Dietro la maschera

Un film di Peter Bogdanovich. Con Eric Stoltz, Cher, Sam Elliott, Laura Dern, Ben Piazza.
continua»
Titolo originale Mask. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 120 min. - USA 1985. MYMONETRO Dietro la maschera * * 1/2 - - valutazione media: 2,98 su 32 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,98/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * - - -
Eric Stoltz
Eric Stoltz (57 anni) 30 Settembre 1961 Interpreta Rocky Dennis
Cher
Cher (72 anni) 20 Maggio 1946 Interpreta Rusty Dennis
Sam Elliott
Sam Elliott (74 anni) 9 Agosto 1944 Interpreta Gar
Laura Dern
Laura Dern (51 anni) 10 Febbraio 1967 Interpreta Diana
Ben Piazza
Ben Piazza 30 Luglio 1934 Interpreta Simms
Louis Waldon
Louis Waldon   Interpreta Il cuoco del campo
Il film si ispira ad una storia vera, quella di Rocky, un ragazzo americano affetto da leontiasi, una rarissima malattia che deforma il cranio e il vi...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
    * * * - -

Il film si ispira ad una storia vera, quella di Rocky, un ragazzo americano affetto da leontiasi, una rarissima malattia che deforma il cranio e il viso. Rocky affronta la sua vita da "diverso" con coraggio, aiutato dallo splendido rapporto che ha con sua madre anche se, quest'ultima, soffoca nella droga il suo dolore. Prima di morire, a soli sedici anni, Rocky conosce anche l'amore che gli offre una ragazza cieca. Cher, nel ruolo della madre, ha vinto la Palma d'oro a Cannes.

Stampa in PDF

Premi e nomination Dietro la maschera MYmovies
Dietro la maschera recensione dal dizionario Farinotti
Premi e nomination Dietro la maschera

premi
nomination
Premio Oscar
1
1
Golden Globes
0
2
Festival di Cannes
1
0
* * * * -

Una lezione di vita

sabato 9 settembre 2006 di Marco

Lezione di vita.Così può essere visto il film, sotto una chiave simbolistica, tralasciando gli aspetti tecnici (che a quanto pare interessano parte del pubblico)come la non presenza di sintomi alla sua malattia o la sua mancata dipendenza dalla droga sulla scia della madre.La storia (che non dimentichiamolo è frutto di una vita reale)attraverso dei simboli fa capire quanto la nostra società badi esclusivamente, nel basare le proprie impressioni, all'aspetto esteriore della persona senza neanche continua »

* - - - -

Favoletta edificante

venerdì 5 luglio 2002 di Gino Donati

Le storie esemplari tratte dalla realtà sembrano essere il piatto forte del cinema di produzione americana, quando non scade in prodotti economici e senza pretesa, o non riesce ad appoggiarsi a effetti speciali da milioni di dollari. Ecco quindi vicende ispirate alla realtà. Ovvio, vengono scelte vicende che dovrebbero essere edificanti. Le situazioni sono particolari, estreme , e tutte trattate in senso POLITICALLY CORRECT. Ovvero si va avanti a suon di luoghi comuni improbabili: i non possono continua »

* * - - -

Coincidenze impossibili

mercoledì 3 luglio 2002 di CUCCUSSETTE

che barba, le "storie Vere" USA a base di individui sfigati che in qualche modo vengono mostrati come vincenti... La vicenda è eccezionale, nel senso che realisticamente piove sul bagnato ( ovvero la malattia capita in una famiglia degradata dalla droga) ma, nella disgrazia, tutti sono buoni. Ecco dei drogati politically correct. I protagonisti sono poveri, sono malati, sono drogati, sono alcolizzati e hanno 1000 problemi, ma sono tutti buoni...! Possibile? Mettere assieme opposti così concordanti continua »

* * - - -

Troppo buono troppo intelligente troppo tutto....

giovedì 4 luglio 2002 di filo82

Strano ragazzo...diversissimo da quelli che bazzican le nostre care Scuole Medie. Il protagonista infatti... ha una malattia che provoca lo schiacciamento del cervello, ma non solo non ha crisi di malattia mentale o epilessia o simili, o ritardo mentale: appare addirittura più dotato di tanti altri. Vive in una famiglia dove la droga e l'alcol sono di casa, e probabilmente tutti i guai connessi ai due vizi: ma la mamma è una cara signora che si droga ma lo educa con maturità come fosse una psicologa continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Dietro la maschera adesso. »

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

E tutti risero, perché tutti erano innamorati: sembra la formula, appena un po’modificata, con la quale si chiudono le favole. Sono infatti le parole di una canzone di Frank Sinatra che fa da colonna sonora a E tutti risero, girato nell’81 da Peter Bogdanovich. Infatti, perché quel fim, come una favola, racconta storie d’amore a lieto fine. Queste stesse parole, paradossalmente, tornano alla memoria mentre si chiude l’ultimo film di Bogdanovich, Dietro la maschera (Mask). Si tratta di un paradosso, perché nessun happy end le giustifica. »

Dietro la maschera | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Stefano Lo Verme
Pubblico (per gradimento)
  1° | marco
  2° | filo82
  3° | gino donati
  4° | cuccussette
Rassegna stampa
Roberto Escobar
Premio Oscar (4)
Golden Globes (2)
Festival di Cannes (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità