Foxfire - Ragazze cattive

Film 2012 | Drammatico 143 min.

Regia di Laurent Cantet. Un film Da vedere 2012 con Raven Adamson, Katie Coseni, Madeleine Bisson, Claire Mazerolle, Rachael Nyhuus. Cast completo Titolo originale: Foxfire. Genere Drammatico - Francia, 2012, durata 143 minuti. Uscita cinema giovedì 29 agosto 2013 distribuito da Teodora Film. - MYmonetro 2,97 su 13 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Foxfire - Ragazze cattive tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Adattamento del romanzo di Joyce Carol Oates, una dura esplorazione del lato oscuro del sogno americano. In Italia al Box Office Foxfire - Ragazze cattive ha incassato 10,5 mila euro .

Foxfire - Ragazze cattive è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,97/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,93
CONSIGLIATO SÌ
Dramma sociale che esplora la violenza radicata nella quieta provincia americana e nascosta sotto le apparenze di tranquilla democrazia.
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 10 luglio 2013
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 10 luglio 2013

In una piccola città dello Stato di New York, un gruppo di adolescenti ingaggia una lotta quotidiana contro i soprusi sopportati nel pubblico e nel privato. A guidarlo è Legs, una giovane donna in conflitto col padre, pavido, gigolo e alcolizzato. Carismatica e ostinata nell'America di Eisenhower, intollerante con le donne, i neri e i comunisti, Legs fonda un movimento femminile rivoluzionario e segreto per accendere le coscienze e umiliare chi le umilia. Nominatesi Foxfire, le ragazze di Legs giurano di morire l'una per l'altra e di non tradire mai le regole redatte da Maddy, memoria storica del gruppo di cui trascrive le gesta a macchina. Molto presto però la battaglia per l'emancipazione e per i diritti delle donne degenera, trasformandosi nel suo contrario. Riunite sotto lo stesso tetto e costrette a confrontarsi frontalmente con la vita e i suoi affanni, le ragazze di Legs infileranno una discutibile scorciatoia, 'armate' ormai soltanto di livore e di un delirante desiderio di vendetta.
Non si spegne l'interesse di Laurent Cantet per l'adolescenza e per la rappresentazione dei suoi intensi e caotici momenti di passaggio. Così dopo La classe, documentario di finzione sulle dinamiche di gruppo dentro le mura della scuola e all'interno di un gruppo eterogeneo, realizza un dramma sociale che parla inglese e trasloca il disagio dall'altra parte dell'oceano. Adattamento del romanzo di Joyce Carol Oates ("Ragazze cattive"), Foxfire frequenta la stessa età dentro un tempo lontano, l'America degli anni Cinquanta, e dentro un diverso contesto sociale, a cui un gruppo indisciplinato di fanciulle deve far fronte, vivendolo e codificandolo. Se a condurre e a contenere gli studenti del XX arrondissement di Parigi ci pensava il professor Bégaudeau, non ci sono argini e nemmeno limiti all'esuberanza di Legs e delle sue compagne, arruolate contro il maschilismo imperante e i vizi dei valori tradizionali.
Incamminate verso la consapevolezza di un mondo imperfetto e gestito da uomini, che opprimono, minacciano e abusano, le foxfire commettono un atto di disobbedienza, cercando di dare ordine al caos e finendo per farsi sopraffare dal mondo che volevano fronteggiare. Rinnovando le questioni centrali della propria elaborazione narrativa, Cantet racconta la quotidianità urbanizzata in bilico tra ipotesi realizzabili di armonia e minacce di contrasto sempre incombenti. L'oscillazione coinvolge e sconvolge un gruppo di adolescenti in un interno proletario, che disegna i contorni di una nuova società utopica, pratica la rivoluzione e una libertà che dà le vertigini. Diversamente da Franck, neolaureato in economia convinto di poter conciliare le proprie utopie con gli interessi del mercato (Risorse umane), Legs non conosce compromesso. Agita dalla passione dei suoi pochi anni e in azione per colmare il vuoto affettivo lasciato da una famiglia e una società disfunzionali, la protagonista si identifica con il suo movimento e con la missione comune. La transizione però dagli entusiasmi collettivi (graffiti, spedizioni punitive, denunce, seduzioni con ricatto) al consolidamento 'istituzionale' dentro una vecchia casa di campagna, la conversione del carisma in routine organizzativa, il passaggio dall'autodeterminazione al dispotismo le naufragherà, trasformandole da paladine della libertà in liberticide. Il principio di realtà, esploso con l'indigenza e le pressioni sociali, si rivelerà più forte di qualsiasi utopia, degenerando in volgare banditismo e risolvendosi con un ammissione di fallimento. Mettendo in scena di nuovo una truppa di ragazzine con le proprie esuberanti necessità e i propri sacrosanti diritti, Cantet verifica l'ambiguità del reale e l'ambigua mitologia americana dentro cui prende forma una drammaturgia intensa ed esplicitamente pessimista. Una composizione drammatica che ha una conclusione amara e precipita di colpo la costruzione di fiducia messa in piedi da Legs nel corso degli anni, svelando diffidenze invincibili, ignoranze consolidate, pregiudizi odiosi, indifferenze letali. Instancabile Cantet (ri)esplora la violenza, ieri sociale (Risorse umane), psicologica (A tempo pieno), sessuale (Verso il Sud), culturale (La classe), oggi radicata nella provincia quieta americana e nascosta sotto le apparenze di tranquilla democrazia. Un inferno di noia e machismo da cui le protagoniste, tutte debuttanti e versate, sfuggono applicando la legge del taglione. Cantet le osserva saldo e insieme coinvolto, seminando dubbi ma senza smettere di volere bene a quelle cattive ragazze. Anche quando perdono il filo della trama (Legs) o quando lo ritrovano (Maddy) imparando a guardare più lontano.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

1953, in una cittadina a nord di New York, Legs si unisce ad altre coetanee per ribellarsi contro i maschietti coetanei e gli adulti, formando una setta. Viene rinchiusa in riformatorio. Scontata la pena, va a stare con le altre in campagna. Rapinano uomini che adescano. Poi fanno un rapimento che ha tragiche conseguenze. Dopo la Palma d'oro e il successo internazionale di La classe (2008), Cantet adatta Confessions of a Girl Gang , romanzo (1993) della prolifica Joyce Carol Oates, già filmato nel 1998 da Annette Heywood-Carte e inedito in Italia. Le ragazze di Cantet, nate povere e donne, in parte consapevoli di vivere in una società dominata da maschilismo ottuso, bigottismo intollerante e anticomunismo fanatico, sono adolescenti che rifiutano di ridursi a serve di un marito, ma non riescono a maturare un'esistenza alternativa. Così finiscono nel crimine, che sanziona la fine di un sogno.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FOXFIRE - RAGAZZE CATTIVE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
TheFilmClub
-
-
iTunes
-
-
-
-
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 10 settembre 2013
giugy3000

Uscito un anno fa e presentato al festival di Toronto, l'ultimo lavoro del regista di "La classe-entre les murs", passa in sordina e a stento viene presentato da fine agosto in qualche sala italiana. In genere operazioni del genere fanno pensare a piccoli capolavori tralasciati nella mischia dei kolossal alto vendenti delle visioni estive, ma questa volta la prima produzione internazionale [...] Vai alla recensione »

martedì 21 gennaio 2014
Filippo Catani

America anni 50. Un gruppo di adolescenti si uniscono per resistere alle angherie degli altri ragazzi e per cercare di fare fronte alle loro difficoltà familiari. Con il passare del tempo le ragazze andranno ad abitare per conto proprio e nasceranno delle difficoltà. Un gruppettino di ragazze capitanate da una leader carismatica che cercano di sopravvivere alla provincia americana.

sabato 28 dicembre 2013
THEOPHILUS

FOXFIRE – CONFESSIONS D’UN GANG DE FILLES F Che dire di un esperimento di questo tipo? Laurent Cantet (Ressources humaines – 1999, L’emploi du temps – 2001, Entre les murs – 2008) con Foxfire esce dai propri confini geografici, storici e stilistici e non è chiaro se intenda attuare un ricongiungimento ideale fra le esperienze di ribellione sociale [...] Vai alla recensione »

lunedì 15 luglio 2019
Luca Scialo

In un America anni '50 profondamente maschilista, razzista e anti-comunista, cinque ragazze decidono di formare una piccola società segreta per porre fine alle ingiustizie quotidiane che vivono. Il nome del gruppo è Foxfire, nel quale si entra facendosi un tatuaggio sulla spalla a forma di fiamma e prestando un piccolo giuramento.Capo gruppo è Legs, il cui spirito rivoluzionario è alimentato da suo [...] Vai alla recensione »

sabato 28 dicembre 2013
THEOPHILUS

FOXFIRE – CONFESSIONS D’UN GANG DE FILLES Che dire di un esperimento di questo tipo? Laurent Cantet (Ressources humaines – 1999, L’emploi du temps – 2001, Entre les murs – 2008) con Foxfire esce dai propri confini geografici, storici e stilistici e non è chiaro se intenda attuare un ricongiungimento ideale fra le esperienze di ribellione sociale [...] Vai alla recensione »

mercoledì 29 gennaio 2014
Liuk

Sufficienza piena per le Foxfire ma con qualche rimpianto. La gang femminile è poco audace, poco eccessiva tanto che le oltre due ore di visione risultano lunghe e, sul finale, veramente pesanti. Si poteva osare di più con scene più forti ed un ritmo più serrato: invece si è provato qualcosa di riflessivo ma non troppo profondo, che non convince completamente.

mercoledì 26 novembre 2014
vjarkiv

Il film non decolla mai sia registicamente che attorialmente. Inutilmente prolisso e verboso annoia anche nei momenti drammatici. Più che una gang criminale di adolescenti sembra una confraternita eclesiale. Ridicole le esposizioni politico-sociali con ciliegina finale dell'affiliazione della più ribelle ad una causa rivoluzionaria sudamericana!

martedì 8 luglio 2014
Buxter

Film sorprendente. Interpreti bravissime, a ulteriore testimonianza del numero enorme di talenti che le scuole di recitazione sfornano nel mondo anglosassone, e eccellenti tenchiche di ripresa e montaggio. La storia non perde mai di tono, ma la tensione aumenta implacabilmente scena dopo scena. Rischiava di essere uno dei soliti film giovanilistico-adolescenziale, ma il regista ne tratto una storia [...] Vai alla recensione »

martedì 26 novembre 2013
THEOPHILUS

FOXFIRE – CONFESSIONS D’UN GANG DE FILLES   Che dire di un esperimento di questo tipo? Laurent Cantet (Ressources humaines – 1999, L’emploi du temps – 2001, Entre les murs – 2008) con Foxfire esce dai propri confini geografici, storici e stilistici e non è chiaro se intenda attuare un ricongiungimento ideale fra le esperienze di ribellione [...] Vai alla recensione »

venerdì 6 settembre 2013
Gianni Barbanera

Siamo nell'America degli anni '50 e un gruppo di giovani quindicenni solidarizza nell'ambiente scolastico. Sono ragazze in fuga, dall'assenza dei genitori, dal maschilismo dei coetanei, dalla povertà dei luoghi, dall'ambiguità dei valori. E' per questo che decidono costituirsi in una setta con un patto di sangue con tanto di tatuaggio a forma di fiamma.

martedì 4 febbraio 2014
no_data

film ambizioso e discontinuo ,non si sviluppa mai secondo un' idea forte e unitaria ma procede piuttosto per spezzoni . Non si entra mai dentro la storia che si snoda secondo un copione che denota grande mestiere ma poca originalità .La scelta della protagonista non è delle più felici e il carattere ambiguo del personaggio non aiuta a farne una figura a tutto tondo .

Frasi
- "Io non credo in dio e a tutte quelle storie, come all'immortalità dell'anima".
- "Perciò pensi che noi esseri umani non abbiamo un'anima?"
- "Sì, più o meno è così. Per quale motivo dovremmo essere eterni? Anche una fiamma è viva, reale, arde e riscalda, ma anche per lei arriva il momento di spegnersi".
Dialogo tra Legs (Raven Adamson) - Maddy (Katie Coseni)
dal film Foxfire - Ragazze cattive
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Di fronte al giudice che la condanna, Legs (Raven Adamson) non si piega. Guardandolo in volto, la quindicenne mantiene fede alla propria rivolta. «Questa corte non ha giurisdizione su di me», gli dice sicura. L'uomo resta silenzioso. La sua risposta sta nel suo sorriso appena accennato, sarcastico. Quale speranza può avere, la giovanissima Legs, contro la prepotenza d'uno Stato classista e maschile? [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati