Glory to the Filmmaker!

Un film di Takeshi Kitano. Con Takeshi Kitano, Anne Suzuki, Keiko Matsuzaka, Yoshino Kimura, Kazuko Yoshiyuki.
continua»
Titolo originale Kantoku Banzai!. Commedia drammatica, durata 104 min. - Giappone 2007. MYMONETRO Glory to the Filmmaker! * 1/2 - - - valutazione media: 1,90 su 10 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato no!
1,90/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * - - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblicon.d.
Kitano interpreta un regista che, nel tentativo di realizzare un film di grande successo passa da un genere cinematografico all'altro.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
La conferma del congelamento della vena creativa di Kitano, apparentemente alla ricerca di nuove idee
Mattia Nicoletti     * * - - -
Locandina Glory to the Filmmaker!

Takeshi Kitano in persona, dopo avere dichiarato di non voler realizzare più film violenti, si domanda quale debba essere il genere cinematografico da affrontare, per continuare ad avere qualcosa da dire. Come regista, come autore. Già con Takeshis', due anni prima, Kitano aveva cominciato, con ironia ed egocentrismo, a esaminare il Kitano regista, e le possibili evoluzioni del proprio cinema.
Oggi, si presenta ancora alla Mostra del Cinema di Venezia, con un film sperimentale, che fa letteralmente il check-up al cineasta (il film inizia con un manichino di legno che indossa una maglietta azzurra con il logo 'Kitano Office', all'interno di un'ospedale) e che rappresenta, ancora con grande autoironia, come Kitano realizzerebbe film di generi cinematografici differenti. Partendo dall'ilare versione di cinema nipponico stile 'Ozu', per passare al film sentimentale, al Cappa e Spada, alla Fantascienza, in pochi minuti, il regista crea e distrugge, con tecniche diverse (vanno dall'animazione passo uno a un finto CGI), per poi finire in un ibrido sconclusionato che dovrebbe raffigurare morte e glorificazione del maestro giapponese.
Per la prima parte il film induce al sorriso, soprattutto chi conosce Kitano e ha familiarità con il suo cinema, ma nel suo incedere poco incisivo e ripetitivo, Glory to the filmmaker! non perde il suo significato, ma conferma un congelamento della vena creativa del regista, apparentemente alla ricerca di nuove idee.

Stampa in PDF

* * * - -

Takeshi, senza cinema

venerdì 8 febbraio 2008 di Giuseppe Marino

Se ne possono dire cose opposte, stimarlo per il coraggio o detestarlo per la presunzione, entrambe le reazioni sarebbero giustificate. Ed in realtà coesistono. L'operazione ha molto in comune con Takeshis', ma se il (meta)film del 2005 era prettamente autoreferenziale, stavolta si gioca sui generi, e la ricerca sconclusionata di un copione che sia gradevole al pubblico è esplicitata da una voce over. Nella prima metà vengono accennati una decina di incipit differenti: stile Ozu, in b/n, l'horror continua »

* * * * -

Un manichino al momento giusto e ciak, si gira...

sabato 3 luglio 2010 di Paola Di Giuseppe

Di fronte a Glory to the filmmaker si resta per un po’ senza parole: cos’è? ci si chiede, un seppuku rituale, una coraggiosa autoaffermazione (io sono io e non il pupazzo dei critici), un gioco a cui si chiede al pubblico di partecipare senza farsi troppe domande (afferma Masayuki Mori, il produttore: “In Giappone non abbiamo avuto il successo che speravamo perché il pubblico non è riuscito ad accettare la coesistenza tra la parte seria del film e la comicità. In realtà noi abbiamo cercato di dare continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Glory to the Filmmaker! adesso. »

INCONTRI | Incontro con Takeshi Kitano, premiato col Samurai Award.

Gloria al filmmaker iconoclasta

martedì 28 ottobre 2014 - Emanuele Sacchi

Tokyo Film Festival, gloria al filmmaker iconoclasta Forse non è più il regista trendy sulla bocca di chi vuole ben figurare nei salotti bene, né l'istrionico inventore di giochi autolesionisti e senza frontiere. Ma Kitano Takeshi resta, e resterà a lungo, una delle figure centrali del cinema giapponese. Oltre che per i suoi capolavori come regista, anche per la sua irriverenza di personaggio sfrontato e iconoclasta. Che in passato non si vergognava di mettere in scena una parodia di Ozu (Glory to the Filmmaker!) oppure di confessare di non aver conoscere i film di Kurosawa Akira.

   

INCONTRI | Takeshi Kitano mette sul piatto del festival un film caotico e cubista.

Glory To The Filmmaker! La distruzione dei generi

giovedì 30 agosto 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Glory To The Filmmaker! La distruzione dei generi Qual è il genere cinematografico da affrontare, per continuare ad avere qualcosa da dire e ottenere successo al botteghino? Se lo chiede Takeshi Kitano in persona in Glory To The Filmmaker!, film altamente sperimentale che mescola lo sci-fi all'horror, la storia d'amore al dramma del periodo Showa. Il regista crea e distrugge le immagini dando luogo a una sorta di caos visivo, frammentato, tenuto insieme solo dalle musiche di Shinichirô Ikebe che fanno da collante fornendo un supporto sonoro per tenere insieme tutti i pezzetti.

Takeshi Kitano, scommessa «cubista»

di Cristina Piccino Il Manifesto

La prima definizione possibile è un gesto di amore per il cinema. Pure se Takeshi «Beat» Kitano si dice frustrato dal fatto che il cinema in un secolo di storia non ha prodotto nessuna mutazione radicale, rotture tipo il cubismo per capirci e così lui, Takeshi, figura assai «cubista» nella fisicità e nell'immagine almeno in Giappone, dove gli occhi un po' più «snob» sono ancora diffidenti verso questo personaggio visto come un ibrido di fama tv e improvvisa aura autoriale (di cinema) nel mondo ha voluto provarci. »

di Davide Turrini Liberazione

Altro film Fuori Concorso è Glory to the filmaker! di Takeshi Kitano. Non tanto tempo fa al Lido bastava apparisse al primo secondo del primo rullo la K di Office Kitano, la casa di produzione del nostro, per gridolini di giubilo. Oggi Kitano fatica a riprendere quella quota capolavoro raggiunta con film come Dolls o Hana-bi . In Glory… si compie l'ennesima circumnavigazione sull'"8 e mezzo" dell'artista. Dopo Fellini, Allen e Moretti, la paralisi creativa tocca pure a Kitano che inizia il film con la geniale visita medica con tanto di tac, endoscopia e addirittura ecografia, per il suo doppio di cartone. »

Fra cannibali e follie di Kitano

di Roberto Nepoti La Repubblica

Anni fa, in un'intervista, Takeshi Kitano disse che fare cultura in Giappone, oggi, è facile quanto insegnare a un asino a pulirsi il sedere dopo i bisogni. Così, la storia del suo film Kantoku Banzai! (Gloria al regista!) è quella di un film che non si riesce a realizzare. Kitano mette in scena se stesso: stanco dei racconti di gangster che hanno fatto la sua fama, sperimenta tutti i generi: il "classico" in bianco e nero alla Ozu (ma "è impossibile raccontare le classi medie: ormai non ci sono che i ricchissimi e i poveri"); il dramma sentimentale in diverse declinazioni; il film di spada e di Ninja (dove fa il verso al suo stesso Zatoichi), la storia famigliare di gusto rétro; l'horror e la fantascienza. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Kantoku Banzai! (Viva il regista) di Takeshi Kitano, fuori concorso è un ironico scherzo autobiografico giapponese. Il grande Kitano ha promesso di non fare più quello che ritiene di saper fare meglio, i film di gangster, e non sa come indirizzarsi. Tenta le opere di genere: storie sulla vita quotidiana di gente comune («come Ozu, che piace tanto a Wim Wenders»), storie d'amore (autista innamorato di commessa), storie horror, storie di - spade e di ninja, di fantascienza, di comicità sportiva (Zidane abbatte tutti i rivali a testate). »

Glory to the Filmmaker! | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità