Camminando sull'Acqua

Film 2016 | Documentario +13 52 min.

Anno2016
GenereDocumentario
ProduzioneItalia
Durata52 minuti
Regia diGianmarco D'Agostino
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,00 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Gianmarco D'Agostino. Un film Genere Documentario - Italia, 2016, durata 52 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,00 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Camminando sull'Acqua tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

L'alluvione raccontata attraverso interviste inedite e impressionanti filmati d'archivio mai visti prima e interamente a colori.

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,00
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Critica
Premi
Cinema
Trailer
In un emozionante crescendo, l'opera racconta una storia dimenticata di profondo smarrimento e disperazione. .
Recensione di Olivia Fanfani
Recensione di Olivia Fanfani

Alle 21:42 del 4 novembre 1966 le spallette dell'Arno, tra gli Acciaioli e il Ponte alle Grazie, hanno ceduto. Il fiume è straripato. Firenze è un'immensa palude limacciosa, di acqua e fango, detriti e macerie che si estendono per oltre sei chilometri nei quartieri a nord del fiume che attraversa il centro storico. I primi ad andarsene sono luce e gas, l'energia elettrica rimane privilegio di pochi, ben presto anche i viveri scarseggiano e molte delle botteghe artigiane non riescono a resistere alla potenza dell'acqua. Il dramma scivola silenzioso tra i viottoli acciottolati riversandosi nelle piazze, chi è riuscito a lasciare per tempo le proprie abitazioni assiste inerme all'invasione melmosa che avanza in direzione del centro città.
Alle 10.42 Firenze è totalmente isolata, le linee telefoniche interrotte, così come le reti stradali. Per molti l'unica soluzione è riversarsi sui tetti. La mattina del 5 novembre, l'ANSA batte la notizia: "una città di fango", con "migliaia di persone che vagano per le strade...non ci sono curiosi, ad aggirarsi smarriti, in questa scena allucinante, sono gli abitanti".
In questo contesto, cominciò a muoversi con la sua macchina da presa Beppe Fantacci che, accompagnato dal figlio Paolo (allora undicenne) e insieme a Emilio Pucci e Enzo Tayar, escogitò un modo per far fronte a quella che, in quel mattino di novembre, apparve subito come una catastrofe. In un emozionante crescendo, l'opera racconta come i tre uomini d'affari istituirono il Fondo ALFA (American Loans to Florenze Artisans) creato per sensibilizzare i manager americani dei più grandi stores americani e raccogliere così i fondi necessari ad aiutare l'artigianato a risollevarsi dal fango.
Il risultato è un documentario che mostra i giorni dell'alluvione e la lenta ripresa di una città messa in ginocchio dall'immensa forza distruttrice del fiume. Un documento ripreso dal giovane regista Gianmarco D'Agostino che, in occasione del cinquantenario da quel fatidico 4 novembre, alterna materiali d'archivio (inediti) con testimonianze dirette delle famiglie Bargellini, Fantacci, Ferragamo, Pucci e Tayar.
Così come fu per il maestro Zeffirelli che in quella stessa occasione mobilitò Richard Burton con un commovente videomessaggio di solidarietà, D'Agostino ripercorre i momenti concitati in cui Fantacci decise che era arrivato il momento per il mondo di aiutare l'industria fiorentina, in una storia dimenticata di profondo smarrimento e disperazione. 

Sei d'accordo con Olivia Fanfani?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 10 novembre 2016
Anna Maria Falchi

Per chi come me non era ancora nato nel 1966, vedere questo documentario è stato a dir poco emozionante e commovente. Avevo visto altre volte foto d'archivio e brevi filmati in bianco e nero, le immagini restituivano sempre il ricordo di un passato doloroso, ma quasi dimenticato. Una triste cartolina d'altri tempi. L'Arno, dopo la furia devastatrice della piena, aveva lasciato Firenze allibita, sotto [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 novembre 2016
Albertc

Ricordo bene quei giorni, quelli dell'alluvione, l'odore pungente del gasolio, l'umidità, il silenzio e la devastazione. Ero bambino ma tutto questo è stampato nella mia memoria. Sulla nostra alluvione si sono stampate migliaia e migliaia di pagine di libri fotografici, altalenanti fra la documentazione del disastro, la retorica e la miseria dei vinti dal fango.

giovedì 10 novembre 2016
Divier Nelli

"Camminando sull'acqua" è un documentario solido, preciso, puntuale. Il giovane regista Gianmarco D'Agostino è riuscito a mettere bene in luce l'operato di un uomo, Beppe Fantacci, che all'indomani della devastante alluvione del 1966 fu in grado di aiutare e donare speranza a tanti fiorentini. Sicuramente da guardare.

mercoledì 9 novembre 2016
Silvia

Un'attenta ricostruzione di quei drammatici giorni in cui vennero fuori le caratteristiche e i sentimenti migliori dei fiorentini

martedì 8 novembre 2016
Cristina Barone

Il dramma di quei giorni filtrato dagli occhi attenti ed increduli di un babbo ed un figlio undicenne, testimonianza di un evento drammatico che diventa spunto per portare solidarietá e aiuto concreto alla rinascita del tessuto economico della cittá ferita, uno spirito di unione che accomuna persone diverse, che trovano la forza di reagire grazie a quel ritrovato senso di umanità' e calore.

martedì 8 novembre 2016
no_data

Vivace scambio di testimonianze vissute in prima persona o raccolte dai familiari più vicini che hanno vissuto l'alluvione, tutte unanimi nell'evidenziare la volontà di rinascita della popolazione fiorentina. Bello che resti testimonianza viva della partecipazione concreta a quanto accaduto, non solo italiana ed europea, ma anche extraeuropea: la solidarietà in nome del bello che eleva l'uomo.

martedì 8 novembre 2016
no_data

Vivace scambio di testimonianze vissute in prima persona o raccolte dai familiari più vicini che hanno vissuto l'alluvione, tutte unanimi nell'evidenziare la volontà di rinascita della popolazione fiorentina. Bello che resti testimonianza viva della partecipazione concreta a quanto accaduto, non solo italiana ed europea, ma anche extraeuropea: la solidarietà in nome del bello che eleva l'uomo.

martedì 8 novembre 2016
antonella fantozzi

Lasciatevi sorprendere dalla storia di un fiorentino da non dimenticare: Beppe Fantacci. Un racconto documentato dallo stesso protagonista del film che rivela come l'alluvione del 66 abbia segnato, anche in positivo le vite di chi quell'esperienza l'ha vissuta.

martedì 8 novembre 2016
no_data

 Vivace scambio di testimonianze vissute in prima persona o raccolte dai familiari più vicini che hanno vissuto l'alluvione, tutte unanimi nell'evidenziare la volontà di rinascita della popolazione fiorentina. Bello che resti testimonianza viva della partecipazione concreta a quanto accaduto, non solo italiana ed europea, ma anche extraeuropea: la solidarietà in [...] Vai alla recensione »

sabato 2 febbraio 2019
Gimmonthefly

...per la bella recensione.Gianmarco

giovedì 24 novembre 2016
Silvia

  Camminado sull'acqua del giovane regista Gianmarco D'Agostino è un documentario molto delicato e toccante. Ti emoziona dal primo all'ultimo fotogramma. Dalle immagini d'epoca dell'alluvione e dalle interviste emerge bene lo stato d'animo di quei momenti, si sente la voglia di ricominciare e la solidarietà tra le persone.

RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati