Siamo uomini o caporali?

Acquista su Ibs.it   Dvd Siamo uomini o caporali?   Blu-Ray Siamo uomini o caporali?  
Un film di Camillo Mastrocinque. Con Paolo Stoppa, Totò, Fiorella Mari, Franca Faldini, Nerio Bernardi.
continua»
Comico, b/n durata 94 min. - Italia 1955. MYMONETRO Siamo uomini o caporali? * * * - - valutazione media: 3,40 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
Consigliato sì!
3,40/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
Paolo Stoppa
Paolo Stoppa 6 Giugno 1906 Interpreta Il capocomparse; il milite fascista; il direttore del lager; l'ufficiale americano; il direttore del rotocalco; l'industriale
Totò
Totò 15 Febbraio 1898 Interpreta Totò Esposito
Fiorella Mari
Fiorella Mari (89 anni) 21 Giugno 1928 Interpreta Sonia
Franca Faldini
Franca Faldini 10 Febbraio 1931 Interpreta Una giornalista
Nerio Bernardi
Nerio Bernardi 23 Luglio 1899 Interpreta Lo psicanalista
Sylva Koscina
Sylva Koscina 22 Agosto 1933 Interpreta L'aspirante attrice
Totò è un poveraccio maltrattato dalla vita. Al punto che può teorizzare sulle sue disgrazie. Secondo lui la gente si divide in "uomini" (quelli che l...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
    * * * - -
Locandina Siamo uomini o caporali?

Totò è un poveraccio maltrattato dalla vita. Al punto che può teorizzare sulle sue disgrazie. Secondo lui la gente si divide in "uomini" (quelli che lavorano e fanno fatica) e "caporali" (che fan faticare gli altri). E ricorda i molti "caporali" incontrati nella sua vita: il gerarchetto fascista, l'ufficiale americano, il giornalista marpione, l'industrialotto lombardo. Costui gli soffierà anche la fidanzata.

Stampa in PDF

Premi e nomination Siamo uomini o caporali? MYmovies
* * * * -

L'eterna lotta tra gli uomi e i caporali

mercoledì 14 luglio 2010 di Luca Scialò

Antonio Esposito viene trasportato in una clinica psichiatrica dopo aver aggredito un capo-comparsa e aver rovinato il set di uno dei tanti film (mediocri e non) che negli anni '50 si giravano a Cinecittà. Visitato da uno psichiatra, racconterà tutte le sue disavventure vissute fino ad allora, soprattutto i soprusi che un "caporale" di turno gli ha fatto patire. La sceneggiatura è dello stesso Totò, per un film comico solo "sulla carta" ma su continua »

* * * - -

E' commedia o tragedia?

domenica 19 agosto 2007 di Marco

La storia, o meglio le disavventure del Totò di turno vorrebbero assumere contorni tragi-comici; purtroppo la regia di Mastrocinque non ottiene altro che un confuso ibrido che non oltrepassa i limiti della commedia all'italiana: i punti "tragici" appaiono come lunghi attimi di stasi, insomma, non coinvolgono. Lo spettatore rimane allora lì ad aspettare una gag che non si eleva ai livelli consueti (di Totò), condizionata com'è dall'intento tragico del soggetto (a cui lo stesso Totò ha collaborato). continua »

* * * * -

Ieri, oggi, domani

domenica 6 luglio 2014 di Luigi Chierico

Totòin que sto film ci dà una malinconica lezione di vita,ridendo e scherzando ci dice la verità nella sua cruda,generale ed eterna realtà.Sebbene sia un film divertente che va visto e non riportato,per via delle tante battute di spirito e giochi di parole,che spesso sfuggono,tuttavia nasconde un velo di tristezza,di sconforto così profondo che coinvolge tutti gli “uomini” e donne che lo vedono.E’la vita di sempre di“Ieri,oggi,domani”,in un mondo gerarchico.Nella gerarchia militare il primo livello continua »

Totò espone le proprie teorie allo psichiatra Merlo Bernardi
Dottore, Le spiego. L'umanità io l'ho divisa in due categorie di persone: uomini e caporali. La categoria degli uomini è la maggioranza, quella dei caporali per fortuna è la minoranza. Gli uomini sono quegli esseri costretti a lavorare tutta la vita come bestie, senza vedere mai un raggio di sole, senza la minima soddisfazione, sempre nell'ombra grigia di un'esistenza grama. I caporali sono appunto coloro che sfruttano, che tiranneggiano, che maltrattano, che umiliano. Questi esseri invasati dalla loro bramosia di guadagno li troviamo sempre a galla, sempre al posto di comando, spesso senza avere l'autorità, l'abilità o l'intelligenza, ma con la sola bravura delle loro facce toste, della loro prepotenza, pronti a vessare il povero uomo qualunque. Dunque, dottore, ha capito? Caporali si nasce, non si diventa: a qualunque ceto essi appartengano, di qualunque nazione essi siano, ci faccia caso: hanno tutti la stessa faccia, le stesse espressioni, gli stessi modi, pensano tutti alla stessa maniera.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Totò espone le proprie teorie allo psichiatra Merlo Bernardi
Dottore, Le spiego. L'umanità io l'ho divisa in due categorie di persone: uomini e caporali. La categoria degli uomini è la maggioranza, quella dei caporali per fortuna è la minoranza. Gli uomini sono quegli esseri costretti a lavorare tutta la vita come bestie, senza vedere mai un raggio di sole, senza la minima soddisfazione, sempre nell'ombra grigia di un'esistenza grama. I caporali sono appunto coloro che sfruttano, che tiranneggiano, che maltrattano, che umiliano. Questi esseri invasati dalla loro bramosia di guadagno li troviamo sempre a galla, sempre al posto di comando, spesso senza avere l'autorità, l'abilità o l'intelligenza, ma con la sola bravura delle loro facce toste, della loro prepotenza, pronti a vessare il povero uomo qualunque. Dunque, dottore, ha capito? Caporali si nasce, non si diventa: a qualunque ceto essi appartengano, di qualunque nazione essi siano, ci faccia caso: hanno tutti la stessa faccia, le stesse espressioni, gli stessi modi, pensano tutti alla stessa maniera.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Totò
Signori si nasce...e io modestamente lo nacqui!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Siamo uomini o caporali?

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 11 settembre 2007

Cover Dvd Siamo uomini o caporali? A partire da martedì 11 settembre 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Siamo uomini o caporali? di Camillo Mastrocinque con Paolo Stoppa, Totò, Fiorella Mari, Franca Faldini. Distribuito da Cecchi Gori Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - italiano, Dolby Digital 1.0 - mono. Su internet Siamo uomini o caporali? è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 6,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 3,00 €
Aquista on line il dvd del film Siamo uomini o caporali?

di Alberto Anile

Nell'estate del '54 l'attore annuncia che Franca e lui avranno presto un erede: lo battezzeranno col nome Massenzio o di Teodora, dai nomi dei gloriosi antenati bizantini. Massenzio nasce prematuro, il 12 ottobre '54 e vive solo poche ore. Per Franca e Antonio, perseguitati anche dalla condanna dei perbenisti, sono settimane di disperazione. Per qualche tempo Totò evita i teatri di posa. Quando torna sul set, il suo lavoro sembra risentire di una nuova tristezza. Siamo uomini o caporali?, diretto da Mastrocinque tra febbraio e marzo del '55, vorrebbe essere il suo film-manifesto e non a caso porta lo stesso titolo della sua malinconica autobiografia. »

di Matilde Amorosi

Totò interpreta Totò Esposito. Totò Esposito è un poveraccio che cerca lavoro come comparsa a Cinecittà, umiliato e offeso dal prepotente "capocomparse", un magnifico Paolo Stoppa, sprezzante e antipatico al punto da giustificare una crisi di nervi di Esposito, che finisce in manicomio. Rincuorato dal dottore che lo visita per accertare le sue condizioni mentali, Totò gli espone la sua filosofia che divide l'umanità in uomini e caporali, e cioè le persone per bene e i mascalzoni. Per spiegare meglio le sue convinzioni, ripercorre in una serie di ricordi le tappe essenziali della sua misera esistenza, in un mosaico di episodi frustranti, da quello del direttore del campo di concentramento che lo vorrebbe fucilare, all'ufficiale americano che gli insidia la fidanzata, dal giornalista disonesto che gli fa firmare con l'inganno un falso memoriale, all'industriale vanesio che sposa la fidanzata, sfuggita a stento alle grinfie dell'ufficiale americano. »

di Walter Veltroni

Avremo usato questo titolo migliaia di volte nella nostra vita, per maledire un mondo ingiusto e ingeneroso. Il titolo è il racconto della coscienza di una cattiveria delle cose. Una coscienza descritta proprio da Totò che firma, come Antonio De Curtis, il soggetto del film, accadimento inusuale. Ma per Totò era, quello tra uomini e caporali, un discrimine decisivo, una chiave di interpretazione del genere umano. Nel film la distinzione è quasi di tipo marxiano, sfruttati e sfruttatori. La frase ha una storia. »

Siamo uomini o caporali? | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | luigi chierico
  2° | luca scialò
  3° | marco
Rassegna stampa
Alberto Anile
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità