Sfiorarsi

Film 2006 | Drammatico, 90 min.

Regia di Angelo Orlando. Un film con Valentina Carnelutti, Angelo Orlando, Giorgio Caputo, Mimosa Campironi, Alessandro Procoli. Cast completo Genere Drammatico, - Italia, 2006, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 8 maggio 2008 distribuito da Atalante Film. - MYmonetro 3,00 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Sfiorarsi tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

In Italia al Box Office Sfiorarsi ha incassato 10 mila euro .

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,00
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Una raffinata e rigorosa esplorazione degli equilibri sentimentali in una Roma inedita e desertificata.
Recensione di Marzia Gandolfi
lunedì 5 maggio 2008
Recensione di Marzia Gandolfi
lunedì 5 maggio 2008

Paolo è un fotografo di quarant'anni che vive in un loft e colleziona giovani studentesse. Céline è un'attrice con figlia a carico, un ex marito e un nuovo compagno da dimenticare. Vivono a Roma vite diverse, a loro modo drammatiche, liete, affannose. Non si sono mai guardati eppure si sono sempre sfiorati, al supermercato, a una festa, per strada, davanti al mare. Una notte d'estate Paolo e Céline si incontreranno finalmente davanti a un portone. Forse è amore.
Alla sua terza regia (L'anno prossimo vado a letto alle dieci, Barbara), Angelo Orlando porta sullo schermo una storia d'amore che elude i legami convenzionali, dirigendo una raffinata e rigorosa esplorazione degli equilibri sentimentali.
Molto coinvolto nel mondo che rappresenta e teso a coinvolgere emotivamente gli spettatori, l'attore e regista salernitano isola un uomo e una donna e li segue nel loro ambiente, verificandone il comportamento e misurandone le reazioni quando sono esposti a sollecitazioni sentimentali.
L'oggetto di osservazione è l'idea di due vite e due principi paralleli (quello maschile e quello femminile) che si incrociano e si incontrano veramente, finendo per scambiarsi una sensibilità verso il mondo. Siamo alle prese con corrispondenze sottili e coincidenze sotterranee (il caffè d'orzo in tazza grande) tra una coppia che non si conosce ma vive già in "comunione".
Nel film di Orlando, scritto in coppia con Valentina Carnelutti, non ci sono catastrofi o massacri che viaggiano nell'etere, i personaggi si disperano o piangono da soli davanti ad uno specchio. L'infelicità si è consustanziata col quotidiano e convive con gli oggetti che si ammassano ordinati (Céline) o disordinati (Paolo) dietro le porte chiuse delle loro case. La Céline della Carnelutti percorre inediti tragitti nel territorio urbano romano, dove deambula da sola o in compagnia della madre, di un amico o di un'amica, sbattendo qua e là come una trottola nei soli luoghi deputati alla sua vita: la scuola della figlia e il suo appartamento. Il suo incontro d'amore, quello con Paolo, si gioca all'insegna della casualità e la farà passare gradualmente dall'indistinto emozionale alla definizione di sé. Paolo invece è un ragazzo mai cresciuto che non si innamora mai, sempre in crisi con la vita e soffocato dalla madre lontana. Trovare Céline, dopo averla a lungo "sfiorata", offre al protagonista l'opportunità di dare una svolta alla propria esistenza ma Paolo non la sa cogliere, rivelando sotto l'apparente serenità un'abulia che prende alla gola. Stordito dalla sua infelicità senza desiderio, se non quello di "farsi amare" dalle sue giovani allieve, il fotografo di Angelo Orlando sembra sordo al richiamo dell'amore. Soltanto la partenza di Céline per Parigi, alla ricerca della donna e dell'attrice, innescherà il movimento del personaggio maschile, che brancola e annaspa nel tentativo di incontrare di nuovo il punto di equilibrio.
Nell'epilogo Paolo e Cèline si "sfioreranno" ancora una volta (l'ultima?) all'angolo di una strada, restando lì, reciprocamente attratti ma incapaci di fondersi e di trasformare il desiderio in progetto.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Il fotografo Paolo e l'attrice Céline, mollata dal compagno e madre di una bambina, si incrociano spesso a Roma finché si incontrano. Nasce l'amore, messo presto in crisi dall'immaturo Paolo che ha una passione per le ragazzine. Scritto dai 2 protagonisti, forse in parte autobiografico, ha una grazia leggera al confine con l'iridescenza, ma ravvivata da una sincera intensità attoriale. Dopo più di 2 anni di stallo, ha trovato nell'Atalante di Zangardi/Volpi/Verdecchi dei distributori che ci credevano. Almeno al Filmstudio di Roma il passaparola ha funzionato.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
Frasi
"Ci vediamo tutte le sere?"
Dialogo tra (Valentina Carnelutti) - (Angelo Orlando)
dal film Sfiorarsi - a cura di Doc Fassbinder
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Aldo Fittante
Film TV

Più piccolo di così... sarebbe stato un corto, ma Angelo Orlando, spogliato della sua programmatica e spesso fastidiosa timidezza, questa volta centra il bersaglio. Si veste da fotografo, si circonda di simpatiche fanciulle (possibilmente giovanissime e carine), tenta di (s)fuggire dalla stucchevole romanità di certi ambienti di cinema e dintorni e punta quasi tutto su Valentina Carnelutti, sua ex [...] Vai alla recensione »

Cristina Piccino
Il Manifesto

Sfiorarsi: lui, lei, gli sguardi inconsapevoli, l'incontro comunque mancato. Quante volte si sono visti nel tempo Paolo e Céline? Tante, tantissime, senza sapere l'uno dell'altro. Lui è l'animatore in spiaggia testimone dei primi traumi infantili di Céline bimba. Lei cresciuta diventa attrice, fa una figlia, si separa, l'uomo è un fricchettone furbescamente irresponsabile col quale Céline spesso litiga [...] Vai alla recensione »

Alessandra De Luca
Ciak

Paolo è un fotografo quarantenne che passa da una relazione all'altra con curiosità quasi infantile. Valentina è un'attrice italo-francese con un matrimonio fallito alle spalle e una bambina di dieci anni. Si sfiorano di continuo senza mai accorgersi l'uno dell'altra. Quando il caso decide di incrociare i loro destini, l'amore esplode, ma le ferite del passato bruciano.

Pedro Armocida
Il Giornale

È paradossale, ma i film italiani più interessanti sono quelli distribuiti peggio. Opere che vanno scovate nelle sale come questo delizioso Sfiorarsi di Angelo Orlando, attore-autorescrittore ironico, leggero e al tempo stesso profondo. Siamo alla «solita » storia d'amore, quella tra Paolo (lo stesso Orlando) e Céline (l'ottima Valentina Carnelutti, attrice giovane ma di lungo corso, nelle sale anche [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati