La belle époque

Un film di Nicolas Bedos. Con Daniel Auteuil, Guillaume Canet, Doria Tillier, Fanny Ardant, Pierre Arditi.
continua»
Titolo originale La belle époque. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 110 min. - Francia 2019. - I Wonder Pictures uscita giovedì 7 novembre 2019. MYMONETRO La belle époque * * * 1/2 - valutazione media: 3,57 su 26 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Il primo amore a volte ritorna. Ed è un gioiello

di Marco Consoli Il Venerdì di Repubblica

«Una sera cenavo con un amico più vecchio e lui si lamentava di questa epoca terribile, con tutte le sue innovazioni tecnologiche, e così mentre parlava mi è venuta in mente questa immagine: un uomo, arrabbiato con se stesso per non essere stato in grado di tenere il passo con una società che è cambiata troppo velocemente, si chiude in una stanza e immagina di tornare al passato, quando era giovane e tutto gli sembrava meraviglioso». Nicolas Bedos, 39 anni, attore che già aveva esordito alla regia con l'intrigante Un amore sopra le righe, ci spiega al festival di Cannes cosa lo ha spinto a scrivere e dirigere La belle époque, in uscita il 7 novembre dopo l'anteprima italiana alla Festa del cinema di Roma. Il tizio cui pensava Bedos nella sua sceneggiatura è diventato Victor (Daniel Auteuil), un fumettista in crisi che, sbattuto fuori di casa dalla moglie (Fanny Ardant), accetta un regalo dal figlio (Michael Cohen): partecipare alla rappresentazione organizzata da Antoine (Guillame Canet), che permette a ricchi clienti di vivere in un giorno della Storia a propria scelta, grazie all'utilizzo di attori, costumi e arredi utili a mettere in scena ora una cena alla corte di Marie Antoniette, ora una bevuta con Hemingway, ora una riunione con Hitler. Victor però decide di rivisitare il giorno in cui, ventenne a Lione negli anni 70, ha conosciuto in un bar sua moglie, anche se nel bel mezzo della finzione inizierà a mescolare i ricordi amorosi con sentimenti nuovi per l'attrice che la interpreta (Doria Tillier), a sua volta intrappolata dietro le quinte in una relazione tira-e-molla con Antoine. Il film è un piccolo gioiello psicanalitico e meta-cinematografico che ha entusiasmato critica e pubblico grazie a una sceneggiatura in grado di mescolare realtà e rappresentazione per far riflettere sulla vita come narrazione e reinvenzione di sé e delle proprie relazioni. Bedos racconta tutto come un gioco in cui si riflette sulla nostalgia, l'innamoramento, l'arte del racconto, la finzione e la recitazione, i mestieri del cinema, affidandosi a un cast di attori eccellenti cui sono affidati dialoghi in cui l'effetto comico nasce sovente dal cinismo. «Questo umorismo che nasce dal disprezzo è quanto mi ha impedito di essere melodrammatico», spiega Bedos, «nonostante anche io come Lelouch, che cito nel film perché mi ha molto aiutato al mio debutto, sia innamorato dell'amore e desiderassi fare un film che non ha paura di parlare di sentimenti». Nel continuo andirivieni tra presente e passato, ambienti reali e studi di posa, il film rivela il suo carattere francese nell'arguzia dialettica ma sembra una pellicola americana per l'inventiva dell'intreccio. «A me piacciono modelli di cinema molto diversi tra loro», ammette Bedos «e sono fiero di aver tentato in questo film di mescolare stili che sono considerati opposti: da una parte un cinema più intellettuale ed europeo, fatto di dialoghi, come i film di Sautet, Truffaut ed Ettore Scola, e uno più americano e spettacolare come quello quello realizzato da Zemeckis e Spielberg».
Da Il Venerdì di Repubblica, 25 ottobre 2019


di Marco Consoli, 25 ottobre 2019

Sei d'accordo con la recensione di Marco Consoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Richiedi la data del prossimo passaggio in tv del film La belle époque.
(Riceverai le informazioni pochi giorni prima del passaggio in tv. Il servizio è gratuito)

inserisci qui la tua email
La belle époque | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 |
Link esterni
Uscita nelle sale
giovedì 7 novembre 2019
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 78 sale cinematografiche:
Showtime
  2 | Campania
  4 | Emilia Romagna
  1 | Friuli Venezia Giulia
14 | Lazio
  2 | Liguria
10 | Lombardia
  7 | Piemonte
  8 | Puglia
  5 | Sardegna
  7 | Sicilia
10 | Toscana
  2 | Umbria
  2 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità