•  
  •  
Apri le opzioni

Gloria Guida

Gloria Guida è un'attrice italiana, è nata il 19 novembre 1955 a Merano (Italia). Gloria Guida ha oggi 66 anni ed è del segno zodiacale Scorpione.

Estratto da Sexy Made in Italy, Profondo Rosso 2007 per gentile concessione dell'autore Gordiano Lupi.
I libri di Gordiano Lupi li trovi qui www.ilfoglioletterario.it e qui www.infol.it/lupi

Il sogno biondo della mia generazione: Gloria Guida. Era tanto che mi dicevo che qualcosa sul suo cinema lo dovevo proprio scrivere. Una sorta di debito di riconoscenza, di omaggio, un metaforico mazzo di rose al primo amore da studente. Perché di Gloria Guida, inutile negarlo, siamo stati innamorati tutti. Certo, c'era chi preferiva Edwige Fenech per la sua erre francese e per il nasino all'insù, oppure Nadia Cassini per quel fondo schiena così perfetto, o ancora Carmen Villani per la frangetta sbarazzina, o Lilli Carati, Femi Benussi, Anna Maria Rizzoli e chi più ne ha più ne metta. Ma Gloria Guida restava sempre Gloria Guida, almeno per me. Lei riempiva il grande schermo solo con la presenza, bastavano i suoi occhi verdi e quel sorriso un po' ingenuo e malizioso, mica ce la ricordiamo solo per il corpo. Un film di Gloria Guida era un piccolo evento e si doveva vedere subito, in prima visione e poi magari rivedere anni dopo, passato a orari incredibili sulle prime tivù locali, roba come Canale 48 o RTV 38, emittenti che non ci sono più, allora parevano uno spiraglio di libertà e di trasgressione, adesso fa solo tristezza vedere che sono finite in mano a Berlusconi che ci ripete sopra i suoi programmi spazzatura.
E allora cominciamo col dire che Gloria Guida è nata a Merano il 19 novembre del 1955 ma che si è trasferita dopo pochi anni con la famiglia a Bologna. E infatti nei primi film interpreta spesso la figura della bolognese disinibita, ma pure della contadina veneta un po' ingenua (Il gatto mammone) quasi sempre doppiata. Inizia la carriera artistica come cantante, grazie al locale che il padre gestisce sulla costa romagnola. Il suo esordio nel cinema avviene con pellicole in cui riveste i panni di una ragazzina appartenente a una famiglia della ricca borghesia alle prese con i propri drammi interiori.
Il primo film è del 1974: La ragazzina, seguito da La minorenne. Sono pellicole che narrano le vicende quotidiane di ricchi adolescenti impegnati soprattutto a divertirsi e a fare sesso. Successivamente interpreta una giovane prostituta in Blue Jeans che dopo una retata della polizia viene affidata al controllo del padre. Con questa pellicola la Guida si inserisce a pieno titolo nel genere della commedia sexy italiana. Nel 1975 interpreta La novizia con la regia di Pier Giorgi Ferretti e Quell'età maliziosa. Ma il film che gli dà il successo è La Liceale, pellicola che vede alcuni sequel sempre ambientati in una scuola di provincia dove la bella liceale è alle prese con le avances di professori, presidi e compagni di classe. In questi film si ritrovano tutte le scene tipiche della commedia sexy, dalla ragazza insaponata sotto la doccia ai guardoni dal buco della serratura. La liceale non ebbe soltanto sequel ma pure spudorate imitazioni. Uno dei film di maggior successo della Guida è stato anche L'infermiera di notte. Qui ricordiamo la scena dell'infermiera accaldata che apre il camice bianco provocando l'eccitazione del malato che sta sorvegliando. Malato magistralmente interpretato da Mario Carotenuto, attore ingiustamente sottovalutato.
Dopo l'incontro con Johnny Dorelli sul set di Bollenti spiriti (1981) e il conseguente matrimonio tra i due attori, la Guida abbandona poco a poco il cinema dedicandosi al marito e alla figlia Guendalina. Gli ultimi film sono: La casa stregata (1982), Sesso e volentieri (1988) e Festa di compleanno (1988). Johnny Dorelli ha rapito il sogno biondo della mia generazione, lei per un po' ha fatto teatro con il marito, poi più niente. Peccato. Gloria Guida non era soltanto bella, era pure una buona attrice, lo ha dimostrato nei film del filone sexy accanto ad attori della commedia nostrana oggi rivalutati pure dalla critica, gente come Renzo Montagnani, Lino Banfi e Gianfranco D'Angelo, ma pure in pellicole di maggiore impegno come la dura e a tratti eccessiva (si veda la scena finale) Avere vent'anni di Ferdinando Di Leo.
Tutti noi però la ricordiamo come la liceale più sexy della storia del cinema erotico soft italiano, dove in precedenza aveva regnato sovrana Edwige Fenech con la mitica interpretazione della professoressa che seduce innocenti ragazzini. Sino a La liceale il sogno proibito del sedicenne italiano era quello di portarsi a letto l'insegnante, magari la supplente o la giovane docente che veniva a casa per impartire lezioni di italiano o di matematica. Gloria Guida irrompe sullo schermo con una ventata di nuova maliziosa sensualità e dà vita al sogno erotico della compagna di banco disinibita e provocante. Lei è la ripetente che strizza l'occhio al preside, la ragazzina ingenua e maliziosa che si fa accarezzare le cosce sotto il banco o che fa l'amore con il ragazzo nell'aula di scienze. E non è soltanto nelle aule scolastiche che Gloria Guida contende il regno a Edwige Fenech. Nelle corsie degli ospedali se la bella franco-algerina è la dottoressa, la bionda meranese fa l'infermiera di notte. Se la Fenech è la donna esperta e matura che turba i sogni dei suoi studenti (e così pure Carmen Villani, Femi Benussi, ma si parla di presenze minori), la Guida incarna la freschezza e il candore di una ragazzina, di un'adolescente che è consapevole di possedere un'alta carica erotica. Con tutto questo ricordiamo che nella intervista rilasciata a Manlio Gomarasca e Davide Pulici per "99 Donne" Gloria Guida disse: "Certo, mi spoglio, ma quasi mai sono stata vista nuda nell'atto dell'amplesso. Mi si vede attraverso il buco della serratura, sotto la doccia, in bagno. Non è colpa mia se anche nel cinema ci sono i guardoni. Il filone sexy di bassa lega non piace neppure a me. I miei film hanno un significato anche nelle scene che vengono incriminate o giudicate malamente".
[...] Alla base di questi film c'è soprattutto il sesso e le storie raccontano la vita senza fermarsi troppo a commentare rivoluzioni sessuali, ansie giovanili, grandi ribellioni studentesche del Sessantotto e del Settantacinque. Tutte cose che non interessano. Per contrappeso, appunto. Sono film che fanno sognare in un periodo storico in cui la censura (un film innocente come La ragazzina di Mario Imperoli venne ritirato dalla circolazione) rendeva la vita difficile. L'Italia democristiana, bigotta e baciapile subì lo scandalo incalzante della commedia sexy e delle nuove lolite che si chiamavano Gloria Guida, Laura Antonelli e Ornella Muti. Per tacere di tutte le altre che per un intero decennio si contesero la palma dell'attrice più sexy e desiderata dai ragazzi italiani.

Ultimi film

Commedia, (Italia - 1982), 90 min.
Commedia, (Italia - 1982), 95 min.
Commedia, (Italia - 1981), 98 min.
Commedia, (Italia - 1980), 98 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati