The Irishman

Un film di Martin Scorsese. Con Robert De Niro, Al Pacino, Joe Pesci, Harvey Keitel, Ray Romano.
continua»
Titolo originale The Irishman. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 209 min. - USA 2019. - Cineteca di Bologna uscita lunedý 4 novembre 2019. MYMONETRO The Irishman * * * * - valutazione media: 4,14 su 62 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

La scelta di Martin Valutazione 4 stelle su cinque

di MAURIDAL


Feedback: 12686 | altri commenti e recensioni di MAURIDAL
martedý 12 novembre 2019

 Siamo negli Stati Uniti nel periodo tra il dopo guerra e gli anni sessanta ,momento cruciale della storia degli USA . Quando un regista , decide di affrontare un tema a sfondo storico politico come è in questo film , allora possiamo aspettarci tante scelte narrative , di denuncia o un docufilm o altro ancora , ma quando il regista è un grande autore del cinema contemporaneo come è Scorsese, possiamo solo accettare la sua scelta di raccontare la storia di un uomo , il killer di tanti omicidi di mafia amico della famiglia italo americana dei Bufalino implicata in tante vicende ,anche quella dell’omicidio di Jimmy Hoffa sindacalista . La vera scelta di Martin Scorsese è dunque raccontare l’uomo che uccise Jimmy Hoffa , Frank Sheeran.  Perché questa scelta. In fondo è un semisconosciuto killer irlandese al soldo e protetto dalle famiglie di mafia . Dunque interessa proprio la storia di Frank .Un sicario senza scrupoli veterano della seconda guerra ,che uccide persone su ordine del capo . Dunque qui interviene la autorialità del regista Scorsese che ci presenta un uomo che diventa grande amico del sindacalista Hoffa ne segue la carriera , lo protegge addirittura dai nemici interni ed esterni ,conosce e fraternizza con i propri familiari,  la moglie e i figli di Hoffa, insomma diviene nel tempo uomo fidato su cui poter contare sempre e ovunque. Durante tutta la lunga narrazione particolareggiata della vita dei due amici Frank e Jimmy , viene però accennata anche la presenza di tanto in tanto degli altri buoni amici di Frank ovvero Russell Bufalino , ‘Tony Pro’ Provenzano ed altri a cui Frank deve tutto se non la vera sopravvivenza. Dunque infine perché Frank ci interessa tanto. Tanto da diventare il vero protagonista del film l’irlandese, così come ha scelto Martin Scorsese .Forse perché, a quest’uomo viene ordinato di uccidere il suo vero amico . Frank su ordine della potente mafia deve uccidere l’amico Jimmy a capo della altrettanto potente organizzazione sindacale dei trasporti ,per motivi di poteri in conflitto e Frank l’irlandese deve solo accettare senza discutere ed eseguire l’ordine. E così che il film con un certo coraggio continua a narrare la visione cruda e spietata del potere che sia mafioso o sia  legale, dello stato o dell’ anti stato quando si decide la fine di un uomo è così dev’essere ( battuta detta da Bufalino a Frank) , quella fine si compirà. Nel film si accenna anche agli anni dei Kennedy e si intravvede l’ombra della mafia nella decisione di assassinare JFK poiché il sindacato di Hoffa aveva partecipato ad eleggere Kennedy alla presidenza USA . Dopotutto Frank non può opporsi a niente ed eseguirà l’omicidio senza avvertire l’amico della sentenza di morte a suo carico . Un dramma che non scalfisce l’animo di Frank ,in quel momento, ma con uno spericolato trascorrere del tempo lo ritroviamo sopravvissuto a tutti gli altri da vecchio su una sedia a rotelle ricoverato in clinica che quasi in punto di morte vuole confessare e dolersi di tutto quello che ha commesso .Dunque una scelta quella di Scorsese di entrare nella mente e nell’animo di uno spietato killer e raccontarne le azioni senza giudicarne apertamente le colpe, i rimorsi i pentimenti . Un film che segna un punto fermo nella cinematografia ,ma anche nella vita artistica di Scorsese che non a caso ha voluto riunire , forse per l’ultima volta insieme , l’amico Bob De Niro ,( magistrale   n ei panni di Frank) , un grande Al Pacino ( nei panni di Jimmy Hoffa) un grande vecchio come Joe Pesci ( nei panni di Russ Bufalino )e tutti gli altri Harvey Keitel (Angelo Bruno),Bobby Cannavale: (Felix ‘Skinny Razor’ DiTullio), Anna Paquin (Peggy Sheeran), Stephen Graham (Anthony ‘Tony Pro’ Provenzano), direi molto più che attori veri amici di Martin Scorsese che hanno partecipato a questa avventura  , realizzando un film che già a dispetto di molti, ha tutto il diritto di entrare nella storia del cinema .

( mauridal) .

[+] lascia un commento a mauridal »
Sei d'accordo con la recensione di MAURIDAL?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
20%
No
80%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di MAURIDAL:

Vedi tutti i commenti di MAURIDAL »
The Irishman | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Writers Guild Awards (1)
SAG Awards (4)
Premio Oscar (10)
Producers Guild (1)
NSFC Awards (2)
Golden Globes (5)
Directors Guild (1)
Critics Choice Award (15)
BAFTA (10)
AFI Awards (1)
ADG Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Link esterni
Uscita nelle sale
lunedý 4 novembre 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedý 22 giugno
Cosa sarÓ
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità