Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 22 gennaio 2019

Chiara Stella Riccio

Biografia Filmografia Critica Premi Foto Articoli e news Trailer Dvd

mercoledì 2 gennaio 2019 - L'attrice interpreta in Tito e gli alieni una simpatica e originale wedding planner, innamorata del Professore. Ora su TIMVISION.

Tra alieni e matrimoni: Clémence Poésy è Stella

Fabio Secchi Frau cinemanews

Tra alieni e matrimoni: Clémence Poésy è Stella L'attrice e modella francese Clémence Poésy non è nuova ai film per bambini. Dopo aver interpretato la strega Fleur Delacour, bellissima campionessa per l'Accademia di Magia Beauxbatons nella Coppa Tremaghi all'interno della saga di Harry Potter, approda infatti a un altro film per l'infanzia, tra l'altro italiano, con Tito e gli alieni di Paola Randi. Qui, la Poésy (un cognome che sembra quasi una garanzia di leggerezza e grazia) interpreta Stella, una simpatica wedding planner che organizza matrimoni a tema extraterrestre in una zona non lontana dalla segretissima Area 51, nel deserto del Nevada. Stella, però, ha un debole per il Professore (interpretato dal nostro Valerio Mastandrea), un apatico scienziato rimasto vedovo che proprio in America sta lavorando a un progetto ufologico del Governo Americano. Entrata a far parte della sua vita come amica e sua autista, riuscirà finalmente a rompere il muro di solitudine che l'uomo ha creato intorno a se stesso quando, da Napoli, arriveranno i due nipotini del professore, Tito e Anita (gli esordienti Luca Esposito e Chiara Stella Riccio), rimasti orfani di entrambi i genitori.

L'attrice offre un'interpretazione gentile, ma molto coraggiosa, muovendosi in questo piccolo titolo fantastico con la stessa disinvoltura e l'estremo equilibrio che abbiamo imparato a conoscere a partire da Harry Potter e il Calice di Fuoco. È quasi comico vederla conversare in un misto di inglese e spagnolo con i due bambini, mentre questi le rispondono in uno strettissimo napoletano. E non si può certo trattenere un sorriso quando la si guarda durante la celebrazione di un matrimonio, con una parrucca argentata in testa (che sembra farla uscire dalla vecchia serie tv britannica Anni Settanta UFO), mentre fissa teneramente il nostro Mastandrea con la testa dentro l'oblò di una lavatrice, così da impersonare uno strano cyborg.

La versatilità della Poésy, insomma, si fa sentire tutta. Non potrebbe essere altrimenti visto come questa delicata presenza cinematografica riesce a passare da produzioni drammatiche inglesi come In Bruges - La coscienza dell'assassino di Martin McDonagh e accanto a Colin Farrell a horror europei come Heartless, approdando poi a film da Oscar come 127 ore del grande Danny Boyle e scivolando romanticamente in un malinconico Mister Morgan.
?

   

mercoledì 2 gennaio 2019 - I due giovanissimi attori interpretano i nipoti del Professore nel film Tito e gli alieni, ora su TIMVISION.

Due ragazzi alla ricerca degli alieni: Luca e Chiara sono Tito e Anita

Fabio Secchi Frau cinemanews

Due ragazzi alla ricerca degli alieni: Luca e Chiara sono Tito e Anita Uno scienziato rimasto vedovo che se ne sta isolato dal resto del mondo e passa tutto il suo tempo su un divano nel deserto del Nevada. Proprio accanto all'Area 51. Un progetto di ricerca segretissimo che mira a scoprire altre forme di vita nello Spazio, ma che non dà risultati da due anni. Un fratello tanto amato che muore e che affida proprio allo scienziato la cura dei suoi figli, i napoletani Anita di sedici anni e Tito di sette. Comincia con queste premesse il film di Paola Randi Tito e gli alieni . E se l'apatico Professore è interpretato da Valerio Mastandrea, i due nipotini hanno invece i brillanti volti esordienti di Chiara Stella Riccio e Luca Esposito. Lei, nativa del quartiere Ponticelli, faceva parte dell'associazione Maestri di strada, una onlus composta da educatori e professionisti che lottano ogni giorno contro la dispersione scolastica. Lui, invece, viene da Scampia ed è il primo ad ammettere che senza ombra di dubbio "è impossibile che nell'universo si sia soli".

Straordinari nella vita vera così come in quella fittizia dei loro personaggi, Chiara e Luca sono l'impronta più vivace di Tito e gli alieni. Il film non sarebbe lo stesso senza quelle traumatiche smorfie piene di delusione quando invece di vedere la luccicante Las Vegas, si ritrovano in mezzo al nulla. Né sarebbe così divertente negli incontri/scontri con lo zio confuso e pigro che è chiaramente incapace di badare a loro, ma che cerca di andare incontro a quella convivenza malgrado i fantasmi del passato. E Tito in particolare ricambierà, credendo ciecamente nel progetto dello zio e dando inconsapevolmente una svolta alla ricerca. Più complesso il ruolo di Anita, sagace e perspicace sorella maggiore che si innamora di un soldato americano e che mantiene quella piacevole anima partenopea sempre viva. Anche in quel torpore americano ed esistenziale.

L'energia da loro portata sul grande schermo è formidabile e veicolata da uno sviluppo narrativo che vuole ad ogni costo la formazione di una nuova famiglia, senza però mai dimenticare chi ne faceva precedentemente parte. Impertinenti e comunicativi, questi due guaglioni sono la vera ironia di una pellicola sul dolore ereditato dal lutto, sul sentimento di abbandono e sul silenzio astrale che lascia dietro di sé ogni perdita umana.

   

mercoledì 2 gennaio 2019 - Tra Napoli e il Nevada, Valerio Mastandrea è un professore all'ascolto del rumore dello spazio. In prima visione su TIMVISION.

Tito e gli alieni, un film tenero sul valore della comprensione

Alessandro Buttitta cinemanews

Tito e gli alieni, un film tenero sul valore della comprensione Il Nevada e Napoli sono più vicini di quanto si pensi. A legare questi due luoghi, che si trasfigurano in luoghi dell'animo in cui perdersi e ritrovarsi, è Tito e gli alieni, da oggi disponibile in prima visione nel catalogo di TIMVISION. In questo film delizioso, diretto con tenerezza da Paola Randi e interpretato con altrettanta delicatezza da Valerio Mastandrea, si restituisce l'autenticità dei sentimenti e dell'ascolto in un mondo che va sempre troppo veloce. Da quando la moglie è morta, il non meglio specificato Professore ha deciso di lasciare il mondo civilizzato per andare nel deserto del Nevada in prossimità dell'Area 51, da molti considerata la casa terrestre degli alieni. Passa il suo tempo ad ascoltare il rumore dello Spazio alla ricerca della voce della donna che ha sempre amato. Uomo schivo e riservato, dialoga soltanto con Stella, una strampalata wedding planner che sfrutta come può le leggende del posto.

La vita del professore viene sconvolta dalla notizia di un altro lutto. Il fratello sta morendo e gli affida i suoi due figli. La più grande, la sedicenne Anita, è entusiasta di arrivare negli Stati Uniti per conoscere la cultura americana e Lady Gaga. Il più piccolo, Tito, ha sette anni, la battuta sempre pronta e molta curiosità in corpo. Tuttavia, quando si ritrovano in mezzo al nulla, per giunta con uno zio che sembra avere qualche rotella fuori posto, dovranno rivedere le loro aspettative.

L'arrivo dei nipoti ha delle ripercussioni nella vita placida del professore. Per lui, abituato al silenzio, si tratta di una rivoluzione copernicana. Tra bizzarri modi di connettersi ai morti e incredibili sistemi per comunicare con gli extraterrestri, la nuova famiglia impara però a comprendere il valore e il significato di quella che noi chiamiamo inconsapevolmente vita.

Il film, presentato tra gli applausi al Torino Film Festival, scivola via lieve con trovate originali e un'inedita chiave di lettura delle nostre esistenze. È inoltre valorizzata dalle atmosfere sospese e dalle ottime interpretazioni degli attori. Se Valerio Mastandrea si conferma uno degli artisti più validi del panorama italiano, una grande rivelazione sono i giovanissimi Luca Esposito e Chiara Stella Riccio. Completano il cast Gianfelice Imparato, volto caro ai migliori registi del cinema nostrano, e Clémence Poésy, attrice francese che ha avuto ruoli significativi in Harry Potter e il calice di fuoco e In Bruges.

Altre news e collegamenti a Chiara Stella Riccio »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità