle invenzioni, comunque giustificate dallo scopo di restituire i tratti salienti per cui merita di essere ricordato. Bene la dimensione familiare e psicologica, bene la scena aneddotica che in una battuta riassume l’uomo, ma non a scapito del profilo storico. Di Churchill il film lascia in ombra le doti organizzative, le capacità d’impulso, direzione e comando, l’abilità di conciliare politici e militari evitando le incomprensioni pagate care nella prima guerra mondiale. Non c’è traccia del suo istinto nella scelta degli uomini a cui affidare l’imponente sforzo bellico, considerando quanto, per demerito dei predecessori, in quel drammatico frangente l’Inghilterra fosse impreparata. Ad accentuare lo squilibrio, si enumerano con diligenza i suoi precedenti errori: dal disastro di Gallipoli di 25 anni prima, al recentissimo scacco di Narwik a capo dell’Ammiragliato, alla fallimentare reintroduzione del Gold Standard negli anni venti come Cancelliere dello Scacchiere.
   
Emblema di questo sfocamento è una delle scene centrali. Churchill, che nel dubbio se trattare o no con Hitler, sfugge all’autista e s’infila nella metropolitana per incontrare i suoi concittadini, sa troppo di politicante dei giorni nostri con le telecamere al seguito in mezzo alla gente.  Lo scafato statista inglese scopre a 65 anni, in un vagone sotto Westmister, la fierezza degl’inglesi; va bene l’attenzione alle condizioni e al morale della popolazione, ma forse è un po’ troppo immaginare che negli affari di guerra cercasse consiglio tra le massaie londinesi. Anche il piano per l’evacuazione di Dunkerque viene liquidato con un telefonata a un amico ammiraglio, in cui il Primo Ministro chiede di raccogliere tutte le barche da diporto disponibili lasciando trasparire un dilettantismo del tutto discordante col suo vero stile di governo. Per la cronaca, pur col notevole apporto del naviglio civile, la maggior parte dell’esercito britannico e alleato in fuga venne imbarcato sulle unità della Royal Navy.
 
Naturalmente un film non è un documentario. Ci sono necessità di spettacolo e sintesi che richiedono ampie e positive licenze, ma del Churchill di Joe Wright rischiamo di ricordare solo l’alcol, le curiose abitudini e qualche frase memorabile; tutte cose del vero Churchill, che per fortuna aveva dell’altro. Se lo statista inglese avesse mobilitato per la guerra a Hitler solo i velisti di Portsmouth e la retorica, dopo quasi ottant’anni forse staremmo ancora a marciare col passo dell’oca.

[+] lascia un commento a ninoraffa »
Sei d'accordo con la recensione di ninoraffa?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
57%
No
43%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di ninoraffa:

L'ora più buia | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | freerider
  2° | samanta
  3° | ninopellino
  4° | ruger357mgm
  5° | ninoraffa
  6° | gustibus
  7° | enzo70
  8° | zarar
  9° | alesimoni
10° | maramaldo
11° | rumon
12° | minnie
13° | juri moretti
14° | great steven
15° | max821966
16° | elgatoloco
17° | maumauroma
18° | fabian
19° | marcobrenni
20° | marcobrenni
21° | domenicomaria
22° | maurizio.meres
23° | flaw54
24° | udiego
25° | beatricer
26° | spione
27° | arctor
28° | andreagiostra
29° | vanessazarastro
30° | michelecamero
31° | tmpsvita
32° | kimkiduk
Rassegna stampa
Daniela Ceselli
SAG Awards (2)
Premio Oscar (8)
Golden Globes (2)
European Film Awards (1)
Critics Choice Award (6)
BAFTA (11)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Sito italiano
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità