L'uomo di vetro

Film 2007 | Drammatico, 96 min.

Regia di Stefano Incerti. Un film Da vedere 2007 con David Coco, Anna Bonaiuto, Tony Sperandeo, Antonino Bruschetta, Francesco Scianna. Cast completo Genere Drammatico, - Italia, 2007, durata 96 minuti. Uscita cinema sabato 16 giugno 2007 distribuito da 01 Distribution. - MYmonetro 3,38 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi L'uomo di vetro tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Tratto dal libro omonimo di Salvatore Parlagreco, il film si ispira alla storia di Leonardo Vitale, il primo pentito di mafia che decise di rompere il muro di omertà che impediva alla magistratura di penetrare il sistema mafioso. In Italia al Box Office L'uomo di vetro ha incassato 90,9 mila euro .

Consigliato sì!
3,38/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA 2,85
PUBBLICO 3,71
CONSIGLIATO SÌ
La lotta di un non-eroe, un viaggio disperato verso la libertà.
Recensione di Mattia Nicoletti
venerdì 15 giugno 2007
Recensione di Mattia Nicoletti
venerdì 15 giugno 2007

Leonardo Vitale è il primo pentito di Mafia. La sua decisione di confessare e raccontare i fatti, lo conduce verso il baratro, in una cella piccolissima, in un manicomio criminale, e poi infine libero, verso le dure leggi della Mafia.
Stefano Incerti osserva la vita. L'ha sempre osservata, fin dal Il verificatore, in cui si immedesimava in un uomo che incontrava le persone mentre controllava i contatori. E ne La vita come viene sono alcune storie che vengono raccontate en passant nei momenti della quotidianità. In L'uomo di vetro, il registro cambia, ma non troppo, perché è la veridicità degli eventi che differenzia quest'opera dalle precedenti, ma come sempre il regista scruta e mette in luce l'umanità. La libertà di pensiero, di parola, e la forza di volontà sono gli elementi su cui il film si concentra in un'ambientazione a noi amaramente nota, ma che è quasi secondaria rispetto all'uomo in sé. I colori caldi delle immagini emanano passione e convinzione, a sottolineare i forti sentimenti del protagonista (David Coco) con gli occhi ora persi, ora convinti, anche allo stremo delle forze. Il film di Incerti è un viaggio verso la disperazione, di un uomo che scopre la vita nel momento in cui si libera, sapendo di andare incontro a morte certa.

Sei d'accordo con Mattia Nicoletti?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Scritto da Heidrun Schleef con Salvatore Parlagreco, autore del libro omonimo (1996), è ispirato alla storia di Leonardo Vitale che nei primi anni '70 fu il primo mafioso a collaborare con la giustizia, rompendo il muro di omertà che in Sicilia era - e in forme diverse continua a essere - una legge non scritta più forte di quelle dello Stato. Dopo le sue confessioni una trentina di arresti, tra cui eccellenti collusi con Cosa Nostra. Fragile e impaurito, lo rinchiudono in manicomio. Conveniva a lui - meglio pazzo ma vivo - e agli altri: come credere alla verità di un pazzo? Al processo lo condannano per due omicidi, assolti gli altri. Dopo 11 anni di manicomio criminale, nel 1984 lo rilasciano. 4° film del napoletano Incerti, è un "mafia movie" diverso, concentrato sulla complessa psicologia di Leo e i suoi rapporti con madre (Bonaiuto magnifica e viscerale), sorella, fidanzata, zio Titta (infallibile Sperandeo) che lo spinse a diventare un "uomo di rispetto". Ne esce un'analisi originale della mentalità mafiosa e delle sue radici: il legamento contorto tra "famiglia" del sangue e del sistema, embricate l'una nell'altra. Fotografia: Pasquale Mari. Musica: Andrea Guerra. Produce Mario Rossini per Red Film con Rai Cinema.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

L'UOMO DI VETRO disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 10 dicembre 2011
molenga

Eratto da una storia reale,"l'uomo di vetro" racconta la condizione umana del primo pentito di mafia, Leonardo Vitale; la sua vita sembra scorrere tranquilla finché un giorno viene arrestato dopo aver prestato un'auto ad unop della "famiglia", auto usata per un rapimento: leonardo farà il nome del compare e da lì tutta la sua vita cambierà, [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 gennaio 2010
don64

Film crudo, reale,sulla mafia e cio' che ne deriva o suscita.La trama tratta da una storia vera e' interessante come tutto il contesto.Nel complesso comunque un film piu' che discreto ma da vedere.Voto 6+

Frasi
Cosa voto? Sono un democratico, la dittatura toglie la libertà.
Ma fra una mediocre democrazia e un ottima dittatura, lei cosa sceglie?
Un'ottima dittatura.
La zio Titta (Tony Sperandeo)
dal film L'uomo di vetro
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lee Marshall
Condé Nast Traveller

Il nuovo film di Stefano Incerti si colloca fra le più riuscite rappresentazioni cinematografiche del potere reale della mafia siciliana. Nei primi dieci minuti non c'è traccia di mafia, almeno in superficie. Siamo nel 1972 e un ragazzo ventenne, Leonardo Vitale (David Coco, una rivelazione), un po' sognatore, un po' dandy, gira fra Palermo e l'entroterra con la sua macchina sportiva rossa fiammante. [...] Vai alla recensione »

Antonello Catacchio
Il Manifesto

Il nome di Leonardo Vitale ha rischiato di dire poco a molti. Poi è venuto il libro di Salvatore Parlagreco (edito da Bompiani) ora un film di Stefano Incerti L'uomo di vetro. E partiamo dalla fine del film, quando un uomo sorridente è ritratto in una foto attorniato da poliziotti. Quell'uomo è il vero Vitale e la sua è una storia per certi versi mostruosa.

Paolo D'Agostini
La Repubblica

La storia che Incerti rievoca si svolge tra '72 e '84. È quella di Leonardo Vitale, primo pentito di mafia. Anche se nel Dna napoletano del regista c'è la lezione del cinema d'inchiesta e meridionalista di Rosi, L'uomo di vetro - dal libro di Salvatore Parlagreco (Bompiani) - non è un film "giornalistico". Piuttosto è interessato a scavare nella complessità di un'anima divisa in due.

Valerio Caprara
Il Mattino

Stefano Incerti non si trincera - benché «regista napoletano» a tutti gli effetti - nel santuario degli autori per decreto legge. Questo gli costa lo strisciante veto dei media anche se, come nel caso de L'uomo di vetro, si dimostra in grado di sviluppare un soggetto con coerenza narrativa e professionale sicurezza. La tragica vicenda rievocata dal film (tratto dall'omonimo libro di Salvatore Parlagreco [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Un personaggio ripreso dalle cronache anni Settanta, Leonardo Vitale, il primo pentito di mafia, Dopo i suoi successi con «Il verificatore» e «La vita come viene», Stefano Incerti ce ne racconta il dramma ricavandolo da un libro di Salvatore Parlagreco, «L'uomo di vetro», appunto riscrivendolo per il cinema insieme con Heidrun Schleef. All'inizio di presenta un bravo giovane di Palermo, con mamma, [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

È sospeso fra due normalità, il protagonista di L'uomo di vetro (Italia,2007, 96').Da un lato c'è la famiglia, anche in senso mafioso. Dall'altro ci sono, o dovrebbero esserci, la società civile e lo stato. Radicato nella prima, Leonardo Vitale (l'intenso, sorprendente David Coco) ne avverte però l'orrore morale e criminale. Quanto alla società civile e allo stato, restano per lui solo riferimenti [...] Vai alla recensione »

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Il primo pentito di mafia. Il primo a far tremare i vertici di Cosa nostra. Che, ovviamente, fece di tutto (e in buona parte ci riuscì) per screditare l'«infame», facendolo passare per invasato, matto, assolutamente inattendibile. Invece Leonardo Vitale era attendibile, eccome!, e le sue rivelazioni avrebbero potuto decapitare l'organizzazione criminale, mostrandone anche i torbidi collegamenti con [...] Vai alla recensione »

Boris Sollazzo
Liberazione

Meglio un figlio pazzo che pentito di mafia. Questo è L'uomo di vetro , la tragedia di un antieroe che ha il solo torto di voler vivere, di liberarsi delle colpe sue e altrui. Stefano Incerti ci racconta la storia di Leonardo Vitale (interpretato dal notevole David Coco), il primo pentito della criminalità organizzata siciliana. Coinvolto marginalmente nel sequestro Cassina del 1972, a seguito di [...] Vai alla recensione »

Aldo Fittante
Film TV

Leonardo vitale viene arrestato per la prima volta il 17 agosto 1972, sospettato di un sequestro di persona. durante l'interrogatorio crolla, cominciando a fare nomi e cognomi. Dopo 43 giorni di isolamento i magistrati decidono di liberarlo: in Procura c'è paura che si scoperchino le connivenze tra politica e mafia e "Liuzzo" ha tutta l'aria di essere un poco matto.

Valerio Guslandi
Ciak

Quando si racconta la Storia, specie se recente, anche se è filtrata da un testo letterario come in questo caso, i rischi principali nel girare un film sono scivolare nell'enfasi, cedere alla tentazione di fare puro spettacolo o rifugiarsi nel didascalismo. Stefano Incerti ha invece mantenuto un perfetto equilibrio fra realtà e drammatizzazione, fra la scelta di riproporre un momento forte e controverso [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Un ragazzo come tanti, una vita come tante nelle campagne vicino Palermo. E infatti a 8 anni lo zio Titta, l'uomo che gli fa da padre (Tony Sperandeo), gli fa uccidere un cane. A 15 anni tocca a un cavallo. A 17 ammazza il suo primo cristiano. Tutto questo però non potremmo nemmeno immaginarlo se il 17 agosto 1972, per puro caso (presta la sua auto senza sapere che verrà usata per un sequestro), Leonardo [...] Vai alla recensione »

NEWS
RUBRICHE
giovedì 14 giugno 2007
Chiara Renda

Torna nelle sale uno dei fumetti più amati della Marvel, quello dedicato ai quattro supereroi creati da Stan Lee e Jack Kirby oltre quarant'anni fa. Ne I fantastici 4 e Silver Surfer, diretto - come il precedente episodio dedicato ai quattro - da Tim [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati