Picnic

Acquista su Ibs.it   Dvd Picnic  
Un film di Joshua Logan. Con William Holden, Kim Novak, Cliff Robertson, Arthur O'Connell, Susan Strasberg.
continua»
Commedia, durata 115 min. - USA 1955. MYMONETRO Picnic * * * * - valutazione media: 4,14 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,14/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
William Holden
William Holden 17 Aprile 1918 Interpreta Hal Carter
Kim Novak
Kim Novak (82 anni) 13 Febbraio 1933 Interpreta Madge Owens
Cliff Robertson
Cliff Robertson 9 Settembre 1925 Interpreta Alan Benson
Arthur O'Connell
Arthur O'Connell 29 Marzo 1908 Interpreta Howard Bevans
Susan Strasberg
Susan Strasberg 22 Maggio 1938 Interpreta Millie Owens
Rosalind Russell
Rosalind Russell 4 Giugno 1907 Interpreta Rosemary, la maestra
   
   
   
Il protagonista è Hal, aitante e un po' maledetto, che arriva in una cittadina del Kansas. Il suo unico patrimonio è un paio di stivali che gli ha las...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
    * * * * *

Il protagonista è Hal, aitante e un po' maledetto, che arriva in una cittadina del Kansas. Il suo unico patrimonio è un paio di stivali che gli ha lasciato suo padre. Intende incontrare un vecchio amico, Alan, molto ricco, che potrebbe dargli una mano. La rimpatriata avviene: Alan aveva sempre ammirato Hal per i suoi successi sportivi e con le donne. C'è Madge, la più bella ragazza della città, corteggiata da Alan e incoraggiata in quel senso dalla madre. Quando Hal e Madge si incontrano, si innamorano subito. Tutti gli equilibri vengono stravolti. La situazione precipita durante il picnic della festa del paese. Hal, incolpevole, si trova al centro di tutti i disastri. Arriva anche la polizia. Riesce a fuggire dopo aver avuto da Madge la promessa che lo raggiungerà. Un film che fece epoca. Campione di incassi, naturalmente. Dietro un'apparente ingenuità di linguaggio vivevano i principali contrasti della civiltà americana e occidentale in genere: le differenze di classe, le ipocrisie, i valori veri e falsi. Il regista Logan aveva rappresentato tre anni prima la pièce a Broadway, con enorme successo. Protagonisti in teatro erano stati Ralph Meeker nella parte di Hal e l'esordiente Paul Newman in quella di Alan. È l'ennesima grande prova di William Holden apparentemente inadatto a un ruolo del genere ma talmente bravo in assoluto da riuscire a non farsi dimenticare anche nel suo disagio. Da ricordare in questo senso la sequenza in cui Holden e la Novak ballano sulla piattaforma sul fiume illuminato, con la musica rapinosa di George Duning. Sono entrambi goffi, ma talmente "cinematografici" da diventare esempi. La recitazione di Holden venne citata dall'autorevole rivista americana "A Major Screen Performance". Film di sentimenti più che di simboli e pensieri, con tutti i personaggi apparentemente sereni al primo impatto e terribilmente isterici e infelici alla resa dei conti. Ed ecco espressi in modo chiaro certi malesseri dell'America di quel decennio, già sofferente per incubi, fantasmi rossi e guerre fredde, irrequieta e predisposta a grossi guai presenti e futuri in Corea e nel Vietnam. Nella storia dell'equazione spettacolo-grandi temi, Picnic è una delle più efficaci espressioni hollywoodiane.

Premi e nomination Picnic MYmovies
Sei d'accordo con questa recensione?


Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
91%
No
9%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Picnic

premi
nomination
Premio Oscar
5
4
* * * * -

Picnic

martedì 16 febbraio 2010 di Paolo Ciarpaglini

Il digitale sta portando via e sempre più tutto il fascino di un mondo, quello analogico, umano, reale. Assolutamente migliore credo. Ne sono un esempio molti film degli nni '50 e '60 che lasciano a bocca aperta per la bellezza dei colori, pastosità e naturalezza ormai perse. Sarò un nostalgico, ma preferivo quel cinema. E Picnic si annovera strameritandolo fra quei tempi mitici, fatti di cose semplici, di trama, di fascino indescrivibile ne cito alcuni: Lo specchio della vita, Dalla terrazza, Scandalo continua »

Susan Strasberg alla sorella maggiore Kim Novak, dopo aver intuito per la prima volta quanto brucia la fiamma dell'amore
Non appena avrò preso la laurea, andrò a New York, e scriverò romanzi che faranno uscire di sentimento la gente. Ma non mi innamorerò mai... Ah, io no...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Kim Novak spiega alla madre Betty Field la propria decisione di andare a vivere con l'uomo che ama
Mamma, non si ama una persona perché è perfetta.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Cliff Robertson e William Holden
Da dove vieni tu?
Da tanti posti...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Picnic oppure Aggiungi una frase
Shop

di Georges Sadoul

In una festa campestre in provincia, arriva un bel vagabondo (William Holden) che viene molto ammirato da una zitella (Rosalind Russell) e rapisce la più bella ragazza del paese (Kim Novak ) sullo sfondo di ipocrisie e pudori provinciali. Il film, che rappresenta in modo insolito la vita quotidiana di una cittadina americana ed è realizzato con molta freschezza, piacque al pubblico soprattutto per i suoi interpreti: William Holden, la bionda Kim Novak (allora quasi sconosciuta) e Rosalind Russell in una magnifica interpretazione burlesca. »

di Guido Aristarco

Siamo entrati nel cinematografo in cui si proiettava Picnic a film iniziato, ed esattamente quando Madge Owen, la protagonista, dice: «Forse sono stanca di essere soltanto guardata». Di fronte a questa ragazza stanca di sentirsi ripeter d'essere bella pensammo subito ai personaggi interpretati dalla Holliday: alla Billie Dawn di Nata ieri o alla Florence Keefer di Vivere insieme, che cioè anche essa facesse parte di quelle donne, in realtà più numerose di quanto il cinema hollywoodiano non voglia ammettere, le quali non svolgono soltanto una funzione sessuale e un compito puramente decorativo nella famiglia, ma hanno intuito anzi se non sempre del tutto compreso, come appunto Florence, che occorre prendere l'abitudine a pensare, magari mezz'ora al giorno. »

di François Truffaut

In una cittadina del Kansas sbarca una mattina William Holden, cencioso, abbronzato e trascurato. In cambio di un buon pasto, brucia i rifiuti nella casa di una vecchia signora che, in sovrappiù, gli lava la camicia. Frattanto lui, a torso nudo, ha fatto conoscenza di una bella ragazza, Kim Novak, e della sua sorellina, Susan Strasberg. Con la camicia pulita, Holden può finalmente fare visita a Cliff Robertson, suo compagno di scuola, ben sistemato e fidanzato con Kim Novak. L’indomani ha luogo un grande picnic tradizionale, noi diremmo in Francia una kermesse che durerà tutta la domenica. »

di Giuseppe Marotta

Ah questo buffo cinema. La scarsa attività produttiva non riaffolla soltanto i bar di via Veneto, ma le anticamere degli editori. Avremo, è un fatto, poesie e prose di attori e attrici e registi che hanno cercato di riempire in qualche modo il vuoto in cui li ha gettati la crisi. Intendiamoci, nessuna umiltà. I neopoeti (o redivivi: qualcuno ebbe, a tratti, lascivi rapporti con la penna) affrontano la pagina stampata senza scendere dal cavallo cinematografico, turgidi e boriosi come i centurioni di stoppa in un "superfilm" di Riccardo Freda. »

Picnic | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | paolo ciarpaglini
  2° | jason
Premio Oscar (9)


Articoli & News
Shop
DVD
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2015 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità