Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo   Dvd Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo   Blu-Ray Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo  
Un film di Terry Gilliam. Con Heath Ledger, Johnny Depp, Colin Farrell, Jude Law, Christopher Plummer.
continua»
Titolo originale The Imaginarium of Doctor Parnassus. Fantastico, Ratings: Kids+13, durata 122 min. - Francia, Canada 2009. - Moviemax uscita venerdì 23 ottobre 2009. MYMONETRO Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo * * * - - valutazione media: 3,14 su 172 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
weach domenica 6 marzo 2011
la metafora del male Valutazione 4 stelle su cinque
89%
No
11%

Parnassus l’uomo che voleva ingannare il diavolo.
Per la regia di Terry Gilliam , anche sceneggiatore unitamente a Charles McKeown.
Il film fu girato interamente fra Londra e Vancouver.
La compagnia “the  imaginarium “ del dott. Parnassus promette al suo pubblico , “accattato” per le strade  ,uno spettacolo unico attraverso uno specchi magico.
Ma quale è il potere del dott. Parnassus?Un potere  di fare magie in cambio  di un un patto con il diavolo Mr. Nick.
 Il maligno offre magie speciali in "baratto"  dell’anima  della giovane Valentina  ,  figlia di Parnassus  (Lily cole ) al compimento del 16°  anno. [+]

[+] lascia un commento a weach »
d'accordo?
underskin_sevilla lunedì 26 ottobre 2009
riflessi e riflessioni nel teatro di terry gilliam Valutazione 4 stelle su cinque
61%
No
39%

Terry Gilliam ha portato sullo schermo, per la prima volta nella storia del cinema, uno specchio. Ma qui non si tratta di quello che contende la scena agli attori sul palco improvvisato del dottor Parnassus. E’ lo schermo stesso ad assumere le sembianze di uno specchio: su di esso si riflette l’atrofizzata facoltà immaginativa di un pubblico disorientato al cospetto del costante divenire. E’ un viaggio iniziatico in cui lo spettatore si scopre, a seconda dei casi, logico intransigente o terreno fertile per la poesia. L’iniziazione consiste essenzialmente nel lasciarsi ingannare dalle continue sostituzioni che avvengono sulla scena, lasciando da parte ogni pretesa di rigore logico-narrativo. [+]

[+] giudizio alla fantozzi (di warrior180)
[+] a proposito dello specchio... (di brunus10480)
[+] per brunus10480 (di underskin_sevilla)
[+] per brunus10480 (di francesca72)
[+] .. (di serry87)
[+] per francesca72 (di brunus10480)
[+] chiedo scusa a brunus10480 (di francesca72)
[+] per francesca 72 (di brunus10480)
[+] brunus10480. pace fatta! (di francesca72)
[+] per warrior180 (di peter parker)
[+] una serata persa (di michelmovie)
[+] mamma mia... (di ginopino)
[+] penoso (di g@bbo)
[+] ok ma il contenuto esitenzale è centrale (di weach)
[+] complimenti (di weach)
[+] lascia un commento a underskin_sevilla »
d'accordo?
slowfilm.splinder.com martedì 3 novembre 2009
il caos di gilliam, fra narrazione e dannazione. Valutazione 3 stelle su cinque
56%
No
44%

Credo sia impossibile trovare della logica o una regola dietro la carriera artistica del troppo umano Terry Gilliam, evidentemente guidata dagli eventi, prima di tutto, e poi dagli umori, dall’ispirazione e dal caso. C’è chi prova a limitare l'influenza di questi fattori, mentre il cinema dell’ex Python è sempre una sorpresa dadaista, sempre giocato sulla confusione estetica e narrativa, e dalla confusione può emergere qualcosa di appena piacevole, oppure delle opere particolari e memorabili, significative forse al di là delle proprie intenzioni. The Imaginarium of Doctor Parnassus, lo dico con dolore, non rientra in questo secondo gruppo. È un film che aderisce perfettamente alle scelte caotiche del regista, dove si ritrovano atmosfere e immagini che richiamano I Banditi del Tempo, nel vagare cencioso dei personaggi, il Re Pescatore, nell’inserimento all’interno del contesto contemporaneo di eroi e idee favolistici e antichi, Il Barone di Münchausen, nel dare spazio a scene apertamente irreali, fino alle prime animazioni coi Monty Python, per le quali è stato probabilmente coniato il termine “grottesco”. [+]

[+] la forza di avere le proprie idee (di weach)
[+] lascia un commento a slowfilm.splinder.com »
d'accordo?
cassandra85 mercoledì 22 settembre 2010
teatralmente gilliam Valutazione 4 stelle su cinque
63%
No
37%

Il carro di Tespi approda al cinema con "Parnassus", l'ultima magia di Terry Gilliam. Un condensato e saputo rimando alla generazione delle compagnie di giro. La storia di un malfattore, affabulatore, venditore di sogni che dietro i suoi lustrini nasconde una presenza oscura. Il regista-capocomico Gilliam tira fuori dai bauli uno specchio, la cui presenza è un azzardo al teatro, come al cinema inteso a lungo "specchio dell'inconscio". Lungi dall'essere semplicisticamente un blockbuster, Parnassus è un manifesto ideologico, dove è possibile leggere a chiare lettere cos'è il cinema e chi è il regista per Terry Gilliam. Così "controllare e guidare l'immaginazione degli altri" concerne il Dott. Parnassus quanto il regista e lo specchio magico, come il telo cinematografico, consente agli spettatori l'ingresso in un mondo dove l'immaginazione non conosce limiti. [+]

[+] respettabile la tu recensione anche approriata (di weach)
[+] complimenti la per le idee e lo stile (di weach)
[+] lascia un commento a cassandra85 »
d'accordo?
carmine antonello villani lunedì 9 novembre 2009
fantasia a go go, film criptico e discontinuo Valutazione 3 stelle su cinque
56%
No
44%

Dono dell’immortalità per un vecchio che ha fatto un patto con il diavolo: il prezzo concordato è una figlia promessa al poco luciferino Tom Waits che si diverte a fare scommesse ad ogni piè sospinto. D’altra parte le regole del gioco non si possono cambiare, i patti scellerati devono essere osservati anche se la posta in gioco non è solo l’anima del disgraziato. Il regista Terry Gilliam firma sceneggiatura e regia di questo film visionario che disorienta persino i più volenterosi, il mondo onirico sospeso tra realtà ed immaginazione diventa un divertissement dai contorni sfuggenti. Criptico il moderno Faust che irretisce i passanti con la promessa dei desideri esauditi, la porta per la felicità ha un fascino irresistibile ma può persino diventare lo specchio di oscure ambizioni. [+]

[+] lascia un commento a carmine antonello villani »
d'accordo?
paolo bisi domenica 25 ottobre 2009
un buon film in onore del grande heath ledger Valutazione 3 stelle su cinque
53%
No
47%

In un'epoca imprecisata e lontana il monaco Parnassus strinse un'accordo col diavolo: fare qualche scommessa con lui in cambio del desiderio più grande, quello della vita eterna. Arrivato fino ai nostri giorni il dottor Parnassus, per un nuovo accordo col demonio, sarà costretto a vedere partire per sempre la figlia Valentina, nel giorno in cui compirà 16 anni. La grande paura di perderla lo spingerà ad ingannare con tutte le sue forze il nemico che da secoli lo tormenta. Ultimo film della carriera decennale di Gilliam, è prima di tutto un'opera portata a termine per dare omaggio al grande attore australiano, che ci ha lasciato troppo presto, a soli 28 anni. Il film è tutto incentrato sulla sua immagine, sul suo ricordo. [+]

[+] in onore?? (di luana)
[+] a luana (di serry87)
[+] lascia un commento a paolo bisi »
d'accordo?
teo '93 martedì 15 giugno 2010
un carrozzone ricolmo di visionarietà e fantasia Valutazione 3 stelle su cinque
70%
No
30%

Siamo nella Londra dei giorni nostri. Impresario teatrale di una carovana composta da un nano, un giullare e sua figlia Valentina, il dottor Parnassus nasconde un terribile segreto: migliaia di anni prima riuscì a vincere una scommessa con Mr. Nick, il diavolo in persona, grazie alla quale ottenne la vita eterna. Ormai millenario e pentito della sua scelta, si innamora perdutamente di una giovane donna e per riuscire a conquistarla chiede a Mr. Nick di ritornare giovane come una volta; in cambio promette di cedergli l’anima di sua figlia il giorno stesso in cui questa compirà sedici anni. Allo scoccare del suo compleanno, ora, Valentina è in serio pericolo. La comparsa di un giovane smemorato, Tony, consentirà a Parnassus di risolvere l’arcano. [+]

[+] lascia un commento a teo '93 »
d'accordo?
fra diavolo lunedì 16 novembre 2009
l'immagine o la storia? Valutazione 4 stelle su cinque
55%
No
45%

Se il cinema si è sempre diviso tra immagine e storia, come eterno polo dialettico e di scontro, Gilliam traccia un bilancio. E per farlo parte dalla povertà delle storie e da una ricchezza ancora inesplorata dell'immagine. Personalmente trovo di un fascino unico la scelta di Gilliam, vera e propria dichiarazione di poetica, di rifarsi a un filone che è sempre rimasto minoritario in un mondo come quello anglosassone, ma che è da considerarsi l'origine del cinema. L'atto del guardare, la visione, ipnotica e onirica, diremmo magica, sono da subito in primo piano in "Parnassus", film che gravita completamente attorno a un carrozzone povero e angusto, l'immagine prima - e qui è il primo tributo al "cinema delle attrazioni", che Gilliam sembra dirci non avere oggi più spazio, esattamente come il microcosmo di Parnassus - in grado di creare mondi fantastici, ancor più magici proprio perché di cartone: ricordiamo ancora i paesaggi del cinema espressionista e surrealista, con l'incertezza del dentro/fuori e la facilità di smarrire ogni logica attraverso questo diaframma che è lo specchio. [+]

[+] ma tu hai mai letto kundera? (di giancojazz)
[+] lascia un commento a fra diavolo »
d'accordo?
gianmarco.diroma mercoledì 5 gennaio 2011
parnassus ovvero terry gilliam Valutazione 3 stelle su cinque
55%
No
45%

Il Dottor Parnassus è a tutti gli effetti un alter ego di Terry Gilliam; lo è perché come l'ex Monty Python nutre un'inossidabile fiducia nei confronti della fantasia e dei benefici che da essa si possono trarre. Lo è perché come l'autore di pellicole originalissime come La leggenda del re pescatore ha una passione sfrenata per le scommesse: solo che mentre Terry Gilliam si è trovato spesso a dover scommettere contro le sue stesse produzioni cinematografiche per poter portare a termine i propri film, il Dottor Parnassus è da sempre in guerra con il Diavolo in persona (Mr. Nick, interpretato da un mefistofelico Tom Waits, il quale a più riprese mima sé stesso in azione su un palco). [+]

[+] lascia un commento a gianmarco.diroma »
d'accordo?
dandy sabato 4 gennaio 2014
gilliam-il regista che dovrebbe equilibrarsi. Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

 Gilliam torna a lavorare a una sceneggiatura originale(cosa che non accadeva dai tempi di "Brazil")costruendo uno dei suoi tipici labirinti fantastici,dove realtà e immaginazione si mescolano senza logica o continuità.Ciò che si cela dietro "l'Imaginarium" è la possibilità di realizzare i propri sogni o desideri,compresi quelli più oscuri.Dove si viene messi di fronte ai vizi della nostra epoca,incarnati nel personaggio di Tony,ricercato per reati finanziari(velata allusione a Blair).Se rispetto a "Tideland" l'insieme è più solido e meno fiacco,la creatività finisce per diventare esorbitante:deformazioni visive,cartoon,immagini digitali e continue svolte action squilibrano la storia e il senso dell'operazione viene offuscato. [+]

[+] lascia un commento a dandy »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (2)
Nastri d'Argento (1)
BAFTA (4)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 3 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità