Lista d'attesa

Film 2000 | Commedia 102 min.

Titolo originaleLista de espera
Anno2000
GenereCommedia
ProduzioneFrancia, Messico, Spagna, Cuba
Durata102 minuti
Regia diJuan Carlos Tabío
AttoriJorge Perugorría, Vladimir Cruz, Tahimi Alvariño, Antonio Valero, Saturnino Garcia .
MYmonetro 3,22 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Juan Carlos Tabío. Un film con Jorge Perugorría, Vladimir Cruz, Tahimi Alvariño, Antonio Valero, Saturnino Garcia. Titolo originale: Lista de espera. Genere Commedia - Francia, Messico, Spagna, Cuba, 2000, durata 102 minuti. - MYmonetro 3,22 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Lista d'attesa tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una stazione, autobus strapieni e una lunga lista d'attesa. Ma l'attesa si trasforma in occasione di ritrovata solidarietà.

Consigliato sì!
3,22/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA
PUBBLICO 3,44
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
News
Premi
Cinema
Trailer
Non aspettate ad andarlo a vedere.
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

Una stazione, autobus strapieni e una lunga lista d'attesa. Ma l'attesa si trasforma in occasione di ritrovata solidarietà. Progressivamente le tensioni calano, risbocciano passioni sopite, nascono nuovi amori. E, soprattutto, si lavora insieme per migliorare quel piccolo mondo che è la fatiscente stazione d'autobus. Dopo Fragola e cioccolato e Guantanamera,girati con lo scomparso Tomas Gutiérrez Alea, Tabio realizza una piccola commedia che riconcilia con il cinema.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Cuba, primi anni '90. Nella stazione degli autobus di una cittadina costiera decine di persone aspettano di partire - chi verso est per Santiago e chi verso ovest per L'Avana - ma nei rari pullman che passano i posti sono già occupati. Nell'attesa che dura molti giorni, si dispiegano rapporti sentimentali o conflittuali tra i personaggi principali. Tratta da un racconto (1995) di Arturo Arango, molto liberamente riscritto dal regista con Senel Paz, è una commedia corale su una situazione bloccata: impianto realistico alla Zavattini; tono di un Gogol caraibico che punzecchia burocrati e funzionari supini alla disciplina di partito; atmosfera tipicamente cubana che rispecchia i primi anni duri del Periodo Especial. È un po' scontato l'espediente del sogno che, però, sottolinea il versante metaforico e ne offre una esplicita lettura politica in chiave di solidarietà socialista e di necessità dell'utopia. Nell'assillo di piacere a tutti i costi all'estero, si cela la furbizia di una critica politicamente corretta al regime. Premiato per la sceneggiatura al festival dell'Havana.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 13 gennaio 2011
mario_platonov

Tabio confeziona una commedia semplice e briosa che si concede anche il lusso, in apertura, di citare esplicitamente Bunuel. Un gruppo di persone rimane bloccato in un’isolata stazione di servizio per il guasto ad un autobus. Quello che sembra un incubo kafkiano si trasforma piano piano in una convivenza dove viene fuori il lato migliore degli uomini.

mercoledì 18 gennaio 2012
McMara

Tra sogno e realtà... una commedia che trasmette ottimismo e speranza per il futuro in un mondo dove tutto va a rotoli.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Lista d'attesa è un raro caso di rapporto non conflittuale fra cinema e letteratura. Leggendo l'omonimo racconto del connazionale Arturo Arango (pubblicato nel 1994 ed edito in Italia da Fazi), il cineasta cubano Juan Carlos Tabío ha avuto subito voglia di trarne un film; e dal canto suo lo scrittore non ha avuto problemi a concedere che la pagina venisse adattata alle esigenze dello schermo in piena [...] Vai alla recensione »

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

È come se tutto il popolo di Cuba si fosse dato appuntamento nella piccola, sperduta stazione di autobus in cui si svolge L'sta d'attesa, di Juan Carlos Tabio. Un edificio fatiscente, sulla riva del mare: una metafora trasparente del Paese di Fidel, con la manutenzione rimandata all'infinito, i richiami continui al senso civico e ai "doveri" rivoluzionari, i beni più elementari che scarseggiano o addirittur [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

È un’utopia, quella narrata in Lista d'attesa. D'altra parte, un'utopia non sempre vale l'altra. Alcune - la maggior parte? - amano le grandi parole e i rulli dei tamburi, e al loro suono combinato si danno da fare per mettere in marcia gli uomini e le donne, tesi alla metà e tutti bene allineati dietro un capo carismatico. Altre - la gran minoranza? - preferiscono toni e ritmi più trattenuti, più [...] Vai alla recensione »

Aldo Fittante
Film TV

In una stazione ancora lontana dall'Avana, un pullman, tanto per cambiare, si rompe. Le persone che da ore lo attendevano, sono così costrette a "rilassarsi", perché chissà quando arriverà il pezzo di ricambio. L'occasione, tuttavia, viene sfruttata dai malcapitati per conoscere e per conoscersi (Marzullo docet), per tentare di convincere una donna a lasciare il fidanzato per caso e darsi all'amore [...] Vai alla recensione »

Stefano Lusardi
Ciak

L'autobus della rivoluzione è andato in pezzi e ripararlo è inutile, perché anche i pezzi di ricambio sono obsoleti. Buttarsi sulla new economy? Abbracciare a corpo morto la flessibilità? Il gruppo di passeggeri di Lista d'attesa propone una soluzione alternativa: ricominciare da capo. Dipingendo con nuovi colori l'utopia, rinunciando a fughe ed egoismi per ritrovare il perduto valore della solidarietà [...] Vai alla recensione »

Silvio Danese
Quotidiano.net

La lista è la società in crisi, l'attesa l'occasione per ricostruire. Una stazione d'autocorriera diventa metafora del mondo. Dall'omonimo racconto del cubano Arturo Arango, un sogno d'utopia voltato in commedia, in cui si ridà valore al bisogno di comunicazione e creatività nel paese che ha dimenticato, distrutto o distorto la purezza mitica del socialismo, a cui si richiama troppo fiducioso il film [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

La gente che per ore, per giorni, aspetta un autobus praticabile in una stazione di autobus d'una piccola città di Cuba, è la protagonista di una strana storia dalla conclusione lieta. A parte ogni merito di Lista d'attesa, è singolare vedere un aspetto e un modo di comportarsi delle persone a cui non si è più abituati. Tratto da un racconto di Arturo Arango (editore Fazi), diretto dal regista cubano [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati