Vista Mare

Film 2017 | Drammatico +13 85 min.

Regia di Andrea Castoldi. Un film con Arturo Di Tullio, Pietro Sarubbi, Lorenza Pisano, Toni Pandolfo, Alberto Agnoletto. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 2017, durata 85 minuti. Uscita cinema venerdì 3 febbraio 2017 distribuito da CF-Film. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,75 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Vista Mare tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Italia 2020. La regione Puglia è diventata una frontiera militarizzata, una linea di confine da non oltrepassare e al collasso a causa delle migliaia di italianiche in pochi mesi l'hanno invasa.

Consigliato sì!
2,75/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Un film professionalmente corretto e dallo sguardo compassionevole su un'umanità dolente.
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 16 gennaio 2017
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 16 gennaio 2017

Stilitano, dopo una detenzione per traffico di immigrati clandestini, esce dal carcere e scopre che il mondo fuori è profondamente cambiato. L'Italia è al tracollo e chi può cerca di raggiungere la Puglia per imbarcarsi verso l'Albania, luogo in cui ricominciare da capo. Anche Stilitano decide di lasciare Milano per dirigersi al Sud.
Andrea Castoldi, dopo Ti si legge in faccia del 2014, torna ad affrontare le tematiche del sociale che più lo interessano. È un viaggio della speranza alla rovescia quello che il suo protagonista decide di affrontare. Non più barconi di disperati che raggiungono le nostre coste ma connazionali, altrettanto provati dalla vita, che cercano un futuro su quelle coste che solo decenni prima videro navi mercantili sovraccariche di albanesi che vedevano nell'Italia il Paese del Bengodi.
Stilitano è un piccolo uomo senza qualità (tranne una: sa fare bene la pizza) a cui la vita sembra scorrere addosso senza lasciare tracce sensibili. Fino a quando incontra un gruppo di giovani uomini e donne a Foresta Umbra e coglie in loro qualcosa che può riaccendere una speranza. Lo sguardo di Castoldi è compassionevole (nel senso non retorico del termine) nei confronti di questa umanità dolente ma il film ha il problema di procedere come il suo protagonista, cioè senza picchi di intensità, appiattendosi in un succedersi di situazioni a cui manca la forza dell'indignazione o l'ironia del disincanto.
Non c'è nulla di particolarmente negativo in questo film professionalmente corretto ma neanche qualcosa che focalizzi l'attenzione o richieda una partecipazione attiva da parte dello spettatore. Stilitano è un protagonista al cui agire lo spettatore non viene invitato (forse per scelta dell'autore) a partecipare. Lo si guarda da fuori. A teatro una volta si diceva che ci sono attori che non passano la ribalta. La vicenda di dell'ex detenuto non passa (o non vuole passare) lo schermo finendo con il lasciare ad altri personaggi l'unico lampo di emozione.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 17 maggio 2017
Barbyrosemarie

 Il film di Andrea Castoldi presenta a mio parere due filoni interessanti : Primo, quello del protagonista distaccato, cinico, edonista, con una sessualità autoreferenziale, che avvia un percorso di redenzione, causa eventi e vede tramutare il male in bene, i soldi sporchi in investimenti puliti, il rapporto, come “cosa così”, in una paternità, la continuità [...] Vai alla recensione »

martedì 21 febbraio 2017
enrico danelli

Non è un film sull'immigrazione in Italia ma un film sull'emigrazione dall'Italia. Questo il film racconta in toni senz'altro caricaturali. Un significato politico del film sul tema spinoso degli sbarchi in Italia va escluso. Peraltro il genere commedia in cui inserisce il film, mal si adatterebbe alla tragedia degli sbarchi. Il film è la continuazione ideale del precedente [...] Vai alla recensione »

lunedì 15 maggio 2017
Barbyrosemarie

  Il film di Andrea Castoldi presenta due filoni interessanti: Primo, quello del protagonista distaccato, cinico, edonista, con una sessualità autoreferenziale, che avvia un percorso di redenzione, causa eventi e vede tramutare il male in bene, i soldi sporchi in investimenti puliti, il rapporto, come “cosa così”, in una paternità, la continuità e il [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati