A casa tutti bene

Acquista su Ibs.it   Dvd A casa tutti bene   Blu-Ray A casa tutti bene  
Un film di Gabriele Muccino. Con Stefano Accorsi, Carolina Crescentini, Elena Cucci, Tea Falco, Pierfrancesco Favino.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 105 min. - Italia 2018. - 01 Distribution uscita mercoledì 14 febbraio 2018. MYMONETRO A casa tutti bene * * - - - valutazione media: 2,38 su 75 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
joker91 giovedì 15 febbraio 2018
vi prego basta con questo di tipo di cinema Valutazione 2 stelle su cinque
89%
No
11%

Classico film Italiota radical chic da salotto. Una specie di PARENTI SERPENTI rivisitato in salsa Mucciniana,Monicelli era un'altra cosa. Un'accozzaglia di personaggi tutti imparentati tra loro che si ritrovano in un casale per festeggiare le nozze d'oro della coppia capofamiglia.... il classico film dove si fa una grossa confusione pure a capire i gradi di parentela e appena inizi a capire qualcosa finisce il film. Personaggi nevrociti,malati e narcisisti rappresentati con troppa fretta senza fare una vera e propria indagine psicologica sul loro passato e presente.  Trama vuota,banale e già vista mille volte nel cinema Italiano degli ultimi 20 anni. Si salvano solo gli attori,ed è proprio il cast di attori a salvare il film(su tutti Ghini)  . [+]

[+] poco credibile (di lunderperzo)
[+] forse sto diventando sorda... (di laminni)
[+] tutto vero (di nicolacoelli)
[+] trama banale, scene e costumi decadenti e patinati (di no_data)
[+] si tratta per alcuni di una conquista (di hulk1)
[+] lascia un commento a joker91 »
d'accordo?
evak. venerdì 16 febbraio 2018
isterico Valutazione 1 stelle su cinque
76%
No
24%

 A casa tutti bene, in platea molto male.

Il film di Muccino è decisamente isterico, irritante e confuso, dalla sceggiatura alla regia. I dialoghi sconfinano nella banalità di un romanzetto che vorresti non trovare mai nelle librerie; le inquadrature corrono veloci tra un personaggio e l'altro senza mai dargli un senso o uno spessore. Troppi attori, troppe urla, troppo movimento.
Il cast ha qualche buon attore/attrice che in altri film sono stati molto bravi ma che qui la regia ha represso. Peccato.
Le aspettative erano diverse quando sono entrata in sala. È un film decisamente ansiogeno. Ben lontano dalla grande commedia italiana di Maestri quali Ettore Scola o Mario Monicelli, dove ogni particolare - dai dialoghi alle inquadrature - aveva un senso. [+]

[+] condivido (di confucio)
[+] lascia un commento a evak. »
d'accordo?
carlottazanitti giovedì 15 febbraio 2018
il miglior film di muccino. tognazzi strepitoso Valutazione 3 stelle su cinque
65%
No
35%

È il miglior film girato sinora da Muccino.
L'irritante isteria dei due capitoli "del bacio" ha qui una sua funzionalità che diventa stilistica.
Sicuramente l'incipt del soggetto non brilla per originalità,attingendo a piene mani dai film a tema famigliare di Scola e Monicelli (PARENTI SERPENTI rimane IL film sulla famiglia italiana),ma possiamo considerare questa pellicola una variazione 2.0 sull'argomento.
Alcuni personaggi sono cosi ben tratteggiati da rimanere nel cuore dello spettatorespettatore:la coppia Ghini-Gerini è commovente fino alle lacrime e Tognazzi si regala la migliore interpretazione della sua carriera.
Accorsi decisamente più efficace in VELOCE COME IL VENTO ripete il cliché mucciniano del quarantenne "che si perde per il Mondo" ma stavolta,a differenza che nelle opere precedenti, c'è un finale amaro ma aperto alla speranza. [+]

[+] mah... (di confucio)
[+] lascia un commento a carlottazanitti »
d'accordo?
lavil78 lunedì 19 febbraio 2018
poteva esser meglio Valutazione 2 stelle su cinque
95%
No
5%

Non mi ero seduto in platea con troppe aspettative, forse la presenza di così tanti attori, mi aveva messo il dubbio che la parte "scritta" potesse esser debole.
Così è stato, un film alla fine paradossalmente un po' debole, nonostante le solite tematiche "forti" di Muccino sulle difficoltà della coppia, matrimonio, tradimenti... Un film forse volutamente più piatto rispetto ai suoi precedenti film italiani, qua non c'è un episodio "scatenante", un punto culmine (come la scenata della Mezzogiorno nell'Ultimo bacio) da dare il punto di volta nel film... qui non cambia niente o quasi, i dialoghi non riescono ad essere né amaramente divertenti nè così introspettivi come vorrebbero essere. [+]

[+] lascia un commento a lavil78 »
d'accordo?
nanni martedì 27 febbraio 2018
a casa tutti bene Valutazione 1 stelle su cinque
81%
No
19%

i 50 anni di matrimonio di Petro ed Olga sono l'occasione per riunire l'intera famiglia. Doveva essere una festa, sarà invece per alcuni una resa dei conti, per altri l'ennesima occasione mancata per fare chiarezza. Gabriele Muccino torna alla commedia con un lavoro che sembrerebbe avere un sapore anche vagamente autobiografico. Peccato che il suo film, però, più che una riflessione  sulle ragioni sociali, economice e culturali della crisi degli affetti e dei progetti del modello famigliare risulta, invece, essere la mera registrazione dello stato delle cose. Quelle ragioni non solo non le approfondisce ma, e questo è il suo grande limite di sempre, non sembra neanche avere lo spessore che gli consente di prevederle. [+]

[+] lascia un commento a nanni »
d'accordo?
enricodanelli lunedì 1 aprile 2019
l'amore ai tempi del benessere ... Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

... si scioglie come neve al sole. Se si deve ricercare un leit motive in questo film (volutamente) caotico dove si fa fatica a capire l'intreccio delle storie, mi sembra lo si possa trovare nelle uniche due coppie che resistono alle traversie sentimentali e che sono accomunate da grossi problemi economici o di salute. Queste due coppie manifestano ancora sentimenti di reciproco amore, mentre le altre coppie si disfano per gli immancabili tradimenti o le assenze causa lavoro o la scarsa convinzione nel rapporto di coppia. A differenza dei due capostipite (che sono self made man) e che hanno costruito una fortuna, perdonandosi reciproci tradimenti, le giovani coppie letteralmente scoppiano perchè non hanno più il collante di qualcosa da realizzare insieme (anche i figli sembrano un grosso impiccio). [+]

[+] lascia un commento a enricodanelli »
d'accordo?
roby82 lunedì 2 aprile 2018
delusione allo stato puro Valutazione 1 stelle su cinque
63%
No
38%

Allora, prendete tre film: PARENTI SERPENTI, PERFETTI SCONOSCIUTI, e FERIE D'AGOSTO. Vi ritroverete con parenti rancorosi, invidiosi, imbarazzanti (come in Parenti serpenti) con personaggi dai matrimoni in crisi, amanti segrete, amori mai sopiti, e otterrete A CASA TUTTI BENE. Non c'è nulla da aggiungere a questo film che di Muccino non ha assolutamente nulla se non la velocità. Il resto è CAOS. Per venti minuti lo spettatore si ritrova a cercare di capire chi è parente di. Quando poco poco riesci a ricordarti con chi è sposato coso e cosa, o quello è figlio di quello e quella, arrivi a capire i personaggi. Tognazzi su tutti è il Piero Natoli (MARCELLO di Ferie d'Agosto di Virzì') borgataro casinista a cui piace cantare e raccontare barzellette che fanno ridere solo lui,  pieno di debiti che cerca di elemosinare un lavoro senza dignità. [+]

[+] lascia un commento a roby82 »
d'accordo?
jackmalone domenica 4 marzo 2018
remake al cubo Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Sulla morte della famiglia, senza voler citare Marcuse,nella filmografia e nel teatro è stato detto tutto e il contrario di tutto: ma le uniche parole realmente significative sull'argomento rimangono  quelle del grande Eduardo.Nel cinema solo Tornatore con "Stanno tutti bene " ha saputo contestualizzare la crisi dei rapporti familiari in una visione più globale della crisi dei modelli educativi e dei cambiamenti sociali che la famiglia rispecchia e dai quali viene annientata. Qui manca ogni tipo di contesto e ogni tentativo di spiegazione sociologica fallisce, nè si evidenzia  alcuna analisi psicologica dei personaggi: il risultato è deludente. [+]

[+] lascia un commento a jackmalone »
d'accordo?
giajr domenica 18 febbraio 2018
troppa esasperazione in un film con grandi attese Valutazione 3 stelle su cinque
56%
No
44%

Troppa esasperazione per un film dalle grandi potenzialità.

Un cast veramente eccezionale, nessuno escluso, ottima l'ambientazione e la fotografia.
É il film che in sé e per sé non convince... Sembra qualcosa di già visto, ma soprattutto in più brutto... un po' di "Parenti serpenti", un po' di "Speriamo che sia femmina"... Trama scontata, che scimmiotta gli anni '90; poi l'isterismo collettivo disegnato addosso un po' a tutti i personaggi, così come l'emersione dei loro rispettivi segreti o scheletri nell'armadio, che dir si voglia, risultano stucchevoli.
Forse, la volontà di rappresentare la famiglia come un covo di vipere nasce da una personale esigenza del regista e probabilmente dal suo personale vissuto. [+]

[+] lascia un commento a giajr »
d'accordo?
felicity martedì 19 marzo 2019
il declino inesorabile dell'ideale della famiglia Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Non stanno tutti bene i personaggi di Muccino. Anzi, stanno tutti peggio. Pieni di collera, di astio. In un cinema impeccabile e insieme detestabile. Che certamente può attrarre e trascinare dentro la sua spirale. Qui si avverte una reazione respingente.
Il grande freddo di Muccino appare come un incontro di boxe dove tutti sono contro tutti. Quasi sempre il cinema serve per evadere dalla realtà, per sognare, per vedere mondi vicini o lontani. Oppure per vedere anche il nostro presente, la nostra realtà. Che non ci piace, anche se ci piace nel film. E ci scuote.

[+] lascia un commento a felicity »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
A casa tutti bene | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | joker91
  2° | evak.
  3° | carlottazanitti
  4° | lavil78
  5° | nanni
  6° | enricodanelli
  7° | roby82
  8° | jackmalone
  9° | giajr
10° |
11° | felicity
12° | rob8
13° | alejazz
14° | ninopellino
15° | albertolanfernini
16° | valterchiappa
17° | michelecamero
18° | marce84
19° | giuliapersempre
20° | flyanto
21° | marezia
22° | alessiocodi
Rassegna stampa
Claudio Trionfera
Nastri d'Argento (5)
David di Donatello (4)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 |
Link esterni
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 14 febbraio 2018
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità