Divorce

Film 2016 | Commedia 30 min.

Regia di Jesse Peretz, Adam Bernstein, Jamie Babbit, Beth McCarthy-Miller, Ben Taylor (II). Una serie con Sarah Jessica Parker, Thomas Haden Church, Molly Shannon, Talia Balsam, Tracy Letts. Cast completo Titolo originale: Divorce. Genere Commedia - USA, 2016, STAGIONI: 2 - EPISODI: 20

Condividi

Aggiungi Divorce tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Una dramedy con Sarah Jessica Parker protagonista di una serie di avventure insieme ad un compagno che non desidera più.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES N.D.
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO N.D.
Scheda Home
News
Critica
Premi
Cinema
Dirsi addio dopo quasi 20 anni: le conseguenze di una separazione.

Una donna sposata e con due bambini decide di mettere in discussione la propria vita. Sceglie così di divorziare da suo marito per iniziare una fase nuova. Ma si renderà conto che le conseguenze della sua scelta non saranno tutte facili.

Episodi: 8
Regia di Adam Bernstein, Beth McCarthy-Miller, Janicza Bravo, Scott Ellis, Wendey Stanzler.

Una seconda annata più conciliante e meno grottesca, affettuosa verso i propri personaggi

Recensione di Andrea Fornasiero

La finalizzazione del divorzio tra Frances e Robert Dufresne non è che l'inizio della seconda stagione di Divorce, in cui la coppia cerca di mantenere buoni rapporti e al tempo stesso di rifarsi una vita. La figlia Lila subisce malvolentieri di dover vivere per lo più con la madre, d'altra parte le condizioni economiche del padre, che inizialmente non ha neppure una propria abitazione, non permettono diversamente. Sfortunato nel lavori, Robert è però fortunato in amore, cosa che suscita una certa gelosia in Frances. Ha poi largo spazio il ménage matrimoniale dell'amica Diane, che sembra aver trovato una nuova intesa con il marito grazie alla pratica di conversare il meno possibile. Le cose tra loro vanno così bene che lui decide di andare in pensione, ma la convivenza per intere giornate si rivela meno rosea del previsto.

La comedy di Sharon Horgan, che ha segnato il ritorno in una serie della mitica Sarah Jessica Parker di Sex and the City, riparte con una seconda annata più conciliante e meno grottesca, affettuosa verso i propri personaggi, che a loro volta sembrano aver deposto le armi.

Questo cambio di registro probabilmente si lega a come l'autrice Sharon Horgan non abbia sceneggiato nemmeno uno degli episodi di questa stagione, così come non c'è più traccia del principale regista del scorsa annata, Jesse Peretz. Al loro posto subentrano la scrittrice Jenny Bicks, che con la star della serie aveva già lavorato su Sex and the City, e guadagna posizioni il regista Adam Bernstein (Fargo), che quest'anno dirige la metà degli episodi, tra cui quelli più importanti - ossia il primo e l'ultimo - contro i due di mezzo dello scorso anno.

A ulteriore dimostrazione della fase di rodaggio in cui è entrata la serie c'è poi la diminuzione degli episodi da dieci a otto. Questa riduzione delle schermaglie migliora però davvero le cose? Di certo non aiuta la brillantezza e i tempi comici, sebbene sia originale vedere un divorzio televisivo che non si trasforma in una guerra senza esclusioni di colpi per la custodia dei figli. D'altra parte la riduzione degli eccessi melodrammatici non porta però con sé una maggior verità, perché i problemi economici della coppia evaporano velocemente, come se i debiti e la bancarotta del marito fossero in fondo cosa da poco. Del resto con l'aiuto della amica miliardaria, Frances è davvero il prototipo della donna che cade sempre in piedi. Così Divorce diventa davvero una sorta di seguito ideale di Sex and the City, più maturo e meno gioioso, ma pur sempre lontano dalle situazioni della gente normale.

I problemi di Frances ruotano attorno principalmente a questioni affettive e alla gestione della sua galleria d'arte, dove può andare incontro a qualche stop ma non sembra vivere reali difficoltà. Allo stesso modo suo marito, interpretato da Thomas Haden Church, dopo una brevissima fase in cui subisce un lavoro per lui umiliante, si rimette in piedi così bene da poter risarcire alla moglie una cifra ingente, il tutto grazie all'aiuto della nuova compagna. Diane poi non riesce a crescere oltre il ruolo di spalla comica, nonostante le sia dedicato più spazio, mentre l'altra amica di Frances, la psicologa Dallas, vede nettamente ridotto il suo peso.

L'esplorazione del mondo dell'arte lascia poi del tutto il tempo che trova, con Frances che scopre un'artista ma non sa nemmeno spiegare cosa apprezza della pittura di lei e, allo stesso modo, un celebre gallerista si guarderà bene da entrare nel merito. In compenso non mancano banalissime stoccate alle provocazioni dell'arte contemporanea, con un'opera chiaramente scatologica. Insomma se si è persa la ferocia da una parte, dall'altra il tentativo di alzare il livello non è andato a buon fine, tanto che Divorce non è ancora stata rinnovata per una seconda stagione nonostante la trasmissione americana si sia conclusa già da alcune settimane.

Episodi: 10
Regia di Adam Bernstein, Jesse Peretz, Beth McCarthy-Miller, Jamie Babbit, Ben Taylor.

Quando Robert Dufresne scopre che sua moglie Frances sta intrattenendo una relazione extraconiugale il loro matrimonio entra in una crisi irreparabile, che peggiora allorché lei scopre i problemi finanziari che il marito le aveva nascosto. Inoltre assistere all'amica Diane che, in preda a una crisi di nervi, spara al marito nel bel mezzo di una festa fa capire a entrambi che forse la soluzione più salutare è sciogliere il matrimonio, impossibile però farlo senza entrare in una battaglia di richieste e recriminazioni...
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati