Treno di notte per Lisbona

Acquista su Ibs.it   Dvd Treno di notte per Lisbona   Blu-Ray Treno di notte per Lisbona  
Un film di Bille August. Con Jeremy Irons, Mélanie Laurent, Jack Huston, Martina Gedeck, Tom Courtenay.
continua»
Titolo originale Night Train To Lisbon. Drammatico, durata 111 min. - Svizzera, Portogallo, Germania 2013. - Archibald Enterprise Film uscita giovedì 18 aprile 2013. MYMONETRO Treno di notte per Lisbona * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 35 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
onufrio martedì 6 novembre 2018
alla scoperta di amadeu de prado Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

La quotidianità del Professor Raimund viene interrotta dal tentato suicidio di una ragazza che il professore salverà e che porterà con lei a scuola. La donna poco dopo si allontana, lasciando in aula un cappotto. Raimund, incuriosito, segue la donna, all'interno del cappotto vi trova un libro, scritto da un medico portoghese di nome Amadeu de Prado, all'interno di questo libro c'è anche un biglietto del treno per Lisbona. Il professore, colpito immediatamente dal testo, molla la routine e si getta all'avventura, alla ricerca di questo scrittore portoghese.

[+] lascia un commento a onufrio »
d'accordo?
totybottalla mercoledì 22 marzo 2017
film dalla visione impegnativa! Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Basato sul romanzo di Pascal Mercier il film di Bille August è un lavoro che non ha pretese ruffiane e non cerca compiacimenti popolari, al contrario, sembra selezionare un pubblico rilassato e che non ha fretta di sbirciare l'ultima pagina, il racconto affidato alla casuale intraprendenza del prof. Gregorius assume le sembianze d'unavventura necessaria che diventa poetica nei versi di Amadeu, il discorso in chiesa che tanto indigna fa riflettere, il film dalle argomentazioni complicate e per certi versi angoscianti mette in scena i vecchi sentimenti del genere umano causa di gioie e dolori, arrivi e partenze come un treno che ti porta altrove! Saluti.

[+] lascia un commento a totybottalla »
d'accordo?
ashtray_bliss martedì 29 dicembre 2015
incompleto ritratto di una generazione sofferta. Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Un titolo accativante quanto intrigante, il treno che da sempre è simbolo di nostalgia e romanticismo, un libro il fascino del quale è sempre intramontabile e irrinunciabile, la revoluciòn, i garofani, la Lisbona decadente e romantica che fa da sfondo e un ottimo cast di attori, quasi tutti conosciuti, amati ed affermati. Non possiamo che ammettere che le premesse per questo film erano ottime, le aspettative altissime, e se a tutto quanto detto in precedenza sommiamo il fatto che c'è un bestseller internazionale ha fare da spina dorsale al film dovevamo essere davanti ad un capolavoro annunciato.
Purtroppo invece ci ritroviamo davanti ad un prodotto mediocre, che non riesce mai a penetrare nella mente e nel cuore dello spettatore, non riesce a fargli vivere quelle emozioni che racconta e di cui il protagonista principale, Raymund Gregorious, è cosi disperatamente assetato. [+]

[+] lascia un commento a ashtray_bliss »
d'accordo?
kondor17 sabato 21 febbraio 2015
oops Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

... è la prima volta che non esprimo votazione. Lo ammetto, dopo un ora e un quarto, sono andato a leggere e ho spento la tv. Ne avevo le balle piene. Incipit, intreccio, vari deux ex machina mal mascherati da incidenti scatenanti - e tutto nei primi 10 minuti - oltre a un inebetito Jeremy Irons, che io adoro, che camminava come se avesse un pitone vivo nei pantaloni rigorosamente in velluto a coste a zampa.di cavalo che cadevano sulle famose ciabattone in cuoio nero da prof di mate. Quando poi è andato a trovare, su sto cassone di treno per Lisbona, l'autore portoghese di cui credo ho già rimosso il nome, e invece del defunto trova la sorella che lo pensa vivo - l'incontro con una Charlotte rampling, che non adoro, ma una volta mi piaceva di più,  ai vertici minimi assoluti devo dedurre che il regista non è riuscito a trarre un bel niente da un cast del genere e con una sceneggiatura quasi grottesca da quanto scontata e mal resa. [+]

[+] lascia un commento a kondor17 »
d'accordo?
achab50 sabato 21 febbraio 2015
il solco che divide il critico dallo spettator Valutazione 4 stelle su cinque
86%
No
14%

Ve la sentireste di vivere cibandovi di solo caviale? Il critico cinematografico si, ed è per questo che inevitabilmente in tutte le occasioni ci spiega i motivi perchè ogni film non è un capolavoro. Invece lo spettatore non pretende di vedere solo capolavori, ma alle volte si lascia incantare dal profumo, da una vetrina colorata, da un rumore evocativo. Ora immaginiamo di mettere nel cesto Lisbona, la rivoluzione portoghese, una (bella) ragazza misteriosa, ed una affascintantissima Charlotte Rampling che con grande intelligenza ha rinunciato alla falsa seduzione dei lifting ed è stata premiata dal tempo col raffinarsi del suo sguardo liquido ed inquietante.. [+]

[+] lascia un commento a achab50 »
d'accordo?
enzo70 domenica 4 maggio 2014
un viaggio riuscito a metà Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Un anziano professore svizzero che poco si aspetta dalla vita che gli salva una giovane donna che si sta lanciando da un ponte a Berna. La salva e del suo gesto gli rimane un libretto, alcune riflessioni di un giovane portoghese scritto qualche anno prima della rivoluzione di aprile. In maniera inconsapevole il professor Gregorius si imbarca su un treno, di notte, per Lisbona, alla ricerca della storia dell’autore del libro. Un modo per rivivere da dentro la rivoluzione dei colonnelli, attraverso le vite di tre giovani portoghesi e del loro amore condiviso per la stessa donna. La violenza del regime di Salazar si sovrappone ai sogni di libertà dei protagonisti, sullo sfondo la splendida città di Lisbona, sintesi di cultura e storia, di sogni e drammi, costante del popolo portoghese. [+]

[+] lascia un commento a enzo70 »
d'accordo?
rita branca domenica 4 maggio 2014
“il coraggio della svolta” di rita branca Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

  Treno di notte per Lisbona  (2013 ) film di Bille August con Jeremy Irons, Mélanie Laurent, Jack Huston, Martina Gedeck, Bruno Ganz, Christopher Lee, Lena Olin, Charlotte Rampling, Tom Courtneay, Marco D’Almeida, August Diel ed altri
 
Una bella fotografia e un ritmo lento caratterizzano questo film, ispirato al romanzo omonimo di Pascal Mercier,  ambientato solo in minima parte in Svizzera  e per il resto a Lisbona, dove il protagonista, Raimund Gregorius, un maturo professore di lettere classiche, ben  interpretato da Jeremy Irons, si reca per pura casualità, dopo che in un giorno piovoso e ventoso, mentre attraversa un ponte nella sua patria, avvista la figura di una giovane donna, arrampicata sulla ringhiera, che sta per spiccare un salto nell’acqua sottostante con evidenti intenti suicidi e la blocca. [+]

[+] lascia un commento a rita branca »
d'accordo?
francesco2 sabato 12 aprile 2014
august è questo.......non chiedamogli di più Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Il regista di "Con le migliori intenzioni"(Appunto) e di "La casa degli spiriti" (Doppio "Appunto") insegue , con questo film, la coproduzione internazionale; e traspone un'opera letteraria, attirandosi, pare, le perplessità di buona parte della critica. Però: se certe frasi messe in bocca al cast internazionale appaiono pompose ed un pò vuote, il film ricostruisce benino le contraddizioni di un certo momento storico, forse simili a quelle presenti nella vita del protagonista, che non a caso fugge -Senza neanche una valigia dietro!- attratto da un libro preso ad un'aspirante suicida.
Se nel bellissimo "Amore molesto" la protagonista "viaggiava" nella sua Napoli per ricostruire un mistero della sua vita, e ritrovare sé stessa. [+]

[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
marcobrenni mercoledì 13 novembre 2013
un film troppo pretenzioso 2 Valutazione 0 stelle su cinque
50%
No
50%

Purtroppo avete pubblicato solo la mia correzione di luogo, ma non la mia pregressa  recensione del film . Quindi la ripropongo per la pubblicazione: 

Sono certo che Pascal Mercier, l' autore franco-svizzero del romanzo "The Night-train to Lissabon" si è ispirato al film di Silvio Soldini di ca 10 anni fa, cioè  "Pane e Tulipani", che ebbe un certo successo,  anche perchè metteva in rilievo i sogni segreti di molte  casalinghe frustrate: cioè, abbandonare tutto quanto il noioso e piovoso nord (sempre svizzero) per una nuova vita con un nuovo focoso amante in una città mediterranea: Venezia! ( e ti pareva. [+]

[+] lascia un commento a marcobrenni »
d'accordo?
marcobrenni sabato 9 novembre 2013
un film pretenzioso (correzione) Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

Devo correggere nel commento testè inviato  il mio riferimento al film "Pane e tulipani " di Silvio Soldini del 2004: la città non era Lisbona ma Venezia. La sostanza non cambia - sempre di città mediterranea da sogno romantico si tratta (per i tedeschi soprattutto). Non potendo copiare proprio anche Venezia, stavolta hanno scelto Lisbona.
Marco Brenni

[+] lascia un commento a marcobrenni »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Treno di notte per Lisbona | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | renato volpone
  2° | emme elle santi
  3° | mericol
  4° | flyanto
  5° | luigi chierico
  6° | muttley72
  7° | achab50
  8° | ashtray_bliss
  9° | totybottalla
10° | enzo70
11° | marcobrenni
12° | rita branca
13° | pensierocivile
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 18 aprile 2013
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità