Niente da dichiarare?

Acquista su Ibs.it   Dvd Niente da dichiarare?   Blu-Ray Niente da dichiarare?  
Un film di Dany Boon. Con Benoît Poelvoorde, Dany Boon, Julie Bernard, Karin Viard, François Damiens, Bouli Lanners.
continua»
Titolo originale Rien à déclarer. Commedia, durata 108 min. - Francia 2010. - Medusa uscita venerdì 23 settembre 2011. MYMONETRO Niente da dichiarare? * * 1/2 - - valutazione media: 2,58 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
elgatoloco lunedì 22 luglio 2019
rien à déclarer?bien su^r Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Questo"Rien à déclarer?"(2010)di e con Dany Boon, che interpreta il doganiere francese, versus quello belga, che è impersonato da Benoit Poelvoorde, è il film che meglio degli altri esprime in modo direi"agonico"la lotta atavica tra Frnacesi e Belgi, e questo A.D:2003, quando cadono le frontiere e si fonda l'UNione Europea, con tutto ciò che ne consegue, anche a livello economico e politico; qui, a parte la défaillance(con il rischio di fallimento non solo annunicato, dovendo sbarcare poi il lunario in modo illegale)di vari negozi, posti alla frontiera, c'è il dramma dei doganieri, dove soprattutto il Belga, futuro cognato del Francese(sono gli interpreti segnalati sopra)è un fanatico , anche a livello di ricostuzione storica, filobelga, invero incurante dei contrasti, anch'essi storicamente consolidati, tra Valloni e Fiamminghi, una specie di anti-Brel(Jacuqes Brel,, nonostante le origini fortemente fiamminghe, era un francofono, critico dei suoi conteranei bigotti e"realisti"). [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
elgatoloco domenica 24 giugno 2018
rielaborazione classico tema Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

"Une quelquonque Belgique", cantava Jacques Brel, fieramente belga quand me^me(nonostante tutto), irridendo i propri colori. Le barzellette, espressione culturale di un atteggiamento quasi"Innato"(in realtà culturalmente condizionato, invece)esprimono i reciproci pregiudizi, dato che i Francesi ironizzano sui Belgi e i Belgi...si difendono. Tutto questo in "Rien à déclarer"(di Dany Boon, 2011, Francese, tra l'altro...)viene fuori con la figura di un fanatico anti-Francese belga, convinto della grandeur belga versus quei... di Francesi- altro che in "Franz", film di Brel del 1972 in cui si dice"Siete Belga?"Sì". [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
dario domenica 17 gennaio 2016
macchiettistico Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

NON MANCA DI SIMPATIA, MA TUTTO è FORZATO E ABBASTANZA CIOCCO. REGGONO ALCUNE MACCHIETTE E LA REGIA, CHE NON E' DOZZINALE. LA STORIELLA E' TROPPO ZUCCHEROSA.

[+] lascia un commento a dario »
d'accordo?
ultimoboyscout sabato 18 agosto 2012
1993...il futuro è oggi! Valutazione 2 stelle su cinque
23%
No
77%

Dany Boon torna all'attacco con un'altra commedia che ride dei pregiudizi. Il risultato non è lo stesso di "Giù al Nord", è molto meno esplosivo ma stavolta si rivolge a tutta Europa (unita). Boon è coadiuvato dal "collega belga" Benoit Poelvoorde, perfettamente calato nel ruolo del francofobico. Lo schema è quello già visto, giocare su diversità e stereotipi, campanilismo e culture: lo scontro è tra belgi e francesi (in Francia spopolano le barzellette sui belgi!), siamo nel 1993 quando vengono sopprese le frontiere e i due doganieri ostilmente pacifici e burroscosamente fronteggianti si troveranno costretti a collaborare. [+]

[+] lascia un commento a ultimoboyscout »
d'accordo?
barone di firenze martedì 14 agosto 2012
sciapo Valutazione 1 stelle su cinque
15%
No
85%

Il film è scarno tratta un tema serio in forma ironica, ma si ride poco battute scontate e prevedibili, alcune addirittura obsolete. Il doganiere Belga è una forzatura sempre con la pistola in mano, la Renault che da un rottome diventa una F1 inverosibile anche se si tratta di una farsa, il doganiere Francese che è anche il regista si salva grazie al doppiaggio di Masciarelli. Io lascerei perdere.

[+] impressionante in negativo (di tonganame)
[+] lascia un commento a barone di firenze »
d'accordo?
stefano bruzzone giovedì 9 agosto 2012
esilarante Valutazione 4 stelle su cinque
86%
No
14%

 non entrerà nella storia del cinema ma se volete sbellicarvi dalle risate per 2 ore è il film giusto, quindi un ottimo film nel suo genere.
Voto: 7.5

[+] lascia un commento a stefano bruzzone »
d'accordo?
gabri venerdì 25 maggio 2012
ma li trovate tutti voi? Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Ma li trovate tutti voi sti critici ? Si atteggiano ad intellettuali, ma di cosa? Se ascoltassimo loro non andremmo più al cinema se non a vedere le boiate italiane  progressiste con attori ricavati dalla televisione. Che pena. Ma vogliamo paragonare il cinema francese a quello italiano ? Dany Boon è un grande talento, che dia fastidio o meno. Quale è stato l'ultimo talento italiano ? Sordi, Manfredi, Tognazzi, Gassman padre? O Ficarra e Picone?

[+] lascia un commento a gabri »
d'accordo?
cenox mercoledì 2 maggio 2012
rivalità accese sul confine franco-belga Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%


In questa commediola d'oltralpe, reduce dal successo di giù al nord, si evidenziano le rivalità e gli sfottò tra Belgi e Francesi, prendendo come location le due dogane sul confine che separa le due nazioni. I protagonisti sono Boon (doganiere francese) e Poelvoorde (doganiere belga ultra patriottico e razzista!) che tra un litigio e l'altro proprio non si sopportano, ma ciò che li lega è l'amore del francese per la sorella del belga (naturalmente si tratta di una relazione tenuta nascosta). Per questo motivo quando verrà creata la prima unità doganale mobile (a causa dell'abbandono delle dogane fisse con la creazione dell'unione europea) i due faranno coppia fissa e saranno incaricati di riuscire a fermare un traffico di droga tra i due stati. [+]

[+] lascia un commento a cenox »
d'accordo?
alexmolle venerdì 17 febbraio 2012
leggero e divertente... Valutazione 4 stelle su cinque
70%
No
30%

Per me è davvero un ottimo film, ben curato e divertente. Sicuramente da guardare, anche in compagnia.

[+] lascia un commento a alexmolle »
d'accordo?
sergiotti giovedì 9 febbraio 2012
ora, non paragoniamo qualsiasi film a giù al nord! Valutazione 3 stelle su cinque
75%
No
25%

Il filone della classica commedia francese è ancora una volta rispettato dal bravo Dany Boom. Dopo l'esilarante prestazione di Giù al Nord, non dico che sia sbagliato paragonare qualsiasi film proveniente da Parigi con quello, ma certo bisogna invece cercare di guardare con occhi meno critici e più terra terra: in un periodo talmente smorto per il cinema mondiale, dove i film decenti sono uno ogni cento che le multisala ci propinano, Niente da Dichiarare meritava i sette euro spesi al cinema e un'ora e mezza del nostro tempo ora che lo guardiamo (o lo riguardiamo). Soliti stereotipi accentuati all'inverosimile ma decisamente simpatico e irriverente. 

[+] lascia un commento a sergiotti »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Niente da dichiarare? | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | dragan80
  2° | elgatoloco
  3° | elgatoloco
  4° | ultimoboyscout
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 23 settembre 2011
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità