Anno Zero

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblicon.d.
La storia è ambientata nell'epoca in cui la Giudea era oppressa dai Romani e vessata da continue richieste di tributi.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Trailer
primo piano
La speranza di Sartre nella ferita dell'Aquila
Andreina Sirena     * * * 1/2 -
Locandina Anno Zero

Un villaggio della Giudea, Bethaur, è vessato dal continuo aumento delle imposte da parte del governo di Roma nell'anno della nascita di Cristo. Il suo capo Bariona reagisce alla politica oppressiva del governo romano con una decisione estrema. Per non pagare più le imposte propone il suicidio del paese, la sua dissolvenza attraverso l'infecondità. Risoluto e desideroso di rivolta, schernisce il pellegrinaggio popolare verso la stalla di Betlemme. Al contrario, matura l'intenzione di uccidere il Messia di cui tutti parlano, temendo che sia un ulteriore impostore venuto a prolungare la schiavitù della Giudea. Ma da qui il protagonista attraverserà una lenta notte dello spirito.
Anno Zero è la versione cinematografica di un testo teatrale di Sartre, "Bariona ou le fils du tonnerre" concepito durante la prigionia del filosofo nel campo di concentramento di Treviri. Sconosciuto alla maggioranza laica, il testo di Sartre venne elaborato su consiglio di alcuni cattolici prigionieri nel campo ed è senz'altro uno dei migliori testi mai scritti sulla natività. Ci sono in nuce tanti elementi che diverranno fondanti nell'elaborazione dell'esistenzialismo: l'uomo come potenzialità qualsiasi, l'essere umano obbligato alla libertà, incapace di affidarsi ad altro da sé e la vita svuotata di un senso necessario.
Eppure nella tragedia della guerra e della detenzione Sartre si era posto la questione drammatica di un senso lasciando convergere la speranza con l'evento cristiano. Se il filosofo nel testo si proponeva esplicitamente di realizzare l'unione tra Cristiani e non credenti, la versione cinematografica di Milo Vallone nel paesaggio terremotato, mira ad offrire una risposta profonda alla disperazione umana. Il film è stato girato interamente in Abruzzo, in sole sei settimane, nel piccolo comune di San Valentino (Pescara) e nella Basilica di Collemaggio all'Aquila. E' proprio nelle rovine che si sceglie di far rinascere la speranza di Sartre. Nell'Abruzzo ferito al cuore. Nell'anno zero la nascita di Cristo azzera il senso della perdizione, della sconfitta definitiva. La speranza riparte dunque da una vita nuova, nonostante l'iniziale volontà di spezzarne il ciclo.
La semplicità della ripresa e l'assenza di colore contribuiscono ad evidenziare lo spessore del contenuto e l'incisività dei dialoghi affidati ad attori teatrali eccellenti (tra cui spiccano lo stesso Milo Vallone nella parte di Bariona, Edoardo Siravo nel prologo e nell'epilogo e Mario Marchione nell'interpretazione del re magio Baldassarre) in un crescendo poetico di sentimenti dolorosi e riflessioni illuminanti. A testimonianza che la qualità di un film può prescindere dalla consistenza del budget.

Stampa in PDF

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Anno Zero adesso. »
Anno Zero | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Andreina Sirena
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità