La gang del bosco

Film 2006 | Animazione Film per tutti 85 min.

Titolo originaleOver the Hedge
Anno2006
GenereAnimazione
ProduzioneUSA
Durata85 minuti
Regia diTim Johnson, Karey Kirkpatrick
AttoriBruce Willis, Steve Carell, Wanda Sykes, William Shatner, Nick Nolte, Thomas Haden Church Allison Janney, Eugene Levy, Catherine O'Hara.
Uscitavenerdì 27 ottobre 2006
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 3,05 su 45 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Tim Johnson, Karey Kirkpatrick. Un film con Bruce Willis, Steve Carell, Wanda Sykes, William Shatner, Nick Nolte, Thomas Haden Church. Cast completo Titolo originale: Over the Hedge. Genere Animazione - USA, 2006, durata 85 minuti. Uscita cinema venerdì 27 ottobre 2006Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 3,05 su 45 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
La gang del bosco
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Basato sui fumetti di Micheal Fry e T. Lewis La Gang del bosco nasconde, sotto la leggerezza della storia e la bellezza della confezione, una critica all'America contemporanea. In Italia al Box Office La gang del bosco ha incassato 6,9 milioni di euro .

La gang del bosco è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,05/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA 2,82
PUBBLICO 3,25
CONSIGLIATO SÌ
Spassosissima favola ecologica che denuncia l'avidità consumistica e la vocazione guerrafondaia della middle-class americana.
Recensione di Marzia Gandolfi
Recensione di Marzia Gandolfi

RJ è un procione ingordo e opportunista che fa sempre per sé. A dargli una lezione ci pensa l'orso Vincent, a cui RJ ha cercato di rubare le provviste accumulate per il letargo. Nella fuga rocambolesca le leccornie di Vincent finiscono sotto un tir in corsa e RJ è costretto all'ultimatum: recuperare il cibo perduto entro una settimana o diventare cibo per orsi. L'incontro con una scombinata famiglia allargata in cui convivono appassionatamente una tartaruga, una puzzola, uno scoiattolo, due opossum e cinque istrici, correggerà il suo egoismo. A loro, sempre a caccia di provvigioni per l'inverno, RJ rivela Suburbia, la città degli uomini oltre la siepe. Dietro quel muro verde, la gang del bosco farà scorpacciate di cibo ghiotto e di amicizia.
Il nuovo film di animazione digitale della Dreamworks si tinge di nuovo di verde. Dopo l'orco buono Shrek è la volta di Steve, la siepe che separa il mondo naturale da quello culturale, gli eroi selvatici con coda, pelliccia e carapace dai meno intrepidi umani, la parsimonia degli animali del bosco dagli sprechi dei suburbani. Pur nella semplificazione manicheista che vuole da sempre gli animali buoni e gli umani cattivi, La gang del bosco è una spassosissima favola ecologica che denuncia l'avidità consumistica e la vocazione guerrafondaia della middle-class americana, incarnata dal temibile disinfestatore Verminator e dalla perfida Gladys Sharp, presidente dell'Associazione dei Proprietari del ridente rione Rancho Camelot, saccheggiato allegramente dalla sbrigliata gang.
Over the Hedge, questo il titolo originale, è basato sul fumetto di Michael Fry e T. Lewis. Ad animare le strisce dei due autori è la fantasia di Tim Johnson (Z, la formica), che reinventa sullo schermo avventure esilaranti per graziose creature antropomorfe e un travolgente happy end con iperbole. Non mancano poi le citazioni cinefile, una su tutte quella letteralmente urlata da Tiger, il gatto domestico persiano innamorato della bella Stella. Come il Marlon Brando di Un Tram che si chiama desiderio si porterà le zampe al capo strillando il nome della sposa in fuga. La Stella di Brando era Kim Hunter, quella di Tiger una puzzola.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Recensione di Francesca Felletti
sabato 21 ottobre 2006

Ricordate la "siepe che da tanta parte dell'ultimo orizzonte il guardo esclude"? A quella alta e ordinatissima della Banda del bosco, dietro non stanno certo gli infiniti spazi leopardiani, tantomeno i sovrumani silenzi. Ma di sovrumano e quasi infinito ci sono le scorte di junk food contenute nella villetta multicomfort di una ricca simil-Condoleeza Rice. E così la banda di strampalati animaletti - il procione golfista, la tartaruga buona, la puzzola affascinante, ecc., doppiata dalle star di Hollywood (Bruce Willis, Nick Nolte, Thomas Haden Church) - attratta dalle leccornie dopo il risveglio dal letargo invernale, si inventa ogni tipo di stratagemma per eludere la sorveglianza di un sadico acchiappa-bestioline e la voracità dell'orso cattivo. Divertente per tutte le età, il nuovo film d'animazione della Dreamworks basato sui fumetti di Micheal Fry e T. Lewis e diretto da Tim Johnson e Karey Kirkpatrick, sembra nascondere, sotto la leggerezza della storia e la bellezza della confezione, una critica all'America contemporanea e, più in generale, a un mondo in cui alcuni accumulano scorte esagerate e altri non sanno come tirare a campare, in cui la diversità è ghettizzata e la natura ridimensionata a misura di villetta con piscina. Indimenticabile la sequenza dell'attacco notturno nella casa, con il mondo che si ferma per la corsa alla velocità della luce dello scoiattolo e la puzzola che usa le sue armi migliori per evacuare la casa.

Sei d'accordo con Francesca Felletti?
LA GANG DEL BOSCO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 12 gennaio 2011
Camillo

Il procione RJ deve portare del cibo ad un orso prima che questo si stanchi di aspettare e lo divori.RJ sarà costretto a servirsi di alcuni animali che vivono nel bosco vicino alla città Suburnia.Questa storia è molto simpatica e allegra,sa divertire e non annoia nemmeno per un secondo.Il film denuncia anche il consumismo e lo spreco degli uomini.

giovedì 9 gennaio 2014
Renato C.

Fra i vari films di animazione tridimensionale è fatto bene senza troppo stile "pupazzo" anche per quel che riguarda gli esseri umani (tra l'altro donne straordinariamente procaci!). Comuinque nei films dedicati principalmente ad un pubblico infantile, io eviterei nei dialoghi gli eccessivi riferimenti ai bisogni organici, come per esempio il commento sul pannolino usato trovato tra i rifiuti, più [...] Vai alla recensione »

sabato 15 gennaio 2011
ultimoboyscout

Cosa riserverà a dei simaptici quanto ingordi animaletti il mondo oltre quella verde siepe? Sicuramente tanto tanto cibo, anche se i rischi sono enormi! Intelligente e spiritoso cartoon, satirico e con un pizzico di morale sulla società sprecona e consumistica, in italia lo scoiattolino è doppiato da Pupo, in una veste insolita ma molto ben riuscita.

martedì 6 ottobre 2009
Lalli

film molto carino che strappa diverse risate e nello stesso tempo fa riflettere su quanto siamo diventati idioti noi umani, bisognerebbe imparare molto dagli animali e non trattarli senza alcun rispetto.

venerdì 24 aprile 2009
Jack Cooper

Sono decisamente patetico: a quattordici anni sto davanti alla tv per guardarmi i cartoni animati. E' più forte di me. E film di questo genere mi aiutano a continuare e a non smettere di guardarli. Un film su una guerra tra animali e uomini è stata un'idea precedentemente usata, ma ogni regista ha un modo diverso di esprimere classiche idee come queste.

mercoledì 28 settembre 2011
tiamaster

un film d'animazione che in se non ha nulla di originale,ma il fatto che venga sviluppato con l'idea del tradimento del prottagonista per portare cibo al orso riesce  a rendere il tutto più originale,i personaggi sono molto divertenti e alcune scene fanno veramente ridere,un film molto spassoso sull'avidita delle persone.un film da vedere se si vuole passare una giornata all'in [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Nella strategia della Dreamworks, la Croisette di sicuro rappresenta una tappa scaramantica: in competizione nel 2001 e nel 2004, i cartoni animati tridimensionali Shrek 1 e 2 hanno incassato nel mondo rispettivamente la bellezza di 484 e 920 milioni di dollari. Ragione per cui, puntualmente, la società di Spielberg ha presentato quest'anno Over The Hedg» (uscita USA in contemporanea, da noi a ottobre) [...] Vai alla recensione »

Salvatore Trapani
Il Giornale

Se X-Men mostra che dal fumetto al cinema il passo è breve, ma pur sempre in un genere di nicchia, a Cannes il cartone animato conferma il suo valore universale. Due anni fa c'era Shrek e ieri degli stessi ideatori, fuori concorso,Over theHedge (Sopra le siepi), di Tim Johnson e Kerey Kirkpatrick. Un procione, doppiato da Bruce Willis, dopo aver cercato di prelevare onestamente da un distributore automatico [...] Vai alla recensione »

Maurizio Porro
Il Corriere della Sera

Il nuovo cartoon Dreamworks che arriva già miliardario è una simpatica variazione sul colpo grosso, l' ocean' s eleven. Solo che a giocare gli umani, mangioni e masochisti, capaci solo di disinfestare, è una band di animali del bosco risvegliati dal letargo: family porcospina, opossum ossessionati, puzzole con problemi di autostima, un procione, un folle scoiattolo e una tartaruga che vanno alla ricerca [...] Vai alla recensione »

Marco Consoli
Ciak

La gang del bosco ha pur incassato 155 milioni di dollari in patria, ma già come Shark Tale (160 milioni) e il sorprendente Madagascar (193 milioni) dimostra una progressiva disaffezione degli spettatori per il cartoon digitale, dopo gli exploit clamorosi dei due Shrek (267 e 441 milioni rispettivamente al box office). Il motivo sta nel fatto che oltre a DreamWorks e Pixar, l'arena dell'animazione [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Un procione senza scrupoli, una puzzola zitella, due opossum bravissimi a fingersi morti, un gatto persiano di nobile stirpe, due piccoli porcospini che si scoprono assi del videogame, e via umanizzando. Nella Gang del bosco ogni animaletto è un "tipo", un carattere, sulla linea che va da Fedro a Disney. Qui però il gioco di specchi è complicato e arricchito dal prolungato faccia a faccia cui le bestiole [...] Vai alla recensione »

Alberto Castellano
Il Mattino

Ancora un cartoon ecologista. Per costruire l'ennesima satira della società moderna, contraddizioni e nevrosi comprese, il nuovo film d'animazione della DreamWorks La gang del bosco inventa un prequel al fumetto di Michael Fry e T. Lewis. Il cartone animato finisce infatti dove inizia la striscia e racconta come è nata l'amicizia tra l'orsetto lavatore RJ e la tartaruga Verne che spiavano la società [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

Scusate il ritardo: La gang del bosco è uscito in America (con il titolo originale Over the Hedge, «oltre la siepe») nello scorso mese di maggio, in contemporanea con l'anteprima in quel di Cannes. Quasi sei mesi dopo, eccolo fra noi. È un film Dreamworks: Il regista Tim Johnson realizzò anni fa Z la formica ma ha fatto parte della squadra di Shrek, mentre lo sceneggiatore e co-regista Karey Kirkpatrick [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Pur preceduto da qualche parere riduttivo del tipo «i personaggi non sono molto originali e neppure la storia», La gang del bosco (Over the Hedge) la scorsa estate ha conquistato in Usa il buon posto al botteghino (oltre 150 milioni di dollari) che senza dubbio merita: infatti è un cartone animato delizioso e intelligente, come pare sia l'omonima striscia quotidiana di Michael Fry e T.

Roberto Nepoti
La Repubblica

A Cannes l'esilarante prologo della Gang del bosco ci aveva fatto sperare nel capolavoro: un orsetto lavatore è alle prese con un distributore automatico di dolciumi, ma si scopre troppo piccino per raggiungere gli oggetti del desiderio. Finito nel guai con un orso minaccioso, al quale ha tentato di soffiare le provviste, il tipetto recluta alcune famiglie di roditori appena usciti dal letargo, persuadendol [...] Vai alla recensione »

Giovanna Grassi
Il Corriere della Sera

Lotta di classe in un cartoon: il nemico è l'uomo (sprecone) Satira del consumismo con gli animali di "Over the Hedge". La festa è durata un giorno intero e si è svolta nel distretto universitario di Westwood, il cui campus era popolato da decine di strane creature: gli animaletti e gli "umani" protagonisti della più strana "lotta di classe" mai vista al cinema, quella tratta dai fumetti di Michael [...] Vai alla recensione »

Federico Pedroni
Film TV

L'inizio de La gang del bosco è travolgente: RJ, un intraprendente procione, inserisce una moneta in un distributore automatico per mangiarsi un pacchetto di patatine che si incastrano innescando una furibonda lotta tra l'animale e la macchina davvero esilarante. Da lì cominciano le avventure di RJ per procacciarsi del cibo. Dopo aver tentato di rubare a un orso la sua scorta alimentare, il procione [...] Vai alla recensione »

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Un film di animazione per bambini accompagnati dai genitori? Nel tentativo di scoprire perché, il New York Times (che dopo il rating usa segnalare con parole sue i punti incriminati) indica le scene molto allusive tra un gatto persiano e una puzzola. Produce la Dreamworks di "Shrek" (fantastico) e di "Madagascar" (noiosetto). Il risultato sta a metà.

Valerio Caprara
Il Mattino

Tra il successo de Il regista di matrimoni, che benché tenuto fuori dal salotto buono del concorso ha polarizzato entusiasmi notevoli, e quello «battezzato e comunicato» de Il Caimano, che sbarca oggi sulla Croisette, una pausa di puro divertimento per tutte le età, persino quelle indefinibili dei festivalieri. Come succede ormai puntualmente, infatti, un lungometraggio d'animazione ha facilmente svettato [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati