Ad Astra

Acquista su Ibs.it   Dvd Ad Astra   Blu-Ray Ad Astra  
Un film di James Gray. Con Brad Pitt, Tommy Lee Jones, Ruth Negga, John Ortiz, Liv Tyler.
continua»
Titolo originale Ad Astra. Fantascienza, Ratings: Kids+13, durata 124 min. - USA, Brasile 2019. - 20th Century Fox Italia uscita giovedý 26 settembre 2019. MYMONETRO Ad Astra * * * - - valutazione media: 3,23 su 71 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
ashtray_bliss lunedý 7 ottobre 2019
perdersi e ritrovarsi negli abissi del cosmo. Valutazione 2 stelle su cinque
85%
No
15%

Ad Astra si colloca in quel filone di fantascienza antropocentrica che pone interrogativi e questioni esistenziali, introspettive, filosofiche e morali sulla natura dell'uomo, su quale sia il suo destino e futuro e che sopratutto cerca di scavare e di indagare nel profondo di quel abisso siderale e insondabile come lo spazio che altro non è se non l'animo umano. Fantascienza d'eccellenza di questa tipologia abbiamo ritrovato in Moon (2009), Arrival (2016), High Life e Aniara (2018) e su quel insuperabile capolavoro di Interstellar (2014) dove lo sguardo, quasi paradossalmente, non è rivolto alle stelle, agli esopianeti, alle galassie ma è un espediente narrativo per guardarsi dentro, indagare la vera essenza della natura umana con tutte le sue sfumature e i suoi difetti. [+]

[+] due stelle generosissime (di pietrosg)
[+] lascia un commento a ashtray_bliss »
d'accordo?
carloa domenica 29 settembre 2019
per aspera ad astra Valutazione 4 stelle su cinque
71%
No
29%

 Il film racconta la ricongiunzione paterna, il necessario viaggio nell'abisso delle difficoltà ancestrali che legano il figlio con un padre sempre distante, mai incontrato e portato con sé in sofferti e frammentati ricordi. Roy accetta come Willard la missione verso il cuore di tenebra a incontrare il suo Kurz giudicato impazzito, che nella profondità dello spazio non accetta esaurirsi il sogno della sua missione originale. Il film è un lungo viaggio a tappe temporali degli equilibri che cambiamo nel figlio e a tappe spaziali, sempre più lontano dal sole. Un sole che lo soccorre destandolo nel momento critico della perdita, con la sua luce, minima ma unica in quel nero assoluto. [+]

[+] lascia un commento a carloa »
d'accordo?
alesimoni lunedý 30 settembre 2019
di padre in figlio Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Film di altissime pretese, che prova a mettere insieme tecnicismo stile Gravity/Interstellar e un approfondimento psicologico degno di un ciclo di psicoterapie sul rapporto padre/figlio e tutti i danni che pu˛ causare. James Gray quindi mette tanta carne sul fuoco, e sceglie un attore top per sfondare, un Brad Pitt dimesso, molto molto introspettivo , bravo e credibile....credo sia giunta l'ora di dargli un Oscar, visto anche la strepitosa carriera. Il film non conferma tutte le aspettative, sarebbe stato difficilissimo, rimanendo comunque un buon film,da gustare assolutamente al cinema. Ci sono alcune sequenze veramente troppo poco credibili anche per chi non fa l'astrofisico di mestiere che minano la sceneggiatura. [+]

[+] film di altissima delusione (di pietrosg)
[+] lascia un commento a alesimoni »
d'accordo?
vittorio sabato 28 settembre 2019
perdere come figlio per ritrovare se stesso uomo Valutazione 5 stelle su cinque
64%
No
36%

Straordinario connubio di profondità interiore e cosmica assieme. Due linee parallele interrogano lo spettatore sull’essere figlio e padre, sulla fusione ideale di vuoto cosmico dello spazio e del rapporto padre figlio che uno straordinario Pitt, astronauta figlio di cotanto padre, a sua volta eroe dello spazio 29 anni prima, soffre indicibilmente nel suo essere oggi uomo e marito all’altezza.
Padre che lo spazio, e Nettuno, inghiotti’, almeno apparentemente, e che invece vivente, ma assente nel suo ruolo paterno, viene tenacemente, illusoriamente ritrovato dal figlio Roy.
Noi siamo ciò che abbiamo..
Ma nel viaggio intimo, profondo, cosmico dell’io, “questo” padre, un eccellente Tommy Lee Jones, viene meno alle speranze del figlio, con la vana illusoria della conoscenza di mondi ed intelligenze diverse e sconosciute, ed il cieco abbraccio ad un figlio che non riesce ad amare. [+]

[+] lascia un commento a vittorio »
d'accordo?
carloalberto sabato 28 settembre 2019
e se dio fosse un vecchietto distratto... Valutazione 3 stelle su cinque
55%
No
45%

 Introspettivo, melanconico, fantascientifico, con una bella fotografia e una scenografia credibile per un’ambientazione futuristica con esterni “girati” esclusivamente sulla luna, Ad Astra è un film che poteva aspirare ad essere qualcosa di più di un buon film. Brad Pitt piange ma non commuove e convince di più nelle scene d’azione, peraltro rare, forse a lui più congeniali. Donald Sutherland fa poco più di un cammeo e Tommy Lee Jones non va oltre i cinque minuti di girato. Due vecchi istrioni che donano un tocco vintage alla pellicola ma non lasciano il segno, non ovviamente per colpa loro ma perché rispettivamente relegati al ruolo di comparsa e di cooprotagonista. [+]

[+] 'ad astra', un 'cuore di tenebra' nello spazio (di antonio montefalcone)
[+] resta la fotografia (di pietrosg)
[+] bravo, acuto, diretto e sincero (di aurash)
[+] lascia un commento a carloalberto »
d'accordo?
melies mercoledý 18 dicembre 2019
se ne poteva fare a meno Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

recensione ancora più biliosa per il fatto che a causa di pronlemi tecnici quella precedente si è "cancellata" prima di inviarla (se ne trovate un'altra, a voi la scelta)

riassumo: un buon lavoro di scenografia computerizzata e una prestazione di buon livello di Brad Pitt

soggetto discutibile e il sugo (il predecessore nello spazio o giù di lì che ha dato fuori di matto) c'è in moltio altri film anche di serie B o lo abbiamo visto in "Sunshine", pellicola di pretese molto più basse ma a mio avviso più credibile anche sotto il profilo (fanta)scientifico almeno fino all'epilogo

Qui il predecessore è anche il padre dell'eroe e a proposito attori come Tommy lee Jones e Donald Sutherland che ci azzeccano col film ? o arricchiscono la locandina?
Il resto si trascina parecchio per non parlare dell'epico assalto alla diligenza da parte dei pirati lunari che rappresenta un'importante momento esplicatrivo per lo spettatore. [+]

[+] lascia un commento a melies »
d'accordo?
lucio di loreto venerdý 8 novembre 2019
la solitudine dei numeri 1 Valutazione 4 stelle su cinque
57%
No
43%

Numerosi picchi di energia minacciano da sistemi lontani l’esistenza terrena. Per cercare di capire il mistero è il maggiore McBride ad essere incaricato dallo SpaceCom di risolvere l’arcano, lui sì sopravvissuto ad un incidente causato proprio da tali sbalzi. Il perché di questa scelta – oltre alla conclamata abilità di Brad Pitt/Roy di viaggiare in orbite sconosciute – deriva dall’aver scoperto che le ondate in questione provengono dal lontano Nettuno, base del Progetto Lima al comando del quale, prima di scomparire dai radar, c’era suo padre Clifford. Costui, inarrivabile e primordiale campione ad attraversare e scoprire originariamente ogni tipo di pianeta per tentarne la colonizzazione in questo futuro non troppo lontano, ha come scopo e convinzione quello di trovare nuove forme di vita aliene, intelligenti e compatibili con la razza umana. [+]

[+] manca la critica (di melies)
[+] lascia un commento a lucio di loreto »
d'accordo?
samanta domenica 13 ottobre 2019
la scoperta della felicitÓ e dell'amore ... Valutazione 3 stelle su cinque
54%
No
46%

E' un film di fantascienza diretto da James Gray,che come regista non ha fatto molti film 7ed 8 alcuni dei quali si sono dimostrati dei flop disastrosi: The Yards (incassò 900 mila $ a fronte di un budgett di 24 milioni!), anche l'ultimo girato Civiltà perduta (da me recensito) a fronte di un budget di 30 milioni di $ ha incassato solo 20 milioni. Questo film a fronte di un budget stratosferico di 87milioni e mezzo di $ ha incassato finora 113 milioni (dati Box Office Mojo), si vede che qualcuno lassù (ad Hollywood) lo ama ...
Il regista però occorre riconoscerlo ha indubbie qualità tecniche ma un modo lento di gestire storie interessanti, che alla fine annoia lo spettatore. [+]

[+] lascia un commento a samanta »
d'accordo?
loland10 domenica 29 settembre 2019
un incontro...lontano Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

Ad Astra” (Ad Astra, 2019) è il settimo lungometraggio del regista-sceneggiatore di New York James Gray.
Film di un incontro, film di un viaggio, film di un ricordo, film di un passato, film di un figlio. Un incipit che piace, il resto non infiamma e i finali leziosi con epilogo che parrebbe inutile.
Una pellicola fantascientifica che vuole essere umana e persuasiva. Ma il colpo buono non fa centro e non riesce. Una regia e una sceneggiatura che non si incontrano. Una voglia di fare un ‘gran film’ è in ritardo in molto e l’intimismo con l’infinito non propone situazioni che coinvolgono appieno. [+]

[+] lascia un commento a loland10 »
d'accordo?
felicity giovedý 23 gennaio 2020
convenzionale, prevedibile, privo di anima Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Cuore di tenebra nello spazio, Ad Astra è un film antipaticissimo e tronfio.
Un viaggio che è anche interiore in cerca di un uomo che è anche un simbolo.
Brad Pitt non sta mai zitto e narra e commenta costantemente tutto quello che gli accade e tutto quello che gli passa per la testa: davvero un voice over fastidioso e invadente.
Quando non parla, Pitt piroetta elegantemente a gravità zero accompagnato da magnifiche musiche minimaliste e luci colorate.
Ad Astra - con il muto - è un gustoso polpettone che pesca ingredienti da Kubrick e da Solaris e procede a botte di simbolismi e metafore rappresentati su quella magnifica tela d’artista che è il cosmo. [+]

[+] lascia un commento a felicity »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Ad Astra | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Critics Choice Award (2)
ADG Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
#AdAstra
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 26 settembre 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledý 25 novembre
High Life
Galveston
martedý 17 novembre
La Gomera - L'isola dei fischi
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledý 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedý 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledý 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledý 28 ottobre
La partita
mercoledý 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledý 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrÓ
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità