The Irishman

Un film di Martin Scorsese. Con Robert De Niro, Al Pacino, Joe Pesci, Harvey Keitel, Ray Romano.
continua»
Titolo originale The Irishman. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 209 min. - USA 2019. - Cineteca di Bologna uscita lunedý 4 novembre 2019. MYMONETRO The Irishman * * * * - valutazione media: 4,14 su 62 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
thomas martedý 5 novembre 2019
capolavoro assoluto Valutazione 5 stelle su cinque
68%
No
32%

Uno dei migliori film della Storia del Cinema. Se il personaggio Forrest Gump nel 1994 ci raccontava la Storia d'America incarnando la parte luminosa dell'American Spirit, Martin Scorsese dopo 25 anni narra la stessa Storia dal suo lato oscuro, incarnato da Frank Sheeran. Sheeran è l'esatto opposto di Gump: opportunista il primo quanto disinteressato il secondo, disincantato il primo quanto sognatore il secondo, avido il primo quanto generoso il secondo. Sheeran come Gump è una metafora dello Spirito della Nazione, infatti è sempre attivamente parte di ogni momento decisivo della Storia americana (il trasporto delle armi per l'assalto alla Baia dei Porci, le decisioni della Cupola mafiosa relative all'assassinio dei Kennedy, l'eliminazione fisica del più importante sindacalista della Nazione Jimmy Hoffa), così come Forrest Gump era sempre attivamente parte di altri momenti dicisivi (l'ammissione dei primi studenti neri nelle Università bianche, la guerra del Vietnam, lo scandalo Watergate). [+]

[+] il sorriso di robert de niro (di no_data)
[+] lascia un commento a thomas »
d'accordo?
giorgio postiglione giorpost mercoledý 11 dicembre 2019
scorsese torna a fare cinema (con la c maiuscola) Valutazione 5 stelle su cinque
78%
No
23%

Frank Sheeran è un veterano della Seconda Guerra Mondiale che lavora come camionista per una compagnia della Pennsylvania. Il suo è un lavoro duro che inizialmente gli permette di sostenere in maniera onesta la sua famiglia; tuttavia, dopo l'arrivo della secondogenita, il semplice trasporto di quarti di bue freschi sembra non  bastargli più. Si offre così ad un mafioso locale per ad arrotondare lo stipendio procurando al gangster ed i suoi sodali carne fresca rubata dal suo stesso camion.

[+]

[+] lascia un commento a giorgio postiglione giorpost »
d'accordo?
rai. b! sabato 4 gennaio 2020
non questa volta martin! Valutazione 2 stelle su cinque
87%
No
13%

Per l’amor del cielo..non vogliamo mica screditare le potenzialità o i capolavori fatti in precedenza?!
Ma questa volta Scorsese si rassegni, la sua pellicola é noiosa e particolarmente lenta. 
 
Se al botteghino, durato 3 giorni, e sulla piattaforma virtuale il suo film ha toccato numeri da capogiro..bhe il rebus é semplicissimo : De Niro-Pacino-Pesci (E anche Kietel) é la formula vincente. A questo aggiungi anche una forte e continua pubblicità, il gioco è quasi fatto. Ma proprio quel quasi mette tutto in dubbio. 
Sottolinenando ancora una volta, che non si discute il talento innato di icone e miti contemporanei del cinema del il trio sopra-citato, hanno tutti 40 anni di film alle spalle con premi e riconoscimenti che non stiamo qui ad elencare (anche perché troppi!) ma questa volta il film é pesante e disinteressante. [+]

[+] lascia un commento a rai. b! »
d'accordo?
kronos venerdý 20 dicembre 2019
quei bravi nonnetti ... fanno casino Valutazione 2 stelle su cinque
72%
No
28%

Figlio di "Quei bravi ragazzi" e "Casinò" è il tipico gangster film alla Martin Scorsese, fedele a una ricetta un pò stantia ma sempre amatissima dall'autore:
 
- Narrazione "letteraria" dominata da un'incessante voce off che cerca d'aiutare lo spettatore a dipanare un'intricatissima matassa d'eventi, aneddoti e personaggi che risulterebbero ostici anche sulla pagina scritta.
- Fauna italo-americana e irlandese, violenta, cinica e grottesca, dipinta senza risparmio di stereotipi etnici.
- Tendenza alla prolissità narrativa e linguistica.
 
A complicare il quadro stavolta ci si mette la terza età, assoluta e involontaria protagonista di "The Irishman": con una scelta azzardata (e a suo modo originale) il regista ha puntato su un cast di vecchie glorie ottuagenarie, ringiovanite digitalmente nei numerosi flashback dal passato. [+]

[+] lascia un commento a kronos »
d'accordo?
ruger357mgm domenica 1 dicembre 2019
e' quel che Ŕ.... Valutazione 4 stelle su cinque
69%
No
31%

Manca la quinta stella,perché un film così non deve vedersi in televisione, non la merita la tv.Qualcuno ha già utilizzato l'aggettivo "definitivo" che sintetizza forse il senso profondo di un cinema deja vi ma che non ci stancherà mai.E' un testamento spirituale ed artistico collettivo.Scorsese richiama i suoi stereotipi e li esalta, ne fa icone e modelli perfetti, characters essi stessi,intimi bozzetti stereotipati e irripetibili.De Niro, camaleontico e superbo ripete le sue hits calandosi nella malavita immutabile a cui ha reso innumerevoli servigi, definendo il suo archetipo in modo da risultare per sempre inimitabile.L'irascibile Al Pacino fa Jimmy Hoffa colorandolo con la sua arte, l' istrionismo del sindacalista , quello vero, si fonde con quello dell'Artista. [+]

[+] 'it is what it is':l'ultimo capolavoro di scorsese (di antonio montefalcone)
[+] lascia un commento a ruger357mgm »
d'accordo?
jonnylogan lunedý 9 dicembre 2019
quei bravi ragazzi di philadelphia Valutazione 2 stelle su cinque
80%
No
20%

Tra le mani di Marin Scorsese l’esistenza di un anziano malavitoso ridotto su una sedia a rotelle a trascorrere i suoi ultimi anni in una casa di cura, diventa storia di una generazione cresciuta tra i sibili dei proiettili della seconda guerra mondiale ma anche pronta a rimboccarsi le maniche a conflitto ultimato. Frank Sheeran, guardaspalle di Jimmy Hoffa, Líder Máximo del sindacato autotrasportatori e suo amico fraterno, diviene fonte d’ispirazione per narrare l’ennesima storia di un’Altra America, una nazione piena di contraddizioni e di slanci di apparente generosità come quella che contraddistingue Russ Bufalino, boss mafioso amico dello stesso Frank, originario della provincia di Catania e assurto a protettore di coloro che a lui si rivolgevano sapendo di trovare quelle risposte che la giustizia non gli poteva fornire. [+]

[+] lascia un commento a jonnylogan »
d'accordo?
ghisi mercoledý 3 marzo 2021
c''era una volta la mafia Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Le tematiche ricorrenti nei film di Martin Scorsese vanno ricercate nelle sue origini italiane e cattoliche: il sentimento di redenzione, la coscienza della famiglia, il senso di colpa. Sembra, inoltre, che nella maggior parte dei suoi film Scorsese si interroghi sulla possibilità di condurre un'esistenza cristiana in un mondo dominato dal male. Se poi coniughiamo tutto ciò con il virtuosismo tecnico, abbiamo il cinema di questo grande cineasta che firma quest’ultimo epico gangster movie.
 “The Irishman” è tratto dal libro di James Brandt I Heard You Paint Houses ad opera dello sceneggiatore Steven Zaillian, ed è basato sulla vera storia di Frank Sheerandetto, appunto, “l’irlandese”. [+]

[+] lascia un commento a ghisi »
d'accordo?
kaljmero lunedý 27 luglio 2020
....il ciclo Ŕ finito a meno di clonazioni... Valutazione 2 stelle su cinque
57%
No
43%

Non ho letto le recensioni degli altri miei colleghi ma sono sicuro che in sto giro sarò sicuramente una voce fuori dal coro e non lo faccio per essere originale ma voglio esprimere una mia idea istintiva sul film e su sto filotto o ciclo di film di Scorsese che mi auguro termini con the irishman a meno di una clonazione dei soliti noti Deniro jo pesci ecc. e con la New al pacino direttamente dal padrino parte terza. Dopo quei bravi ragazzi casinó ora the  irishman con le solite faccette di Deniro alla nonno di taxi driver " ce l'hai con me...?" e un jo pesci più riflessivo meno irascibile rispetto ai film precedenti della sagra sopra citati il resto la solita trama di loschi traffici Italo americani intrecciati con la politica locale corruzione ammazzamenti a sangue freddo faide varie ecc. [+]

[+] lascia un commento a kaljmero »
d'accordo?
cinephilo martedý 10 dicembre 2019
nessuna novitÓ Valutazione 1 stelle su cinque
52%
No
48%

Avete presente quando l'anziano di turno al bar decide di attaccare la cialda e inizia a chiacchierare di vita morte e miracoli della sua esistenza e più parla e più non vedete l'ora di pagare il vostro caffè e andare via? Ecco questo è quello che mi ha suscitato The Irishman per tutte le interminabili 3 ore e mezzo. Lento, spento come i suoi anziani protagonisti, scontato come la smorfia facciale di De niro trita e ritrita. Non vedo redenzione qui, non vedo personaggi femminili ben delineati, non vedo niente di diverso da una partita a carte tra pensionati alla riscossa. Dopo 5 minuti dal suo inizio non vedevo l'ora finisse.  La domanda è : dovremmo davvero provare una qualche empatia per degli assassini dal sangue freddo che arrivati al [+]

[+] esattamente quello che ho pensato io!! (di rat man)
[+] lascia un commento a cinephilo »
d'accordo?
gustibus giovedý 28 novembre 2019
regia e recitazione in 4k! Valutazione 4 stelle su cinque
53%
No
47%

Finalmente ho visto in 2spezzoni questo tanto atteso IRISHMAN del grande Scorsese regista che la mafia la sa tradurre più di qualsiasi altro.Ho dato 4stelle con amore,ma nn offendetevi se ne meritava 3!..Il film quasi girato come fiction con dialoghi di 5-6-7minuti senza musica,quindi si molto malinconico.Tutto e'pervaso dalla presenza superba di R.De Niro che qui batte qualsiasi suo film nella durata di recitazione,si vede dall'inizio impersonando Frank Sheeran,irlandese che fa la sua apoteosi diventando la spalla di Jimmy Hoffa,il famoso sindacalista gia'visto in altri film passati.Hoffa impersonato da un altrettanto "mostro del cinema"Al Pacino"doppiato da G. [+]

[+] lascia un commento a gustibus »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
The Irishman | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Writers Guild Awards (1)
SAG Awards (4)
Premio Oscar (10)
Producers Guild (1)
NSFC Awards (2)
Golden Globes (5)
Directors Guild (1)
Critics Choice Award (15)
BAFTA (10)
AFI Awards (1)
ADG Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Link esterni
Uscita nelle sale
lunedý 4 novembre 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
domenica 21 febbraio
The Night Manager
giovedý 18 febbraio
The Good Fight
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità