Madres Paralelas

Acquista su Ibs.it   Dvd Madres Paralelas   Blu-Ray Madres Paralelas  
Un film di Pedro Almodóvar. Con Rossy De Palma, Penélope Cruz, Milena Smit, Aitana Sánchez-Gijón, Israel Elejalde.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 120 min. - Spagna 2021. - Warner Bros Italia uscita giovedì 28 ottobre 2021. MYMONETRO Madres Paralelas * * * 1/2 - valutazione media: 3,57 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Un complesso rapporto tra quadro (privato) e cornice (pubblica)

di francesca meneghetti


Feedback: 5892 | altri commenti e recensioni di francesca meneghetti
sabato 30 ottobre 2021

Capita di andare a vedere un film impreparati, richiamati solo dal nome del regista (o da qualche altro specchietto per le allodole). E capita di uscirne con la frase: “Che bel film! Ho pianto tanto!” (per non parlare dei brividi trascorsi sulla pelle). Accade quando un regista preme sul pedale della comunicazione emotiva. Così lo spettatore si lascia condurre sulle montagne russe di emozioni diverse, se non contradditorie, in continuo movimento, finendo per immedesimarsi nelle situazioni, a volte drammatiche, e nelle scelte dei personaggi. O meglio: delle protagoniste, tutte donne (madri con o senza istinto materno). Il che non è una novità per Almodovar.
Ma poi uno esce dalla sala cinematografica (rigorosamente Edera): quella che crea alla perfezione l’illusione della realtà. La serata è frizzante. Si fanno due passi e si comincia a ragionare. Che ci azzeccano le “madri parallele” (ovvero la storia in parallelo di due donne, una quarantenne e un’adolescente, entrambi senza compagno, che fanno amicizia durante il travaglio e partoriscono insieme) con i desaparecidos, sepolti in fosse comuni, dai franchisti durante la guerra civile spagnola?
Per capire il senso della domanda, bisogna sapere che la storia delle due donne (e delle loro famiglie) è incastonata in una cornice in qualche modo storiografica, sottolineata dalla citazione finale di una frase dello scrittore uruguayano “Per quanto si tenti di zittirla, la Storia non è muta”. Infatti Janis (Penelope Cruz), che è fotografa incontra nel suo lavoro Arturo (Israel Elejalde), un antropologo forense e gli chiede un favore: aiutarla a ritrovare i resti mortali di suo nonno, assassinato dai franchisti. Janis, così chiamata in onore dell’omonima cantante Joplin, è rimasta orfana da piccola, allevata dalla nonna che vorrebbe morire in pace sapendo che le spoglie del marito, finite in una fossa comune, hanno avuto una degna sepoltura. Arturo accetta. Anzi, inizia così una relazione passionale tra i due che innescherà la storia della maternità di Janis. Alla fine, con perfetta circolarità, si ritorna alla fine a questo argomento di partenza, che appassiona moltissimo Janis, consapevole dei suoi risvolti divisivi. Infatti, avendo colto una certa indifferenza a riguardo nella giovanissima amica e amata Ana, Milena Smit, (alla quale la legherà un destino imprevedibile e capriccioso), la aggredisce per la sua ignoranza storica: da che parte stava la tua famiglia durante la dittatura? Devi saperlo! Naturalmente questo è un tema di valenza civile e politica, che porta a spaziare oltre il tema del privato, che resta il cuore del film. Su questo però è meglio tacere per non compromettere la curiosità dello spettatore, che dovrà prepararsi a tanti colpi di scena, sesso, pianti, drammi e gioie, raccontati però sotto forma di melodramma raccontato in uno stile classico, privo di ironia, insolito per l’Almodovar d’antan.
Si può discutere su questa relazione tra quadro e cornice: se sia una forzatura o se il motivo della vita che pulsa nel quadro sia profondamente connesso con il tema della morte, che emerge dalla cornice. O se in entrambi i casi, cioè nel privato e nella dimensione pubblica, sia importante la ricerca delle radici. Resta, a mio parere, un film molto bello. Grande l’interpretazione di Penelope Cruz, dai grandi occhi espressivi, il fisico sottile da ragazzina, la camminata da rugbista, accentuata da quei carrarmati, griffati finché si vuole, che porta ai piedi. Ma non sfigurano affatto tutte le altre attrici. Diciamo anche, che in questo gineceo, non soccombe nemmeno Arturo/Israel Elejade.

[+] lascia un commento a francesca meneghetti »

Ultimi commenti e recensioni di francesca meneghetti:

Vedi tutti i commenti di francesca meneghetti »
Madres Paralelas | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)
Satellite Awards (3)
NSFC Awards (3)
Spirit Awards (1)
Goya (8)
Golden Globes (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
giovedì 20 gennaio
Aline
Il lupo e il leone
giovedì 13 gennaio
Deep Water
Una Famiglia Vincente - King Richard
mercoledì 5 gennaio
Vicky e il suo cucciolo
sabato 1 gennaio
Matrix Resurrections
giovedì 30 dicembre
La befana vien di notte 2 - Le ori...
mercoledì 29 dicembre
The King's Man - Le Origini
giovedì 23 dicembre
Sing 2
Il discorso perfetto
venerdì 17 dicembre
Spider-man - No Way Home
giovedì 16 dicembre
Diabolik
West Side Story
House of Gucci
mercoledì 8 dicembre
Don't Look Up
martedì 7 dicembre
Nimby
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità