L'asso nella manica

Acquista su Ibs.it   Dvd L'asso nella manica   Blu-Ray L'asso nella manica  
Un film di Billy Wilder. Con Kirk Douglas, Jan Sterling, Robert Arthur, Porter Hall, Frank Cady.
continua»
Titolo originale Ace in the Hole. Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 112 min. - USA 1951. MYMONETRO L'asso nella manica * * * * 1/2 valutazione media: 4,59 su 19 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,59/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
Kirk Douglas
Kirk Douglas (100 anni) 9 Dicembre 1916 Interpreta Charles 'Chuck' Tatum
Jan Sterling
Jan Sterling 3 Aprile 1921 Interpreta Lorraine Minosa
Robert Arthur
Robert Arthur 18 Giugno 1925 Interpreta Herbie Cook
Porter Hall
Porter Hall 19 Settembre 1888 Interpreta Jacob Q. Boot
Frank Cady
Frank Cady 8 Settembre 1915 Interpreta Il signor Federber
Richard Benedict
Richard Benedict 8 Gennaio 1920 Interpreta Leo Minosa
Charlie Tatum, giornalista con la carriera in avaria, si ritrova in un giornaletto di provincia. La sua grinta e il suo professionismo fanno presa in quell'ambiente.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
    * * * * *
Locandina L'asso nella manica

Charlie Tatum, giornalista con la carriera in avaria, si ritrova in un giornaletto di provincia. La sua grinta e il suo professionismo fanno presa in quell'ambiente. Ma Tatum sogna lo scoop. E lo trova nella figura di Leo Minosa, un pover'uomo rimasto bloccato in una caverna. Tatum organizza attorno a quell'uomo intrappolato una magistrale montatura giornalistica. Diventa amico dello sventurato e amante della moglie, moralmente degna di lui. Una grande folla si accalca attorno alla galleria. Tatum dirige le operazioni, ma Leo muore e Tatum è ucciso dalla vedova. Charlie Tatum è uno dei più spregevoli eroi dell'intera storia del cinema. Questo elemento indispensabile al film, è anche il motivo del suo insuccesso. Nessuna possibilità di consolazione è concessa allo spettatore. Con una spietata e incalzante narrazione, Wilder ci dimostra come il successo sia il tallone di Achille di una società opulenta come quella americana. Nulla viene risparmiato in questa crudele requisitoria dal talento di Wilder, in anticipo sui tempi di almeno vent'anni. Il film venne ritirato, come talvolta usa fare la Paramount, vedi il caso di Salvate la tigre, e rimesso in circolazione con un altro titolo: The Big Carnival. Quello originario era Ace in the Hole. Fu comunque un notevole "flop" dal punto di vista degli incassi. Mettere sotto accusa il pubblico stesso era una concessione che Wilder ottenne in virtù delle sue credenziali e della permissività della Paramount. Ma il devastante ritratto del protagonista era francamente troppo per il pubblico americano. Tuttavia la sceneggiatura de L'asso nella manica, a opera dello stesso Wilder e di Lesser Samuels e Walter Newman, è stimolante e cinematograficamente perfetta. Douglas implorò Wilder di ammorbidire il personaggio del cronista. Wilder tenne duro e tutto sommato pensiamo avesse ragione lui. La critica, formata per lo più da giornalisti, si sentì offesa e abbandonò il film al suo destino. Wilder racconta di avere in seguito assistito a un incidente stradale. Mentre lui cercava soccorso per un ferito, un fotografo si limitava a scattare foto mormorando: "Devo pubblicare le foto". L'episodio lo mise in pace con la sua coscienza. L'interpretazione di Douglas è scandalosamente perfetta. Infatti non ebbe l'Oscar. E cosa ancora più incredibile non lo ebbe in tutta la carriera. Una inspiegabile dimenticanza di Hollywood o una postuma vendetta? Ma l'emozione che suscita il film ogni volta che si ha la fortuna di rivederlo è il giusto compenso morale, che non è poco, concesso al più intransigente ed efferato capolavoro del cinema americano. John Ford usava dire: "Quando hai dubbi sulla tua carriera, fai un western". Il successivo film di Douglas fu un western.

Stampa in PDF

Premi e nomination L'asso nella manica MYmovies
L'asso nella manica recensione dal dizionario Farinotti
Premi e nomination L'asso nella manica

premi
nomination
Festival di Venezia
2
0
Premio Oscar
0
1
* * * * *

"tell the truth..."

venerdì 6 agosto 2010 di chriss

"Tell the truth" è la frase scritta all' interno di un quadretto appeso fuori la porta dell' editore di un giornale di un piccolo paese americano. La segretaria gli ha fatto pure la cornicetta...Quando giunge in paese Charles Tatum, un giornalista di New York in cerca di un impiego ( gode di una pessima reputazione ), quella frase, che sembra tanto onesta perché scritta da persone oneste, verrà spazzata via da tanta disonestà. continua »

* * * * *

Asso nella manica

lunedì 4 gennaio 2010 di G. Romagna

Crudo, cinico, spietato, semplice, coraggioso ed illuminante. Probabilmente il miglior film di Wilder, per conto mio ancor più bello di Viale del Tramonto. Bravissimo Kirk Douglas e di grande respiro tutta l'evoluzione della vicenda, che fortunatamente rifugge ogni tentazione edulcorativa con conseguente lieto fine raffazzonato -come invece, ahimè, lo stesso regista aveva fatto in Giorni Perduti, storpiando un film altrimenti magistrale. Capisco, dopo aver visionato il lavoro in questione, perchè continua »

* * * * *

Un film che anticipa i tempi...

lunedì 30 agosto 2010 di chriss

L' Asso nella manica è un film che anticipa i tempi. Forse sarebbe il caso di dire che anticipò i tempi, ma va bene lo stesso: resta comunque il fatto che difficilmente sarà dimenticato dai mass-media e dal sottoscritto. Anche la triste storia di Alfredino Rampi, seppur lontana di quasi trent' anni fa, è ancora viva negli occhi di tutti, specialmente di chi provò a salvarlo calandosi nel pozzo. Io me la ricordo vagamente, ma se chiedessi continua »

* * * * -

L'accecante spettacolo delle verità di cartapesta

domenica 17 maggio 2015 di Andrea Alesci

Ha i penetranti lineamenti di Kirk Douglas il volto della società spettacolarizzata, che tutto è disposta a fare per guadagnarsi quei “15 minuti di celebrità” decantati da Andy Warhol e poi divenuti paradigma di un mondo che si rimira nello specchio del successo. Preveggente Billy Wilder, tanto da non incontrare allora i favori della critica, proprio per la sfacciata esibizione di un mondo araldo della mistificazione: quello del giornalismo.   Ed è continua »

Kirk Douglas e Porter Hall, giornalista l'uno spregiudicato e l'altro dotato di senso della misura, si disputano un giovane cronista
Non sperate che il ragazzo vi segua. Lui vuole muoversi, muoversi...
Per andare dove?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Kirk Douglas e Porter Hall, giornalista l'uno spregiudicato e l'altro dotato di senso della misura, si disputano un giovane cronista
Non sperate che il ragazzo vi segua. Lui vuole muoversi, muoversi...
Per andare dove?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Kirk Douglas a Jan Sterling
Quando vi schiarirono i capelli dovevano schiarirvi anche il cervello.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | L'asso nella manica

Uscita in DVD

Cover Dvd L'asso nella manica È disponibile in tutti i negozi il dvd L'asso nella manica di Billy Wilder con Kirk Douglas, Jan Sterling, Robert Arthur, Porter Hall. Distribuito da A & R Productions. Su internet L' asso nella manica è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,09 €
Prezzo di listino: 12,99 €
Risparmio: 3,90 €
Aquista on line il dvd del film L'asso nella manica

di Georges Sadoul

Un giornalista (Kirk Douglas) organizza attorno al caso d’un minatore bloccato in una miniera (Richard Benedict) un enorme cancan pubblicitario di cui finirà per essere vittima, ucciso dalla moglie di quello (Jan Sterling ). Con la spietatezza e la freddezza che caratterizzano la sua opera – sia essa brillante o drammatica, come in questo caso –Wilder traccia un ritratto dei metodi giornalistici americani, uno dei capitoli di un’analisi conseguente di una società. La kermesse organizzata attorno alla miniera dove un uomo agonizza – ed è lasciato agonizzare perché il “caso” duri più a lungo – ne è solo uno degli episodi più significativi. »

di Walter Veltroni

Vermicino, trent’anni prima. Il film di Billy Wilder fu evocato molte volte, in quei giorni tristi. Quando tutta Italia si fermò, notte e giorno, davanti ai televisori accesi. Milioni di persone guardavano un buco della terra. Lì dentro c’era un bambino solo e disperato. Intorno un grande «Circo Barnum» di acrobati, contorsionisti, gente generosa e mitomani. Di storie così la cronaca ne racconta decine ogni giorno. Ma lì era arrivata la macchina strepitosa della tv e tutto era diventato diverso, una tragedia collettiva, un incubo da Auditel. »

di Mario Gromo La Stampa

Il titolo era Ace in the Hole («L'asso nella manica») l'allusione al baro vi era evidente; è stato sostituito da The big Carnival, più generico ma forse più appropriato. Sopratutto per alcune intenzioni quasi satiriche che non è difficile rintracciare nella ormai vasta opera del Wilder, e che in questo suo ultimo film tenderebbero a una maggiore evidenza. Protagonista è Charles Tatum. E questo cognome imperversa e tambureggia (tètom, tètom) specialmente sulle sue labbra. Quante volte non ha sognato che diventasse una «firma», la celebre firma di un grande reporter? Ma sono i fatti, che fanno i grandi reporters; o le buone occasioni per dilatare, quasi inventare, dei fatti che ad altri sembrerebbero trascurabili. »

di Gian Piero dell'Acqua

In una miniera isolata, un operaio è sepolto vivo. Un giornalista decaduto e senza scrupoli sfrutta la situazione e, ritardando la liberazione del prigioniero, trasforma il luogo in un “grande carnevale”, in una mela di picnic domenicali per folle di curiosi. Finché il poveraccio muore. Un altro buon film, e forse il migliore, di Wilder sugli aspetti più ingrati della società americana, sia pure visti, qui, attraverso un caso limite alquanto enfatizzato, invece che ricondotto a pretesto quale era. »

L'asso nella manica | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Stefano Lo Verme
Pubblico (per gradimento)
  1° | chriss
  2° | g. romagna
  3° | chriss
  4° | andrea alesci
  5° | luca scialò
  6° | il cinefilo
Festival di Venezia (2)
Premio Oscar (3)


Articoli & News
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità