Un re a New York

Un film di Charles Chaplin. Con Charles Chaplin, Dawn Addams, Phil Brown, Michael Chaplin, Oliver Johnston.
continua»
Titolo originale A King in New York. Commedia, Ratings: Kids+13, b/n durata 105 min. - Gran Bretagna 1957. MYMONETRO Un re a New York * * * 1/2 - valutazione media: 3,63 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,63/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
Charles Chaplin Dawn Addams
Dawn Addams (86 anni) 21 Settembre 1930 Interpreta Anna Kay
Phil Brown
Phil Brown (100 anni) 30 Aprile 1916 Interpreta Il preside
Michael Chaplin
Michael Chaplin (70 anni) 7 Marzo 1946 Interpreta Rupert Macabee
Oliver Johnston
Oliver Johnston   Interpreta L'ambasciatore Jaume
Maxime Audley
   
   
   
Un re europeo deposto sceglie gli Stati Uniti per la garanzia di libertà che questo paese offre. Ma l'aggressività della polizia, la violenza diffusa, la pubblicità battente, la commissione per le attività antiamericane lo disgustano.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
    * * * * -

Un re europeo deposto sceglie gli Stati Uniti per la garanzia di libertà che questo paese offre. Ma l'aggressività della polizia, la violenza diffusa, la pubblicità battente, la commissione per le attività antiamericane lo disgustano. Famosa la sequenza dell'incontro con il giovane fanatico estremista, interpretato dal figlio di Chaplin, Michael. Un film che venne un po' maltrattato alla sua uscita, ma che il tempo ha rivalutato. Chaplin si vendicò dell'America, che lo aveva praticamente costretto a scappare negli anni della caccia alle streghe proclamata dal senatore McCarthy.

Premi e nomination Un re a New York MYmovies
Sei d'accordo con questa recensione?


Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
67%
No
33%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Critica ai media,al consumismo,alla guerra fredda

sabato 3 aprile 2010 di Luca Scialò

Un Sovrano di uno stato europeo, Re Shahdow, viene destituito da una rivoluzione popolare e fugge in aereo negli Stati Uniti, patria democratica e libera, dove egli cerca pace e riparo. Ma giunto lì ben presto farà i conti con una società caotica, dedita al consumismo e alla futilità, sarà preda dei media e della pubblicità, infine anche di una Commissione d'inchiesta anti-comunista. Conoscerà prima una ragazza, Anna Kay, carina e gentile con continua »

* * * - -

Chaplin è sempre chaplin (grande!)

giovedì 25 novembre 2010 di Renato C.

E' il quarto film parlato di Chaplin, ed il terzo in cui non interpreta Charlot (ne "Il grande dittatore" il barbiere ebreo era il classico Charlot!) ed il primo girato in Europa dopo aver lasciato gli Stati Uniti a causa del maccartismo, la "caccia alle streghe" promossa dal senatore Joseph McCarthy sulle attività antiamericane durante la "guerra fredda". E questo film è proprio una satira contro il maccartimo! Chaplin fa una denuncia contro tutte continua »

Il piccolo Michael Chaplin al re in esilio Charles Chaplin parlando del Paese della Libertà
Gli animali lo hanno il passaporto?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Il piccolo Michael Chaplin al re in esilio Charles Chaplin parlando del Paese della Libertà
Gli animali lo hanno il passaporto?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

di Jean-Luc Godard

E quale migliore omaggio rendere a un artista di cinema, nel mezzo di questo ventesimo secolo, che citare queste parole di Rossellini dopo la visione di Un re a New York: È il film di un uomo libero!. Da Il cinema è il cinema, Garzanti, Milano 1971 »

di François Truffaut

D’accordo: Charlot non ci fa più ridere. Ma i critici, al contrario, non finiscono di divertirmi! Ciò che è più comico nel loro resoconto, come in tutti quelli negativi su A king in New York, sono le allusioni alla debolezza della sceneggiatura. Sarebbe come rimproverare al Nuovo Testamento di essere privo di suspense. Non è a caso che cito il Nuovo Testamento: il re Shahdow, monarca spodestato, arriva a New York dopo esser riuscito a salvare la pelle e i fondi della tesoreria reale. L’indomani apprende che il suo primo ministro ha tagliato la corda con tutto il malloppo. »

di Allen Ginsberg

Un re a New York è grande film, — scommetto che ci vorranno circa 10 anni prima che esso sembri buffo in prospettiva. Circa ogni due anni noi sognamo, nel nostro sonno ti incontriamo. Perché non vai ancora avanti & fai un altro film & fotti tutti. Da Filmculture n. 40, primavera 1966 »

di Alberto Abruzzese

Un re destituito e in esilio, Shadow (“Ombra”), si rifugia negli Stati Uniti, trovandosi alle prese con una giornalista televisiva, un terribile bambino-scienziato-mostro, gli agenti di pubblicità, gli obblighi dì un automatico carnet mondano e la Commissione per le attività antiamericane. lnfine, seccato ed irato, se ne ritorna in Europa. Un re a New York non fu accolto con particolare piacere dal pubblico, né da una parte della critica che gli rimproverò d’essere un film stancò, dopo che in Luci della ribalta il grande comico aveva dato la summa della sua arte. »

Un re a New York | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | luca scialò
  2° | renato c.
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità