Thank You For Smoking

Acquista su Ibs.it   Dvd Thank You For Smoking   Blu-Ray Thank You For Smoking  
Un film di Jason Reitman. Con Aaron Eckhart, Maria Bello, Adam Brody, Sam Elliott, Katie Holmes.
continua»
Commedia, durata 92 min. - USA 2005. uscita venerdì 1 settembre 2006. MYMONETRO Thank You For Smoking * * * - - valutazione media: 3,32 su 56 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
noisemaker_85 lunedì 11 settembre 2006
cosi bello che sarà dimenticato Valutazione 4 stelle su cinque
91%
No
9%

Thank you for smocking appartiene a una branca di film condannati ad essere snobbati dalla maggiorparte della gente, perchè talmente geniali da non essere compresi o addirittura fraintesi. Thank You For Smocking, God Of War (Film sublime) e addirittura anche Trainspotting, trattano i problemi che affliggono la nostra società senza attaccare nessuno, senza dare un parere positivo o negativo, ma semplicemente mostrando dei fatti, raccontanto una storia. Non capisco chi pretende che questi registi infieriscano su questi problemi... si sa bene che il fumo uccide, cosi come le armi (Lord of War) e la droga (Trainspotting), ognuno deve maturare uan sua precisa opinione, senza essere guidato da nessuno, questo è il modo corretto di capire e di riflettere secondo me. [+]

[+] lascia un commento a noisemaker_85 »
d'accordo?
alecs!? sabato 15 marzo 2008
il film delle controindicazioni... Valutazione 5 stelle su cinque
88%
No
12%

Tank you for smoking non parla di fumo, o meglio, non solo di fumo, ma di tutte quelle contraddizioni e controindicazioni che popolano e animano l'America...ma anche queste sono fatte di fumo! Il senatore che tanto ardentemente avversa l'operato di Nick Naylor, infatti, non è mosso da sensibilità nei confronti dei deboli o degli sfruttati, fosse questo gli basterebbe arringare le folle contro le malefatte delle multinazionali produttrici di abbigliamento o altro; non è mosso da sensibilità salutista, il suo non è affatto un animo nobile, lo dimostra il disprezzo con cui tratta il suo assistente (a telecamere spente); il senatore è solo e soltanto all'inseguimento di un'onda facile da cavalcare per ottenerne fama e potere: d'altronde dei danni del fumo chi non è informato? E così i ruol [+]

[+] tutto arrosto, niente fumo (di exitplanetdust)
[+] lascia un commento a alecs!? »
d'accordo?
cosmixo martedì 7 agosto 2007
il tabacco non c'entra nulla Valutazione 4 stelle su cinque
82%
No
18%

Come accade spesso il trailer può convincere ad andare a vedere un film piuttosto che un altro. Per un trailer essere convincente è un (gran) passo per portarti al cinema. E finalmente (dopo recenti delusioni) mi ha portato a vedere un film degno d'essere visto e apprezzato. Il film va al di là della tematica del fumo. Si parte dal tabacco per parlare di libertà e di retorica. Di libera scelta e Stato (con la lettera maiuscola) socialmente (troppo?!) interventista. E così la figura del piccolo figlio del protagonista si impregna di un qualche significato più grande. Siamo o no nella possibilità di conoscere gli effetti di un nostro comportamento? Dobbiamo o no prenderci la responsabilità per le nostre azioni? Siamo o no in condizione di scegliere cosa meglio per noi? Tutto questo condito da una sceneggiatura senz'altro intelligente, che fa riflettere, ironica e (per qualcuno) cinica. [+]

[+] lascia un commento a cosmixo »
d'accordo?
fabrizio cirnigliaro sabato 20 novembre 2010
tutti quanti hanno un mutuo da pagare Valutazione 4 stelle su cinque
70%
No
30%


L’ironia è una delle componenti principali della pellicola, il ritmo è serrato e le gag non mancano, come non mancano le battute al vetriolo e political incorrect ll film è incentrato sulle vicende di Nick Naylor (Aaron Eckhart), un cinico lobbista che si batte per la difesa dei produttori di sigarette. Lui viene pagato per parlare, o meglio per manipolare, filtrare la verità con l’utilizzo della parola. E’ il paladino della causa tabagista, le cui corporazioni di questo settore sono responsabili di 1200 morti al giorno e lui si difende sostenendo che “attuo un controllo demografico”. Nick incontra spesso in un bar un lobbista dell’industria delle armi e la portavoce di un gruppo dell’industria degli alcolici. [+]

[+] lascia un commento a fabrizio cirnigliaro »
d'accordo?
enigammi lunedì 20 agosto 2012
una commedia nerissima Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

un film cattivissimo, ritmo ottimo, trovate registiche fenomenali, interpreti nei panni giusti, una galleria di personaggi deliziosi. e soprattutto, la capacità di nascondere dietro ogni battuta un'amarissima riflessione su un aspetto ridicolo e paradossale della società, passando sempre dal politicamente scorretto con grande grazia (un po' di scivoloni ci sono, ma poi il film risale)
perché la morale del film non è che le sigarette fanno male, né che le lobby sono disposte a tutto per avere ragione:
la morale è che l'essere umano è ingenuo, testardo nelle proprie convinzioni e abitudini ma allo stesso tempo disposto alle lusinghe, contraddittorio, corruttibile, e in una parola, stupido. [+]

[+] lascia un commento a enigammi »
d'accordo?
misterg sabato 14 agosto 2010
il potere delle parole Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Nick Naylor ha ragione per mestiere, il suo mestiere è non avere torto. Dategli un pubblico(ma anche no) e un avversario e lo vedrete dare il meglio di se per difendere gli interessi della propria azienda, ma anche della propria reputazione! Il film ci racconta la vita di questo lobbista, che avendo una morale flessibile non si fa problemi a difendere i produttori di sigarette, le quali uccidono migliaia di persone al giorno. Separato dalla moglie la quale si è messa con un dottore, Nick ha un figlio: Joey. Un'avventura con una giornalista sconvolgerà temporaneamente la sua vita, ma grazie al sostegno del figlio e degli amici(ne ha solo 2, anch'essi difendono prodotti "killer")  infatti, Nick riuscirà a tornare a testa alta fuori di casa e tornare in pista per difendere gli interessi dei nuovi datori di lavoro. [+]

[+] lascia un commento a misterg »
d'accordo?
des_demona lunedì 8 marzo 2010
non ci resta che ridere Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 “Questo è il bello della discussione: se argomenti in modo giusto non hai mai torto”.

E’ il principio alla base della vita di Nick Naylor e forse, guardando un po’ oltre, del film che lo vede protagonista, primo lungometraggio del giovane figlio d’arte Jason Reitman.

Dietro ai pacchetti di sigarette c’è una storia (ce lo suggeriscono perfino i titoli d’apertura): in questo caso quella di uno spietato e sfacciato (ma tanto divertente) lobbista al servizio della gigantesca multinazionale Big Tobacco. Il brillante e carismatico Aaron Eckhart presta il volto allo yuppie  Nick Naylor, diviso fra il suo gustabile mestiere di "mercante di parole" e il difficile ruolo di genitore divorziato alle prese con un figlio piccolo e introverso. [+]

[+] lascia un commento a des_demona »
d'accordo?
mariac lunedì 23 novembre 2009
commedia e satira Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Nick Naylor, vicepresidente dell'accademia degli studi sul tabacco, finanziata pre l'80% dalle multinazionali produttrici di sigarette, è fortemente osteggiato nel suo lavoro da una campagnia salutista che intende affiggere sui pacchetti di sigarette il messaggio di insalubrità del vizio del fumo. Naylor sà che il settore da lui rappresentato produce più morti di quanti non possano fare alcool e armi ma deve lavorare, deve pagare un mutuo deve assicurare un futuro a suo figlio, cerca, allora, di convincere gli altri che fumare non è poi così nocivo per la salute pubblica. Il film è delizioso, mescola con maestria la commedia alla satira, al senso di ipocrisia dei governi attuali portando alla ridicolarizzazione i sempre più numerosi gruppi politici concentrati più sull'autocelebrazione che sull'interesse generale. [+]

[+] lascia un commento a mariac »
d'accordo?
paolo pizzato lunedì 4 settembre 2006
non c'è virtù senza vizio Valutazione 3 stelle su cinque
57%
No
43%

Le sigarette fanno male, uccidono, sono un veleno, né più né meno. Dichiararlo ai quattro venti sembra cosa facile, alla portata di tutti. Un po' come sparare sulla Croce Rossa, con la differenza che in questo caso si fa un'opera meritoria, si guadagnano applausi, si raccolgono consensi e si va a letto la sera con la convizione di aver fatto qualcosa di concreto per "migliorare il mondo". C'è solo un piccolo problema: chi produce e vende sigarette ha a disposizione svariati milioni di dolari da spendere in "pubblicità", sa bene come difendere i propri interessi, e soprattutto ha buone idee. La più azzeccata? Scegliersi una faccia pubblica, e una voce, altrettanto pubblica, per far sentire il proprio punto di vista. [+]

[+] lascia un commento a paolo pizzato »
d'accordo?
ash006 martedì 11 settembre 2007
mai scherzare col fuoco, nè con le sigarette! Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Perchè Nick Naylor ringrazia per fumare? Perchè ciò lo arricchisce. Chi è Nick Naylor? E' un lobbista, e la sua abilità è parlare. Nick in realtà lavora all'Accademia per gli studi sul tabacco ma, poichè i suoi introiti derivano per gentile concessione delle compagnie di sigarette, tutto ciò che vuole è che la gente fumi. Però gli dispiacerebbe molto se qualcuno morisse di cancro ("perchè perderemmo un cliente!"), quindi si batte affinchè sui pacchetti vi sia scritto (o raffigurato) che fumare è nocivo. Contraddittorio? Sì, ma è il bello del suo mestiere. Che poi le cose peggiorino quando gli arrivano le prime minacce di morte, è un altro discorso. Questa è la prima (e fondamentale), deliziosa contraddizione presente nell'eccentrica personalità di Nick, esplorata senza pudore nè retorica dal figlio di Ivan Reitman. [+]

[+] lascia un commento a ash006 »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Thank You For Smoking | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Golden Globes (2)
Critics Choice Award (2)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Immagini
1 | 2 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 1 settembre 2006
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 25 novembre
High Life
Galveston
martedì 17 novembre
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledì 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedì 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledì 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledì 28 ottobre
La partita
mercoledì 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Nel nome della Terra
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità