Romeo è Giulietta

Un film di Giovanni Veronesi. Con Sergio Castellitto, Pilar Fogliati, Margherita Buy, Geppi Cucciari.
continua»
Commedia, durata 102 min. - Italia 2024. - Vision Distribution uscita mercoledì 14 febbraio 2024. MYMONETRO Romeo è Giulietta * * * - - valutazione media: 3,07 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Idee fresche per il Cinema italiano

di thomas


Feedback: 2597 | altri commenti e recensioni di thomas
lunedì 19 febbraio 2024

Lo scambio di identità donna/uomo, pur se non frequente come quello uomo/donna, è presente nella storia del Cinema fin dagli albori e per le più disparate finalità: nel 1918 in “Non vorrei essere un uomo” di Ernest Lubitsch, una donna si traveste da uomo per vivere quelle libertà assicurate nella società soltanto agli uomini; in “Victor Victoria” Julie Andrews si trasforma in uomo per trovare lavoro; anche in “Mulan” c’è uno scambio di identità, questa volta per salvare la vita al padre malato; nel notissimo “Shakespeare in love” invece le motivazioni sono quelle dell’amore per la recitazione e per un uomo.
Non risultano pellicole in cui lo scambio avvenga per “punire, umiliandolo” un regista troppo arrogante e incline alle offese nei confronti degli aspiranti attori. E qui è il primo pregio di una pellicola fresca, originale. Le idee da cui scaturisce la storia non sono un rimasticamento di classici del passato, ma una brillante attualizzazione. Otto Novembre (il nome che la/il protagonista si attribuisce in previsione dell’umiliazione finale) non è la copia scopiazzata di uno dei tanti personaggi che hanno attraversato la storia del Cinema, ma si ritaglia un posto tutto suo, una bella nicchia personale. La sua decisione di vendicarsi delle offese ricevute durante un provino dal regista Landi Porrini ripresentandosi travestita per dimostrargli che non è in grado di riconoscere una donna da un uomo la fa precipitare in un vortice di situazioni surreali e divertenti che sono l’altro punto di forza del film, che è di certo una commedia all’italiana, ma sofisticata, davvero raffinata.
A differenza di tante commedie che non hanno fatto onore alla nostra grande tradizione nazionale, in “Romeo è Giulietta” c’è molta attenzione alla qualità dei dialoghi ed all’approfondimento psicologico dei personaggi (notevole il rapporto tra il regista ed il suo compagno), senza tuttavia perdere quella brillantezza che pervade tutto il film e che è uno dei suoi punti di forza.
Nella dinamica del regista che, un po’ alla volta, si invaghisce di Otto Novembre ed inizia a corteggiarlo c’è un qualcosa che ricorda alla lontana “Tootsie” ma, rispetto alla celebre pellicola americana, “Romeo è Giulietta” ancora una volta attualizza e non sfigura affatto, anzi. Merito anche di una vicenda che non si focalizza soltanto sui protagonisti principali, ma che si “colora” della presenza di personaggi di contorno riuscitissimi, sia nella scrittura che nella recitazione: Alessandro Haber è un produttore squattrinato che regala sprazzi di divertimento, Margherita Buy una vecchia attrice di teatro ricca di fascino e classe, Maurizio Lombardi un uomo di mezz’età ancora pieno di sentimento e sensibilità, Geppi Cucciari una truccatrice dalla battuta tagliente ed irresistibile dedita ai toy boys. Persino le figure più defilate sono messe a fuoco con chiarezza e, pur nella loro credibilità, sono divertenti: l’impresario romagnolo della stellina di tik tok è una straordinaria “faccia alla Fellini”, di quelle “giuste” che il Maestro sapeva mettere “al posto giusto”.
Di Sergio Castellitto è stato scritto tanto, basti qui soltanto sottolineare che ha aggiunto un’altra grande interpretazione ad una carriera eccellente, il suo Federico Landi Porrini pur essendo un personaggio sopra le righe non entra mai in “versione macchietta” ma rimane in perfetto equilibrio in una partitura di espressioni che suscita ilarità e riflessioni.
Per finire la (il) protagonista, Pilar Fogliati. In passato abbiamo scritto che, forse, era nata una stella la cui luce nasceva dalla naturalezza della recitazione, dalla capacità di modulare la voce, dalla vivacità dell’espressione degli occhi. Chissà se diventerà una stella di prima grandezza, ma l’essersi misurata con successo con la difficoltà di sdoppiarsi per essere un personaggio maschile credibile è certo che ne ha aumentato il bagliore.

[+] lascia un commento a thomas »

Ultimi commenti e recensioni di thomas:

Vedi tutti i commenti di thomas »
Romeo è Giulietta | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Uscita nelle sale
mercoledì 14 febbraio 2024
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità