Zero in condotta

Acquista su Ibs.it   Dvd Zero in condotta   Blu-Ray Zero in condotta  
Un film di Jean Vigo. Con Jean Dasté, Delphin, Louis De Gonzague-Frik Titolo originale Zéro de conduite. Commedia, Ratings: Kids+16, b/n durata 47 min. - Francia 1933. MYMONETRO Zero in condotta * * * * - valutazione media: 4,38 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,38/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * -
 critican.d.
 pubblico * * * * 1/2
Uno dei più famosi film del filone surrealista nel quale Jean Vigo descrive, con spunti autobiografici, la vita in un collegio di provincia con gli in...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
Piero Di Domenico     * * * * -
Locandina Zero in condotta

Zero in condotta narra la vita di alcuni studenti in un collegio, privati della libertà creativa dell'infanzia e sottomessi alle rigide regole dei sorveglianti adulti 'Bec-de-gaz' e 'Pète-sec'. I sorveglianti sono a proprio agio solo all'interno del collegio, dove tutto è fissato in regole ben precise, mentre per i ragazzi la libertà è fuori. Quattro di loro, dopo essere stati puniti con uno 'zero' in condotta per la loro vivacità, proveranno a ribellarsi, grazie anche all'aiuto del nuovo sorvegliante Huguet, molto più vicino ai propositi giovanili che alla rigidità delle istituzioni. Il culmine dell'incomunicabilità fra adulti e ragazzi si avrà però il giorno della festa del collegio: davanti alle massime autorità sul palco, con in prima fila il governatore e il direttore del collegio, i collegiali in rivolta rovineranno la festa dei notabili, costretti a scappare e rifugiarsi al chiuso, mentre loro volteggiano finalmente liberi. Ogni scena del film sembra evocare un mondo che gli adulti non ricordano più: un volo di piume, uno scambio di cioccolata per firmare un patto, un cadavere magicamente risorto, una guerra di fagioli, una mappa per fuggire, una bandiera per sognare... Massacrato dalla censura dell'epoca, il piccolo poema sulla memoria, di ispirazione autobiografica, dell'allora ventottenne Vigo, costituisce un irriverente apologo sulla contrapposizione tra la rivolta anarchica dell'infanzia e l'ordine borghese del mondo adulto. Un film "maledetto" che ha trovato negli anni successivi numerosi seguaci e imitatori.

Stampa in PDF

* * * * *

Un commovente "inno" all'infanzia

martedì 3 agosto 2010 di il cinefilo

TRAMA:Il film racconta le "peripezie" di un gruppo di giovani dentro un collegio...COMMENTO:Jean Vigo realizza il suo primo film e,fondandosi su una solida base autobiografica,porta sullo schermo e nell'arco di soli 47 minuti un ammirevole "inno" alla gioventù e ai suoi desideri di ribellione contro il mondo adulto e la sua autorità. La storia viene raccontata attraverso l'utilizzo di diversi piccoli "episodi" e in ognuno di essi il continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Zero in condotta adesso. »
Shop

DVD | Zero in condotta

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 18 febbraio 2015

Cover Dvd Zero in condotta A partire da mercoledì 18 febbraio 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Zero in condotta di Jean Vigo con Jean Dasté, Delphin , Louis De Gonzague-Frik. Distribuito da Dynamic Italia - DYNIT. Su internet Zero in condotta (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film Zero in condotta

APPROFONDIMENTI | Forme del cinema educativo in Class Enemy.

Il set in classe

domenica 12 ottobre 2014 - Roy Menarini

Il set in classe Il cinema scolastico rappresenta una delle tipologie che più differenziano l'approccio hollywoodiano da quello europeo. In America, la scuola fa parte di un processo infinito di definizione dell'identità nazionale, nel quale si formano microcosmi già fortemente segnati dalle pratiche sociali. Nei film che analizzano il coraggio dei docenti - da Il seme della violenza a Pensieri pericolosi - lo schema è semplice: un professore dentro una classe disagiata riesce a farsi rispettare dai propri allievi.

   

di François Truffaut

Si sono spesso notati nel racconto di Zéro de conduite dei buchi che vengono spiegati con un piano di lavorazione effettivamente tirannico. Tuttavia credo che si possano spiegare queste grosse ellissi con la febbre di Jean Vigo, la sua fretta di esprimere l’essenziale e anche con quelle particolari condizioni di spirito in cui si trova un cineasta che si vede affidare la sua prima occasione: non ci crede del tutto, è troppo bello. Gira un film, ma si domanda se vedrà la luce. Da spettatore pensava di sapere ciò che va bene e ciò che non va, ma improvvisatosi cineasta è assalito dai dubbi, pensa che ciò che fa è troppo speciale, e arriva persino a domandarsi se il suo film uscirà oppure no. »

di Massimo Magri

In un collegio della provincia francese gli allievi si ribellano ai professori e ai sorveglianti in una lotta che vede contrapposti, fino alla travolgente sarabanda finale, il desiderio anarchico di libertà dei giovani e l’ipocrisia borghese degli adulti. Il primo film a soggetto di Jean Vigo fu presentato alla stampa nell’aprile del 1933 ma fu proibito dalla censura che tolse il veto solo nel 1946, all’in domani della Liberazione. In effetti i ricordi dell’autore, che aveva passato l’infanzia in collegio dove "i sorveglianti lo spiavano, lo torturavano, mentre in realtà egli aveva semplicemente bisogno dell’affetto di un fratello maggiore", venivano organizzati poetica mente in un violento e beffardo atto di accusa contro i decrepiti simboli di una classe dirigente, costretta a difendersi negando la vitalità e la sensibilità dei giovani. »

di Georges Sadoul

In un collegio di provincia, tre convittori (Louis Lefèvre, Coco Goldstein, Gilbert Pruchon) fanno amicizia tra loro, con un nuovo arrivato (G. de Bédarieux) e un sorvegliante (Jean Dasté), ma detestano il direttore (Delphin) e un assistente (Robert Le Flem) Organizzano prima una rivolta nel dormitorio, poi bombardano le personalità, il prefetto (Louis de Gonzague-Frick), il curato (Henri Storck), ecc. durante una cerimonia. Vigo presentò il film come avrebbe presentato un figlio: "Non è più la mia infanzia, il mio ricordo non ci si ritrova. »

Zero in condotta | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | il cinefilo
Approfondimenti
il set in classe
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 30 settembre
Gli spostati
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
giovedì 27 agosto
Dopo il matrimonio
mercoledì 26 agosto
Qua la zampa 2 - Un amico è per se...
giovedì 6 agosto
Last Christmas
Georgetown
Queen & Slim
mercoledì 5 agosto
Alice e il sindaco
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità