Kékszakállú

Film 2016 | Drammatico 72 min.

Titolo originaleKékszakállú
Anno2016
GenereDrammatico
ProduzioneArgentina
Durata72 minuti
Regia diGastón Solnicki
AttoriLaila Maltz, Katia Szechtman, Lara Tarlowsky, Natali Maltz, María Soldi Pedro Trocca, Denise Groesman.
MYmonetro Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Gastón Solnicki. Un film con Laila Maltz, Katia Szechtman, Lara Tarlowsky, Natali Maltz, María Soldi. Cast completo Titolo originale: Kékszakállú. Genere Drammatico - Argentina, 2016, durata 72 minuti. Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Kékszakállú tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Giovani donne crescono. Tra classi sociali diverse si intrecciano le vite di alcune adolescenti che combattono per un futuro ancora incerto.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Ispirato al "Castello di Barbablù" di Bëla Bartok, un film sull'adolescenza che strizza l'occhio ai melomani e fa della cripticità la sua ragion d'essere.
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

Tre ragazze vengono seguite nelle fasi dell'adolescenza. Fonte di ispirazione è "Il castello di Barbablù" di Bëla Bartok.
Ci sono film che fanno dell'essere criptici la loro ragion d'essere. Quello di Gaston Solnicki ne fa parte a pieno diritto. A partire da un titolo ungherese per un prodotto cinematografico argentino. La traduzione del (per noi) quasi impronunciabile kékszakállú è infatti Barbablù. Ciò farà sicuramente la gioia dei melomani i quali non solo riconosceranno le arie inserite nella colonna sonora ma faranno anche i più azzardati raccordi tra quanto appare sullo schermo e l'opera. A coloro che melomani non sono può essere utile sapere che "Il castello di Barbablù" è un'opera in un atto, cantata in ungherese, composta da Bëla Bartok nel 1911 per due soli personaggi: Barbablù e la sua nuova sposa Judith. La donna insiste per farsi aprire le sette porte chiuse del castello e, nonostante la resistenza del consorte, otterrà ciò che vuole finendo con l'unirsi alle spose che sono state chiuse nell'ultima stanza.
Solnicki, che apre il film con una bambina che non se la sente di tuffarsi da un trampolino come i maschi, segue delle adolescenti con i loro primi amori e le loro prime ribellioni alle figure genitoriali per accompagnarle poi all'ingresso nel mondo del lavoro. In particolare una di loro si trova in una sensibile situazione di disagio. Sembra non piacersi e, soprattutto, non sa quale indirizzo di studi seguire. Questo la fa sentire diversa dalle coetanee e, nello scorrere delle stagioni, il suo malessere prende sempre più corpo conquistando lo schermo.
Porte che vengono aperte nel film ce ne sono. Accensioni liriche anche. Resta affidato alla creatività dello spettatore il decidere se rapportarle al riferimento operistico oppure se farsi da loro accompagnare nella lettura della quotidianità dell'ingresso nel mondo adulto che, a tutte le latitudini e per entrambi i sessi, non è mai priva di difficoltà.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
NEWS
MOSTRA DI VENEZIA
lunedì 29 agosto 2016
Marianna Cappi

Tra le sale della Mostra del Cinema di Venezia ce n'è una che, per capienza e comodità, non ha nulla da invidiare alle altre. È la Sala Web, già attiva con successo da quattro anni, e ora, in occasione della settantatreesima edizione del Festival, ancora [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati