The Counselor - Il Procuratore

Acquista su Ibs.it   Soundtrack The Counselor - Il Procuratore   Dvd The Counselor - Il Procuratore   Blu-Ray The Counselor - Il Procuratore  
Un film di Ridley Scott. Con Michael Fassbender, Penelope Cruz, Cameron Diaz, Javier Bardem, Brad Pitt.
continua»
Titolo originale The Counselor. Drammatico, durata 111 min. - USA, Gran Bretagna 2013. - 20th Century Fox uscita giovedì 16 gennaio 2014. MYMONETRO The Counselor - Il Procuratore * * - - - valutazione media: 2,40 su 140 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Film multiforme che spreca un immenso potenziale Valutazione 3 stelle su cinque

di Paolo Salvaro


Feedback: 8278 | altri commenti e recensioni di Paolo Salvaro
domenica 19 gennaio 2014

The Counselor sarebbe dovuto essere il film del definitivo rilancio di Ridley Scott, che dopo aver firmato capolavori come Alien,  Il gladiatore e  Blade Runner  si è un pò perso per strada, girando dei buoni ma imperfetti film come  Robin Hood e  Prometheus.     Le premesse per fare un film eccelso c'erano tutte  :   un cast stellare, di cui  Brad Pitt e Michael Fassbender rappresentano solo la punta di diamante,  uno sceneggiatore di tutto rispetto,  Cormac MacCarthy  (lo stesso che realizzò il soggetto  di Non è un paese per vecchi   e  The Road) e la sua innata abilità di regista.    

 Niente da obiettare in questo senso per quanto riguarda il versante della regia, della colonna sonora e della recitazione.   Il problema è a mio avviso la trama che sta alla base della sceneggiatura stessa.   L'intento che credo Scott e MacCarthy avessero in mente era il realizzare un film drammatico fuori dal comune, con evidenti richiami sia al thriller psicologico che ai film d'azione e d'autore (con la dedica al fratello scomparso).   Il tutto condito da una dimensione sociale in cui l'erotismo di coppia viene vissuto in modo romantico e sensuale o  violento e puramente fisiologico a seconda del fatto che ci si trovi dinanzi a personaggi positivi  (il solo protagonista e la sua compagnia)  o negatvi  (l'intero insieme degli altri personaggi del film) .     Tuttavia, nessuno degli aspetti sopra elencati riesce a stare in equilibrio con gli altri e le varie tematiche affrontate anzichè amalgamarsi tra loro finiscono con il fare a pugni,   negando al film l'equilibrio di cui avrebbe bisogno.   La sensazione è che il regista e lo sceneggiatore abbiano voluto strafare per impressionare i critici ed il pubblico, finendo con il dimenticare alcuni aspetti essenziali del cinema drammatico, tra cui la comprensibilità.    La trama è troppo intrecciata per questo genere.   Una tale complessità di situazioni e psicologia è più tipica del noir o dei film onirici.    Applicata a traffici di droga, sparatorie e decapitazioni finisce con il perdere tutto il suo fascino e valore, a dispetto di una costruzione dei dialoghi impeccabile e a tratti sublime.    Spesso anzi si finisce con l'insistere inutilmente su alcuni aspetti della personalità dei personaggi, già proposta più volte.    Ad esempio la scena del confessionale, dopo quella già esemplificativa della spaccata senza mutandine sopra la Ferrari, risulta francamente inutile ai fini di comprendere il carattere del personaggio interpretato da Cameron Diaz, la cui visione del mondo in cui tutti gli altri vivono e la cui mentalità ci è chiara fin dall'inizio:   "è uno strano mondo".     "Pensi che sia uno strano mondo?"     "Parlavo ... del tuo".    

In definitiva il film è buono, ma vista l'enorme potenzialità che aveva a disposizione è a tratti deludente,  non per la storia in sè ma per il modo complesso in cui essa viene rappresentata.   Non che la complessità di un film sia un difetto, anzi spesso è divertente scoprire che cosa voleva dire un regista mostrandoci determinate scene   (la forza di Fellini era proprio quella)  ma film del genere bisogna essere capaci di farli e francamente, la dimensione psicologica non mi sembra quella più adatta a Ridley Scott, maestro di kolossal e fantascienza, ma non certo di questo campo.    Film che non lascia quasi nulla dopo averlo visto e che si salva solo grazie ad una buona regia, interpretazione e colonna sonora.    Decisamente, però, non un capolavoro.   

[+] lascia un commento a paolo salvaro »
Sei d'accordo con la recensione di Paolo Salvaro?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
31%
No
69%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Paolo Salvaro:

Vedi tutti i commenti di Paolo Salvaro »
The Counselor - Il Procuratore | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | xxseldonxx
  2° | hidalgo
  3° | pisa93
  4° | erciccio
  5° | cossarello
  6° | gerardo monizza
  7° | ashtray_bliss
  8° | cossarello
  9° | renny79
10° | hollyver07
11° | mirkohello
12° | fabal
13° | peer gynt
14° | ultimoboyscout
15° | ennio
16° | jacopo b98
17° | claudiofedele93
18° | fausta rosa
19° | alexander 1986
20° | iuriv
21° | elgatoloco
22° | dackar
23° | melvin ii
24° | gianleo67
25° | gianlucarinaldi
26° | emicv
27° | sev7en
28° | riccardo tavani
29° | paolo salvaro
30° | stefanoi860
31° | francesco maraghini
32° | flyanto
33° | enzo70
34° | albymarat
35° | meddows
36° | filippo catani
37° | andrea giostra
38° | giandrewe
39° | pascale marie
40° | jacopo b98
41° | sotto falso nome
42° | mart4
Rassegna stampa
Maurizio Turrioni
Nastri d'Argento (1)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità