A Dangerous Method

Acquista su Ibs.it   Soundtrack A Dangerous Method   Dvd A Dangerous Method   Blu-Ray A Dangerous Method  
Un film di David Cronenberg. Con Michael Fassbender, Keira Knightley, Viggo Mortensen, Vincent Cassel, Sarah Gadon.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 93 min. - Gran Bretagna, Germania, Canada 2011. - Bim Distribuzione uscita venerdì 30 settembre 2011. MYMONETRO A Dangerous Method * * 1/2 - - valutazione media: 2,96 su 107 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
gabriella lunedì 14 marzo 2016
istinti naturali e razionalità Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

L’isteria fin dal IV secolo A.C. era associata al’ utero femminile , il cui spostamento provocava comportamenti inspiegabili, più avanti si pensava fosse la privazione sessuale la causa; in ogni caso questo si protrasse per 4000 anni fino a che nel 1895 Sigmund Freud scrisse un saggio in cui definiva l’isteria una malattia psichica più che fisica e che era legata a eventi sessuali traumatici vissuti nell’infanzia e rimossi. E’ l’alba della psicanalisi, i pazienti vengono curati con la terapia delle parole. Questo “metodo pericoloso”viene usato anche dal dottor Carl Gustav Jung ( Michael Fassbender), seguace di Freud e delle sue teorie. Giovane e brillante medico, , all’inizio del novecento , nella sua clinica di Zurigo si trova a dover curare una giovane donna, Sabina Spielrein ( Keira Knightley), affetta seriamente da isteria. [+]

[+] lascia un commento a gabriella »
d'accordo?
great steven lunedì 27 luglio 2015
esemplare documento di cinema d'autore europeo. Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

A DANGEROUS METHOD (CAN/GB/GERM/SVIZZ, 2011) diretto da DAVID CRONENBERG. Interpretato da MICHAEL FASSBENDER, VIGGO MORTENSEN, KEIRA KNIGHTLEY, VINCENT CASSEL, SARAH GADON, KATHARINA PALM, CHRISTIAN SERRITIELLO
La storia copre un arco di tempo che va dal 1905 al 1912, ed è interamente ambientata nell’Europa continentale, soprattutto nella Svizzera della belle époque dove nasce il rapporto triangolare fra tre personalità alla ricerca di un’identità sociale, professionale e morale: il fondatore della psicoanalisi Sigmund Freud, il giovane medico-psicologo Carl Gustav Jung e l’aspirante psichiatra Sabina Spielrein, dapprima sofferente di una grave nevrosi e poi seriamente impegnata negli studi universitari. [+]

[+] lascia un commento a great steven »
d'accordo?
floyd80 sabato 28 marzo 2015
brr..che freddo... Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
0%

 Freddo, noioso e con una Knightley che esagera in ogni scena risultando inequivocabilmente comica (ma che faccia fa?). 
L'ora e mezza più lunga della vostra vita.
Passo indietro per Cronenberg.

[+] lascia un commento a floyd80 »
d'accordo?
angelo umana lunedì 16 marzo 2015
ospedali che traboccano Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 Vale la pena riportare le frasi esatte e le parole, almeno della versione italiana, del film A dangerous method, del 2011, che si suppone il regista David Cronenberg e il soggettista-sceneggiatore Christopher Hampton abbiano voluto preparare basandosi su documenti, fatti, citazioni. Qui è quasi lo stesso soggetto di Prendimi l’anima di Roberto Faenza, film del 2003: “quasi” perché mentre il film di Faenza si concentrava esclusivamente sulla passione tra Sabina Spielrein e Carl Jung, lei dapprima paziente del medico poi sua amante, successivamente da laureata collega-psicanalista sia di Jung che di Freud, il film di Cronenberg, più interessante, dice della stessa passione inquadrata nelle teorie psicanalitiche di inizio del secolo scorso, quelle dei due medici precursori, Freud e colui che ne fu prima allievo poi competitore, Jung. [+]

[+] lascia un commento a angelo umana »
d'accordo?
killbillvol2 martedì 3 marzo 2015
opera cronenberghiana doc Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 Perché? Questo si sono chiesti i critici di tutto il mondo e gli spettatori più attenti. Perché David Cronenberg, regista famoso per suoi temi ricorrenti sempre presenti in ogni sua opera, ha deciso di girare un film sulla psicoanalisi, concentrandosi tra il triangolo Jung, Freud, Spielrein, da una sceneggiatura non scritta da lui e (apparentemente) priva di ogni tema cardine del suo cinema? La risposta non esiste in quanto queste domande sono infondate. [+]

[+] lascia un commento a killbillvol2 »
d'accordo?
homer52 mercoledì 14 gennaio 2015
un metodo noioso Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Quando si mette in visione al cinema la psichiatria ci sono sempre degli stereotipi riguardanti il paziente e lo psichiatra che anche questo film non si esime dal rappresentare. Se poi a ciò si somma una specie di pretesa di evidenziare le teorie psicanalitiche adottando per quanto possibile un linguaggio semplicistico, allora si capisce quanto sia macchinoso e perciò noioso, nonché scontato, lo svolgersi di questa storia. Credo perciò che più che un metodo rischioso o pericoloso si sia rappresentato un metodo noioso.

[+] lascia un commento a homer52 »
d'accordo?
ultimoboyscout giovedì 6 marzo 2014
il triangolo maledetto. Valutazione 1 stelle su cinque
75%
No
25%

Jung-Freud-Spielrein in una vicenda realmente accaduta sulla soglia della Prima Guerra Mondiale. Il film racconta della rottura tra i due uomini esplorando i lati più oscuri e ingannevoli dell'animo umano, la vera specialità del regista David Cronenberg. Pellicola raffinata, intensa ma mai convincente, bravissimi Fassbender e Mortensen (al terzo film col regista) manca mordente e un pò di sfacciataggine, quella che Cronenberg ha messo solo per far apparire i suoi due protagonisti maschili come personaggi tutto sommato negativi, con pochi pregi e tantissimi difetti, approcciandosi alla psicanalisi in maniera quasi provocatoria. Viene rappresentato in conflitto di idee tra Jung e il suo mentore Freud, tra le ragioni dell'eros e dell'amore coniugale, ma il film appare poco cronenberghiano, mancano le tipiche progressioni del regista che portano a normalizzare l'assurdo e l'aberante, manca quel gusto per la devianza, Cronenberg sembra stranamente timido e molto rispettoso nel mostrare i traumi, ambientando non solo attori e scene ma anche i dialoghi, parte basilare del film. [+]

[+] lascia un commento a ultimoboyscout »
d'accordo?
fabcr venerdì 27 dicembre 2013
film molto bello e ben girato Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Un ottimo film, girato molto bene  e recitato incredibilmente dalla Knightley che si conferma una splendida (in tutti i sensi) attrice. Mi ha molto colpito la sua interpretazione iniziale del suo personaggio che, man mano, partendo da una situazione di grave malattia mentale, diveniva sempre più lucida e si "umanizzava". Bravo anche l'attore che ha interpretato Carl Gustav Jung, capace in questa pellicola di far trasparire il vero e autentico disagio di un uomo combattuto fra l'istinto e la razionalità della sua mente. Un plauso va anche fatto al direttore della fotografia.

[+] lascia un commento a fabcr »
d'accordo?
jacopo b98 domenica 29 settembre 2013
melodramma alla cronenberg su una rivalità storica Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%

 1904, Zurigo. La giovane Sabina Spielrein (1885-1942, Knightley) è internata in una clinica psichiatrica dove è presa in cura dal dottor Carl Jung (1875-1961, Fassbender). Tra i due il rapporto diventa sempre più stretto finché si trasforma in erotico e questo mette in dubbio le certezze psicoanalitiche di Jung, ispirate dal maestro Sigmund Freud (1856-1939, Mortensen). Il rapporto tra Jung e Freud andrà quindi deteriorandosi: il primo avrà il coraggio di oltrepassare i confini solidi e già esplorati della psicoanalisi, il secondo, pur di non rovinarsi la reputazione, preferirà rimanere in “territori esplorati”. Sabina intanto guarirà dalla sua pazzia e diventerà la prima donna psicoanalista. [+]

[+] lascia un commento a jacopo b98 »
d'accordo?
nick simon giovedì 11 luglio 2013
occasione sprecata, un vero peccato Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Cronenberg getta clamorosamente al vento una ghiottissima opportunità, non riuscendo a conferire toni adeguati a quello che poteva e doveva essere un ritratto intimo e diretto, in perfetto equilibrio tra il dramma storico-sentimentale e la trattazione etico-scientifica. Il soggetto è pressoché inedito sul grande schermo, richiede la giusta calibrazione ma è potenzialmente interessante per una grossa fetta di pubblico. La storia, infatti, ben si presta alla rappresentazione cinematografica, soprattutto se l'intenzione è quella di scoprire, indagare e far riflettere, piuttosto che narrare con precisione documentaristica le storie dei personaggi (cosa, quest'ultima, che comunque non avviene). [+]

[+] lascia un commento a nick simon »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 »
A Dangerous Method | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Golden Globes (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 | 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 100 | 101 | 102 | 103 | 104 | 105 | 106 | 107 | 108 | 109 | 110 | 111 | 112 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità