Arrival

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Arrival   Dvd Arrival   Blu-Ray Arrival  
Un film di Denis Villeneuve. Con Amy Adams, Jeremy Renner, Forest Whitaker, Michael Stuhlbarg, Tzi Ma.
continua»
Titolo originale Arrival. Fantascienza, Ratings: Kids+13, durata 116 min. - USA 2016. - Warner Bros Italia uscita giovedì 19 gennaio 2017. MYMONETRO Arrival * * * - - valutazione media: 3,41 su 115 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
ashtray_bliss sabato 7 gennaio 2017
comunicare, amare e comprendersi sono i veri doni. Valutazione 3 stelle su cinque
64%
No
36%

Spoiler-Alert:
Come spettatrice e amante del genere sci-fi premetto che sono rimasta un poco delusa dal encomiato Arrival di Villeneuve del quale mi aspettavo qualcosa di diverso, probabilmente di più magnetico e coinvolgente. Ma come linguista io stessa ho particolarmente apprezzato in questo film la tematica. Il modo in cui si approccia alla tematica del linguaggio e della comunicazione, ed infine del modo in cui per la prima volta nel corso di un film fantascientifico, il linguaggio vada interpretato come il dono e contemporaneamente l'arma per aprire e quindi dominare il Tempo. L'aspetto che mi ha intrigato di più è l'importanza che viene data alla comunicazione, che è l'aspetto più essenziale e basilare della nostra esperienza umana ma anche un bisogno innato. [+]

[+] mediocre (di no_data)
[+] l'ortografia ... (di no_data)
[+] linguista (di ilbonino)
[+] tempo perso (di ilbonino)
[+] lascia un commento a ashtray_bliss »
d'accordo?
writer58 domenica 5 febbraio 2017
il senso del tempo Valutazione 4 stelle su cinque
79%
No
21%

Spoiler alert: nella recensione ci sono anticipazioni sulla trama e gli sviluppi del film.
Nel film di Villaneuve "Arrival", il tempo è il protagonista principale, un tempo non più unidimensionale, ma circolare, capace di abbracciare con un solo sguardo passato, presente e futuro. Circolarità che consente di estendere lo sguardo oltre ai limiti fisici imposti dai nostri sensi e dal nostro linguaggio, dalla nostra (limitata) civilizzazione.
Su questo crinale si svolge la vicenda narrata: dodici gigantesce astronavi aliene compaiono all'improvviso e  si posizionano in paesi diversi, dal Montana nel nord degli U.S.A  alla Cina, dal Pakistan, alla Russia, al Sudan. [+]

[+] la figlia non l'aveva ancora persa... (di tyler durden 76)
[+] almeno su questo siamo daccordo. (di luiross77)
[+] lascia un commento a writer58 »
d'accordo?
eugenio mercoledì 18 gennaio 2017
fantascienza esistenziale Valutazione 4 stelle su cinque
79%
No
21%

Misto tra Malick e Spielberg, il nuovo film di Dennis Villenueve, apprezzato regista di thriller (come dimenticare Prisoners?) centra in pieno il filone della “fantascienza esistenziale”. Un genere che consiste nel contaminare un filone, quello dell’ incontro con l’alieno, il diverso, con una vicenda profondamente personale che coinvolge lo spirito umano. E in questo senso Arrival non fa eccezione. Si presenta come un prodotto valido con attori convincenti, Amy Adams su tutti, che in affascinanti flash back e flash forward si muove nell’intimità di un “incontro ravvicinato” dalle conseguenze decisive per l’umanità. Dodici astronavi a forma di guscio atterrano in luoghi sparsi per la Terra, causando stupore e soprattutto timore nelle varie nazioni mondiali. [+]

[+] fantascienza adulta, umana e del dialogo (di antonio montefalcone)
[+] lascia un commento a eugenio »
d'accordo?
peer gynt giovedì 1 settembre 2016
apprendere il linguaggio e i paradossi del tempo Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Un'ottima fantascienza, quella dell'ultimo film del canadese Denis Villeneuve, che si ispira ad un racconto dell'americano Ted Chiang (coetaneo del regista) per raccontare ben più di una storia di invasione aliena della Terra. Siamo nel cinema di genere, ma gli ascendenti di questo film non vanno cercati nei blockbuster tematicamente simili, ma nello spirito di film come "Incontri ravvicinati del terzo tipo" di Spielberg e ancor più "Contact" di Zemeckis (con, perché no, un'ombra di Kubrick che aleggia comunque sul film). L'incontro degli alieni con gli umani è, anzi dev'essere, malgrado tutto e tutti, un confronto di culture, una comprensione della struttura mentale dell'altro attraverso la comprensione del suo linguaggio. [+]

[+] lascia un commento a peer gynt »
d'accordo?
laurence316 lunedì 23 gennaio 2017
dramma intimista mascherato da film di sf Valutazione 3 stelle su cinque
61%
No
39%

Prima di dedicarsi al sequel di Blade Runner, Villeneuve esordisce nella fantascienza con questo “piccolo” film di genere, tratto da un racconto di Ted Chiang e sceneggiato da Eric Heisserer, interessante e ben costruito, con un colpo di scena sul finale che non delude. Anche se, come nel precedente film del regista (Sicario) si tenta di mascherare gli elementi di un racconto abbastanza classico (alla cui radice vi è un altro dramma familiare e la conseguente elaborazione del lutto) all’interno di una cornice narrativa macchinosa e, per gran parte della durata, anche accattivante (impossibile dire altro per evitare spolier). [+]

[+] lascia un commento a laurence316 »
d'accordo?
lgiulianini martedì 23 maggio 2017
mi ha preso! Valutazione 4 stelle su cinque
62%
No
38%

Arrival è un film strano, di cui mi è piaciuta molto l'atmosfera densa di sospensione e di mistero nello sforzo non indifferente di comunicare con una specie aliena, ipotesi probabile e poco indagata dalla fantascienza finora, ma ricco di snodi soggettivi, legati alla vicenda umana della protagonista Louise, che conducono a risultati oggettivi poco plausibili, ed a volte non facilmente spiegabili.

La Terra viene visitata contemporaneamente da dodici astronavi a forma di guscio che misurano 450m, sono di una composizione chimica sconosciuta, non emettono alcuna radiazione né forma di energia nota, insomma si avvicinano a pochi metri dal suolo o dal mare in dodici punti del Pianeta e si fermano, in attesa. [+]

[+] lascia un commento a lgiulianini »
d'accordo?
woody62 giovedì 26 gennaio 2017
incontri ravvicinati del quinto tipo Valutazione 4 stelle su cinque
76%
No
24%

Una recensione su “Arrival” non può prescindere dal film di Spielberg del 1977, vincitore di due premi Oscar, che ne costituisce ideale premessa narrativa e “filosofica”. Il primo contatto fisico con gli alieni (del “terzo tipo” secondo la definizione dell'astrofisico Hyneck), è qui superato dal “quinto tipo”, ovvero secondo la definizione di Greer, dagli “incontri bilaterali posti in essere tramite iniziative umane coscienti, volontarie ed attive, o tramite la comunicazione cooperativa con intelligenze extraterrestri”. E proprio la comunicazione è il fulcro del film, intesa nel senso del rapporto tra umani e alieni, ma soprattutto tra umani ed umani. [+]

[+] lascia un commento a woody62 »
d'accordo?
maurizio meres martedì 17 gennaio 2017
l'arrivo,il comunicare e il sapere Valutazione 4 stelle su cinque
63%
No
37%

Film basato essenzialmente sul paradosso del tempo,attraverso una studiosa ed esperta nella traduzione delle lingue e sul significato universale dei simboli,inizia l'approccio di comunicare con il grande mistero della vita "che non siamo soli "Louise attraverso una sorta di comunicazione quasi spirituale con gli alieni viene beneficiata dal dono di vedere tutto il trascorrere della propria vita con flash che la portano nel futuro sia nel bene che nel male senza poterla modificare,ma accettare tutto in una sorta di grazia di Dio,sinceramente non so fino a che punto per noi umani si può essere accettare una situazione del genere,ma lei è una scienziata aperta e non influenzabile da credenze e pregiudizi. [+]

[+] lascia un commento a maurizio meres »
d'accordo?
andrea1974 lunedì 23 gennaio 2017
oltre la fantascienza, film esistenscientifico Valutazione 3 stelle su cinque
69%
No
31%

Un film solido, sicuro, che mantiene quel che promette fin da subito: forse è questo il limite e il senso del deja-vù che lo penalizza. Affascina per la filosofia del linguaggio che affronta, forse unica novità al filone fantascientifico, da "Incontri raccivinati del terzo tipo" a "Interstellar", passando per "2001 Odissea nello spazio", cui si rifà il film; affascina per i flash-back che divengono flash-foward e viceversa, creando un cortocircuito temporale, cui tuttavia già "Interstellar" ci aveva abituati. Ma il film rimane un pò freddino, come l'astronave e gli eptopodidi, la tensione militare e la paura collettiva. [+]

[+] lascia un commento a andrea1974 »
d'accordo?
robertalamonica domenica 22 gennaio 2017
amy adams oltre lo spazio e il tempo Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

'Arrival'. Inserire e incasellare questo film in un filone di fantascienza esistenzialista che vede Denis Villeneuve in buona compagnia con Terrence Malick e Christopher Nolan non rende giustizia alla specificità di questo bel film e all'infinita delicatezza e profondità  con cui il regista canadese tratta i suoi temi e motivi: l'amore e l'importanza della comprensione reciproca come base imprescindibile di qualsiasi scambio comunicativo. Louise Banks, eminente linguista scelta per decriptare le intenzioni e le modalità espressive dei 'visitatori', non 'si perde nella traduzione' ma decide di dare un'opportunità al dono che i visitatori,  gli 'eptapodi', stanno facendo alla Terra, affidandosi e donandosi, appunto, all'humanitas, a una filantropia che trascende i confini di razza, genere, provenienza. [+]

[+] lascia un commento a robertalamonica »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 »
Arrival | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | ashtray_bliss
  2° | writer58
  3° | eugenio
  4° | peer gynt
  5° | laurence316
  6° | lgiulianini
  7° | woody62
  8° | maurizio meres
  9° | andrea1974
10° | robertalamonica
11° | franco fruciano
12° | elpanez
13° | riccardo tavani
14° | enricodanelli
15° | deborahm
16° | debrab
17° | storyteller
18° | inesperto
19° | elguape
20° | mtom83
21° | scarface9
22° | cristian
23° | mario nitti
24° | robertalamonica
25° | djspesso
26° | chiara
27° | onufrio
28° | maumauroma
29° | marcoorlando
30° | fede17
31° |
32° | albydrummer
33° | bda66
34° | gianleo67
35° | filippo catani
36° | raysugark
37° |
38° |
39° | maxscia
40° | icutino
41° | madmaxx081
42° | filippotognoli
43° | petrossi
44° | elpiezo
45° | hollyver07
46° | trollipp
47° | elfoscuro75
48° | pruno
49° | iuriv
50° | una voce
51° | alexmanfrex
52° | robertovalenzi
53° | nino e salvatore p.
54° | nerone bianchi
55° | mauro
56° | cinefilorosso
57° | alex62
Rassegna stampa
Emiliano Morreale
SAG Awards (1)
Premio Oscar (9)
London Critics (1)
Golden Globes (2)
Critics Choice Award (12)
BAFTA (10)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 |
Link esterni
Sito ufficiale
Facebook
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 13 aprile
Burraco fatale
Genesis 2.0
martedì 23 marzo
Easy Living - La vita facile
giovedì 18 marzo
I predatori
martedì 9 marzo
Waiting for the Barbarians
Tuttinsieme
martedì 23 febbraio
Le sorelle Macaluso
La volta buona
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità