Magic in the Moonlight

Acquista su Ibs.it   Dvd Magic in the Moonlight   Blu-Ray Magic in the Moonlight  
Un film di Woody Allen. Con Eileen Atkins, Colin Firth, Marcia Gay Harden, Hamish Linklater, Simon McBurney.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+13, durata 98 min. - Francia, USA 2014. - Warner Bros Italia uscita giovedì 4 dicembre 2014. MYMONETRO Magic in the Moonlight * * 1/2 - - valutazione media: 2,96 su 71 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
maopar giovedì 25 dicembre 2014
grande woody Valutazione 4 stelle su cinque
94%
No
6%

guardare alla luna con la magia dell'amore Valutazione 5 stelle su cinque Sì 68% No 32% Quando all'uscita dalla sala i giudizi sul film sono estremi e contrastanti...vuol dire che siamo stati coinvolti... manifestando un rifiuto o come per me una totale condivisione emotiva perché sei in "sintonia" con l'autore. Addirittura hai potuto anche anticipare il regista(quando Stanley sperimenta la preghiera....).I personaggi sono azzeccatissimi,l'illusionista Stanley il più bravo del mondo di vasta cultura,che conosce l'arte della "magia"che è come la realtà, e quindi come l' esperimento scientifico si può ripetere e predire.Questa visione laica ben accuratamente caratterizzata in Stanley si scontra con la chiaroveggenza di Sophie che guarda nell'anima e che fa parlare i morti. [+]

[+] magia: per credenti e non credenti (di mericol)
[+] lascia un commento a maopar »
d'accordo?
maurizio meres domenica 7 dicembre 2014
magic allen Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Ancora lui ,dal suo genio questa volta esce una magia fatta di eleganza raffinatezza e amore ,in un ambientazione vellutata così come era quel tipo di borghesia con il paraocchi e un indifferenza sociale radicata di quel periodo ,scenari della bellissima costa azzurra stupendi ,atmosfera fantastica visto il tema del film direi magica .Dialoghi come suo solito accattivanti,coinvolgenti,che proiettano lo spettatore dentro il film ,ambientazione superlativa curata nei particolari ,abiti ,modi di fare ,le auto una piacere vederle ,sceneggiatura semplice non importante basata semplicemente da un inganno forse raccontato demenzialmente ma piacevole,centrato sul trionfo dell'amore. Attori tutti eccezionali ,del resto essere diretti da Allen diventa un compimento alla carriere o un grande inizio. [+]

[+] lascia un commento a maurizio meres »
d'accordo?
wounded knee martedì 9 dicembre 2014
woody è sempre woody Valutazione 3 stelle su cinque
86%
No
14%

Non sarà il miglior film di Woody Allen, ma continua senz’altro tutte le tematiche del suo pensiero. Non ultimo il concetto che “non esiste il bianco o il nero nella vita, ma molte sfumature di grigio”. Il protagonista, interpretato da un Colin Firth, sempre all’altezza della situazione (e oltre), cinico e disincantato, viene “folgorato” da colei che lo incanta, in quanto il suo esatto opposto. Fin qui siamo nello schema della seduzione, gli opposti si attraggono. A questo punto sembra quasi che cominci la “redenzione” del grande cinico, abituato a vivere nell’oscurità della vita, stimolato della solarità e positività di Sophie. [+]

[+] una gradevole e aggraziata commedia romantica (di antonio montefalcone)
[+] lascia un commento a wounded knee »
d'accordo?
samuelemei sabato 20 dicembre 2014
tra sogno e disincanto: la magia di allen Valutazione 4 stelle su cinque
96%
No
4%

Ogni anno durante le feste natalizie il grande pubblico affolla le sale cinematografiche per assistere ai blockbuster hollywoodiani o ai cinepanettoni nostrani. Ma ogni dicembre c’è anche una ristretta cerchia di appassionati che, con sentita devozione, in una sala semideserta si gode l’ennesimo film di Woody Allen. Dalle grandi sale proviene un brusio continuo e un meccanico cric-croc di popcorn. Nella saletta “newyorkese”, il silenzio invernale è rotto soltanto dal canto dei fonografi, dal ritmo del jazz e da scritte bianche su sfondo nero: così ha inizio la magia... “Magic in the Moonlight” è una commedia divertente e raffinata in pieno stile Woody Allen. Costa Azzurra, 1928: un prestigiatore di fama internazionale, Stanley, (un istrionico Colin Firth), viene ingaggiato con lo scopo di smascherare una medium, Sophie Baker (la graziosa e magnetica Emma Stone) che imperversa nelle case delle ricche famiglie del sud della Francia. [+]

[+] la magia di woody affascina e crea seguaci....... (di maopar)
[+] lascia un commento a samuelemei »
d'accordo?
cristina t. chiochia martedì 2 dicembre 2014
magia al chiaro di luna:la trama si infittisce. Valutazione 3 stelle su cinque
71%
No
29%

I temi di questo film girato nel sud della Francia nel luglio 2013, con panorami estivi mozzafiato quindi, sono quelli che ci si aspetta da questo regista, fedele al suo talento ed a sè stesso. Sono i temi affrontati da Allen in molti suoi ilm: dalla crisi esistenziale personale (il protagonista, un Colin Firth pienamente nelle corde del personaggio), degli ambienti intellettuali (i fascinosi ritrovi dell'hot jazz anni 20 caratterizzati dalle variazioni improvvisate dai solisti che suonano in fumusi night club, dall'uso frequente del sincopa nella scelte delle musiche tanto che alcune scene quasi paiono un tributo a Black Eduards ed a Julie Andrews nel suo "le jazz hot" in Victor Victoria oltre dalla descrizione dei che partecipano alle sedute spiritiche ovviamente) e alla rappresentazione spesso autoironica della comunità americana (felice il rimando all'ebreo Hudini specializzato nel numero della tortura cinese dell'acqua- il protagonista è infatti un illusionista che si trucca da cinese- e, come Hudini è scettico e spesso smaschera finti medium che sfruttano la credulità dell'alta borghesia) ma è soprattutto la critica feroce alla borghesia che emerge, in tutti i suoi stereotipi (il giovane ricco e viziato che per per sposare la bella protagonista Emma Stone, suona l'uculele e promette viaggi meravigliosi fino all'isola di Bora Bora o il discorso finale della zia del protagonista) e che un pò ricorda nei dialoghi atmosfere di Match Point. [+]

[+] lascia un commento a cristina t. chiochia »
d'accordo?
camiglia domenica 1 febbraio 2015
woody e l'aldilà (o le illusioni) Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un "mago" cinese dà dimostrazioni di magia. Si tratta in realtà di Stanley, aristocratico inglese, razionale e materialista, Stanley dichiara apertamente che i maghi sono truffatori e chi crede nella magia è almeno un ingenuo. Intende dimostrare soprattutto che in quella zona ove si trova, Costa Azzurra alla fine degli anni '20,non  è altro che una abile truffatrice una giovane donna, Sophie, che,in quanto medium,afferma di avere rapporti con l'aldilà. Di Sophie Stanley finisce per innamorarsi. Ne resta estasiato. Pentito della sua primitiva tesi, quando Sophie rivela,da maga, il suo passato e il suo presente. In realtà quella di Sophie era un,abile trovata, come tutte le trovate degli illusionisti= maghi : aveva ricevuto tutte le informazioni del caso da parte di un amico di Stanley. [+]

[+] lascia un commento a camiglia »
d'accordo?
frankdamiano martedì 10 febbraio 2015
allen, è sempre magia! Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 Il mio caro Woody non si smentisce neanche questa volta. Non è il suo miglior film dicono, forse è vero, anche se non capisco perché il film successivo deve essere migliore di quello precedente, è come chiedere a una coppia appena sposata di avere la stessa passione dei primi tempi, giorno dopo giorno, sappiamo invece che, ahimè, avverrà l'esatto contrario. Detto ciò, a parer mio, un film deve intrattenere, incassare quattrini e perché no smuovere l'anima e farci pensare e "M[+]

[+] lascia un commento a frankdamiano »
d'accordo?
iolanda la carrubba venerdì 2 gennaio 2015
tra illusionismo e magia Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Tra illusionismo e magia alla scoperta dell’Io in cerca di un D’io in questo rocambolesco “romantic psyco-thriller” dai solipsistici ricordi di Interiors, all’entusiasmo barocco della Maledizione dello scorpione di giada. In Magic in the moonlight, Woody Allen riaffronta il tema dell’illusionismo, ambientando l’intricato svolgersi dell’intera vicenda, negli anni ’20. Il tutto ha inizio a Berlino nel 1928 dove uno spettacolo di illusionismo, viene messo in scena da un aitante prestigiatore orientale Wei Ling Soo ovvero, Stanley Crawford, protagonista ed alter-ego di Allen, meno ipocondriaco, ma ossessionato dalla volontà di capire gli inganni della vita-società, è interpretato da un affascinante Colin Firth che indossa la stessa ossessionante curiosità di Houdinì nei confronti dell’aldilà, ma con una nota più cinica dovuta alla sua intelligenza scientifica. [+]

[+] lascia un commento a iolanda la carrubba »
d'accordo?
filippo catani sabato 13 dicembre 2014
gradevole commedia Valutazione 3 stelle su cinque
75%
No
25%

Fine degli anni Venti a Berlino. Un celebre prestigiatore inglese accetta l'invito di un amico a smascherare una presunta sensitiva che sta letteralmente imperversando nella Francia del sud presso una ricca famiglia.
Woody Allen ci regala una piacevole commedia che ha sicuramente nell'ambientazioni, nei costumi e nelle musiche d'epoca i suoi tratti distintivi. Firth è perfetto nell'impersonare un abile e disilluso prestigiatore che ai trucchi di scena e all'illusione del palco sa opporre un razionalismo e un cinismo estremi nella vita di tutti i giorni. Sarà costretto a cambiare idea quando farà i conti con la bella sensitiva presentatagli dal suo amico. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
soviet rossija domenica 8 marzo 2015
woody allen quasi in forma Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Magic In The Moonlight si presenta sullo scenario del cinema attuale come una boccata d'aria fresca dal sapore arcaico e pulito. Si tratta di un'opera,se non brillante,almeno degna di nota e leggera(ma non troppo) mostrando un Woody Allen equamente lontano sia dai successi romantico-umoristico-filosofici degli ultimi anni sia dai dissacranti film del suo periodo recitativo. Il film è una commedia 'all Brit' dall'ambientazione vintage provenzale e dall'atmosfera magica,legata alla colonna sonora jazz/swing che la accompagna. La storia del film,partendo da una situazione disillusamente egoistica e scettica,approda ad una situazione altrettanto scettica ma relativamente più aperta e positiva(anche se l'egoismo borghese e il sarcasmo britannico dominano dalla prima scena sino all'ultima). [+]

[+] lascia un commento a soviet rossija »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Magic in the Moonlight | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | maopar
  2° | maurizio meres
  3° | wounded knee
  4° | samuelemei
  5° | cristina t. chiochia
  6° | camiglia
  7° | iolanda la carrubba
  8° | frankdamiano
  9° | filippo catani
10° | fabian t.
11° | frankdamiano
12° | soviet rossija
13° | killbillvol2
14° | antonietta dambrosio
15° | maria f.
16° | marcello bardini
17° | no_data
18° | donato prencipe
19° | mauridal
20° | renatoc.
21° | enzo70
22° | valequeen
23° | sabrina lanzillotti
24° | antonietta dambrosio
25° | mauridal
26° | flyanto
27° | angelo bottiroli - giornalista
28° | the_diaz_tribe
29° | vincenzo ambriola
30° | luigi chierico
31° | maramaldo
32° | ultimoboyscout
33° | cesare premi
34° | great steven
35° | fexy96
36° | johnny1988
37° | flaw54
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 4 dicembre 2014
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità