Step Up 2 - La strada per il successo

Film 2008 | Commedia, +13 98 min.

Titolo originaleStep Up 2 the Streets
Anno2008
GenereCommedia,
ProduzioneUSA
Durata98 minuti
Regia diJon M. Chu
AttoriBriana Evigan, Will Kemp, Cassie Ventura, Adam G. Sevani, Danielle Polanco Christopher Scott, Mari Koda, Janelle Cambridge, Luis Rosado, Harry Shum Jr., LaJon Dantzler, Telisha Show, Black Thomas, Kmel Howell, Jeff 'Rapid' Ogle, Robert Hoffman.
Uscitavenerdì 18 aprile 2008
DistribuzioneMoviemax
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,72 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Jon M. Chu. Un film con Briana Evigan, Will Kemp, Cassie Ventura, Adam G. Sevani, Danielle Polanco. Cast completo Titolo originale: Step Up 2 the Streets. Genere Commedia, - USA, 2008, durata 98 minuti. Uscita cinema venerdì 18 aprile 2008 distribuito da Moviemax. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,72 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Step Up 2 - La strada per il successo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento martedì 11 settembre 2012

Andy e Chase, due giovani molto diversi per mezzi economici e carattere, si innamorano grazie alla comune passione per il ballo. Ma stare al passo di due stili così diversi è dura. In Italia al Box Office Step Up 2 - La strada per il successo ha incassato 3,8 milioni di euro .

Step Up 2 - La strada per il successo è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it e su LaFeltrinelli.it. Compra subito

Powered by  
Consigliato sì!
2,72/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,50
PUBBLICO 3,37
CONSIGLIATO SÌ
Un passo avanti rispetto al film apripista, non vive solo di numeri di ballo ma ha un'energia propria.
Recensione di Marianna Cappi
mercoledì 2 aprile 2008
Recensione di Marianna Cappi
mercoledì 2 aprile 2008

Andy, la nuova arrivata alla Maryland School of the Arts, ha pochi mezzi ma un obiettivo fermo: partecipare a "the Streets", la più importante competizione di ballo hip-hop di Baltimora. Anche Chase, il ragazzo più ricco e concupito dell'istituto, sogna quella gara, per distinguersi dagli altri e sfidare le convenzioni della scuola. Insieme, vanno a caccia di talenti misconosciuti e formano una "crew", all'insaputa di Blake, fratello di Chase e rigido direttore della MSA.
Il soggetto di Step Up 2 sembra costruito sul riflesso del primo capitolo, come se anche la sceneggiatura fosse ricorsa ad uno specchio, elemento chiave della scenografia dei film sul ballo. Nel film diretto da Anne Fletcher, il protagonista era un ragazzo bianco proveniente da un ghetto di neri (Tyler/Channing Tatum), catapultato, per caso e per amore della prima ballerina, nel milieu della scuola d'arte, moderna versione dell'inarrivabile accademia newyorkese di "Fame". Qui, Andie viene dallo stesso quartiere, ha lo stesso viso pallido e la stessa grinta. Proprio grazie all'intercessione di Tyler, anche lei capita nella scuola d'élite e s'imbatte nel primo ballerino, ribelle e insoddisfatto. Se Tyler combatteva per essere ammesso, Andie lotta per non essere estromessa; se il primo portava la break-dance sui palchi dabbene, la seconda porta gli studenti dabbene per le strade buie di periferia. Ma, nonostante lo schematismo del plot, non c'è dubbio che il numero due si situi effettivamente un "passo" avanti rispetto alla pellicola apripista.
La regia passa nelle mani dell'esordiente Jon M.Chu e, se volessimo definire la sequenza d'apertura del film come il suo provino, dovremmo aggiungere che tanto basta per promuoverlo. Come nei migliori esempi del genere, la coreografia si fa scambiare inizialmente per realtà e la realtà si mescola con il palcoscenico virtuale di YouTube, svecchiando all'improvviso un intero universo. Il resto del film, purtroppo, non mantiene le promesse in quanto a stile, ma non mancano un paio di ottime coreografie, dall'assolo di Tyler, in testa, alla coreografia dei 410 (la prima crew di Andie) in coda.
La naturalezza delle interpretazioni di Robert (Chase) Hoffman e Briana (Andie) Evigan, e il simpatico gruppo di macchiette outsider che li affiancano in prospettiva del grande evento di street-dancing, fa sì che il film non viva soltanto dei numeri di ballo, ma abbia un'energia propria, indubbiamente suggerita dalla musica onnipresente e sabotata dalla prevedibilità di un copione che procede ancora una volta sul doppio binario dei due mondi opposti, troppo lontani l'uno dall'altro per non finire in un bacio appassionato.
Narrativamente meno attento alle dinamiche del ghetto e più incline alla commedia, il secondo Step Up, dunque, non è un passo falso, ma nemmeno un'acrobazia.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Con una storia di partenza ben poco diversa da quella del primo - ultima arrivata alla Maryland School of Arts, Andie, e il ragazzo più affascinante e ricco della scuola, Chase, cercano nuovi talenti per vincere la competizione più importante di Baltimora, "The Streets" - e una regia nuova (l'esordiente Chu si guadagna subito la promozione) è una gradevole commedia musicale per adolescenti, con alcune coreografie tutt'altro che spregevoli, 2 protagonisti credibili e disinvolti, un bel gruppetto di personaggi minori, non originali ma simpatici.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
STEP UP 2 - LA STRADA PER IL SUCCESSO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico

DVD

BLU-RAY
€4,50 €8,25
€4,50 -
Powered by  
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 7 ottobre 2010
francescol82

Benchè il titolo sia STEP UP 2 credo non abbia proprio niente a che fare col primo - del quale non è assolutamente il seguito - i personaggi sono tutti nuovi e la storia è fiacca. Il film è poco entusiasmante e abbastanza piatto, solo nell'ultimo quarto d'ora migliora un pò anche se il finale è tanto scontato quanto improbabile. Buone le musiche.

giovedì 26 marzo 2009
ericdraven

bellissimo si balla tutto il tempo

domenica 19 settembre 2010
svitosara

lunedì 18 giugno 2012
trein97

non credo si poteva fare di meglio.certo non centra niente con il primo,ma le coreografie sono fantastiche...la storia non e niente di che ma e davvero un film ottimo. la scelta dei brani e super azzeccata.e un finale del genere si vede in pochi film.

mercoledì 4 gennaio 2012
Aragorn82

Andy e Chase hanno un sogno: partecipare a THE STREETS una competizione di ballo che vede impegnate diverse crew a sfidarsi a colpi di passi di danza, acrobazie e scenografie spettacolari. Ste up 2 segue una linea continua e voluta con il primo film dove alla rivalsa del ghetto aggiunge diversi elementi, come un gruppo di ballerini molto bravi e si parla di una subcultura la crew in ascesa a livello [...] Vai alla recensione »

sabato 9 luglio 2011
BloodyDreadnought

Dio mio, non ho mai visto film peggiori di questo genere... scusate, una trama consistente? una recitazione credibile, un po' di realismo? No, ovviamente, cazzo chiedo a fare...

Frasi
Forse non devi tornare indietro, forse devi semplicemente restare dove sei…
Una frase di Chase Collins (Robert Hoffman)
dal film Step Up 2 - La strada per il successo - a cura di Sonia
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Francesco Alò
Il Messaggero

Basta un attimo e la feroce ballerina di strada Andie (Briana Evigan) finisce nella prestigiosa Maryland School of the Arts di Baltimora. Una tigre in un negozio di cristalleria. Come spiegare agli ex compagni della gang 410 che è rimasta la stessa? Specie dopo aver stretto un sodalizio artistico, e non solo, con lo studente più carismatico di quella scuola d'élite? Dal ballo in classe al ballo come [...] Vai alla recensione »

Silvia Colombo
Film TV

Quando lo schermo diventa palcoscenico. Step Up 2 è il teen movie per eccellenza: prendete una manciata di ragazzini, riuniteli in bande (anzi, in crew!), portateli sulla strada e fateli ballare. Aggiungete una storia d'amore e dosi massicce di slang giovanile. Questa è la storia e non c'è nulla di più. Tra Saranno Famosi e Save the Last Dance il film corre tra un numero di ballo e l'altro, variando [...] Vai alla recensione »

Michael Phillips
The Los Angeles Times

Providing you're not hip-hop- or cliché-averse, see "Step Up 2 the Streets" with the right expectations and you'll be pleasantly surprised. It's just as cornball as "Step Up" (2006), but it's more fun -- more of a full-on dance musical, its plot a mere slip of a thing designed to whisk you to the next excuse for another choreographic and ab-centric display.

Matt Zoller Seitz
The New York Times

“Step Up 2 the Streets” is an earnest sequel to the 2006 cornball musical drama “Step Up,” mixing new characters into the original’s setting, the neighborhoods surrounding the Maryland School of the Arts in Baltimore. Like its predecessor, this follow-up takes place in a gritty neighborhood, has a white lead, posits a universe where racial and class differences are minor obstacles to fun and pretends [...] Vai alla recensione »

Boris Sollazzo
DNews

La rivoluzione parte dal basso. Pardon, dal ballo. Torna il blockbuster per caso che sbancò con Anne Fletcher il box office 2006 con 20 milioni di dollari il primo week-end e una settantina finali. Lanciò Channing Tatum e rivitalizzò un genere che languiva (tranne per l'exploit di Jessica Alba con Honey) da Dirty Dancing. Step up 2 utilizza la stessa ricetta anche se con ingredienti diversi.

Adriano De Carlo
Il Giornale

La giovane Andie arriva a Baltimora e si immerge nel mondo della «street dancing», convinta della sua nuova posizione di coatta, aggregandosi a un gruppo che snobba la danza professionale. Avrà pane per i suoi denti. Amore, emarginazione, ribellismo giovanile, superficialità, equivoci, voglia di emergere, buoni sentimenti, persino una diafana etica morale, musica hip pop e coreografie talvolta travolgenti; [...] Vai alla recensione »

Andrea Martini
Quotidiano Nazionale

Ballo più competizione. Gioventù sfrontata e vincente nel concentrato di vita offerto dalla pista illuminata di un set. Con questo mix, furbescamente aggiornato rispetto al primo film, si è presentato «Step-up 2» e la strada del successo gli si è spalancata davanti. Al grande esito americano di qualche settimana fa ha fatto eco quello straordinario italiano: la pellicola, lanciata dalla Moviemax in [...] Vai alla recensione »

Alessio Guzzano
City

Guidati dal rigoroso (e vendicativo) prof Kevin Spacey, 5 genietti della matematica applicano formule e memoria per cogliere l'attimo in cui il mazzo del black jack è caldo, ovvero è più alta la probabilità di carte alte, per sbancare i casinò del Nevada. In settimana: studio, retta da pagare, mamme a cui mentire, amici sfigatelli da sopportare. Nel week end: suite, sbronze, spese folli, notti febbrili [...] Vai alla recensione »

Boris Sollazzo
Liberazione

«Step up for your right!». Ci perdoni (perché non sappiamo quel che facciamo) Sua Maestà Bob Marley, ma forse quello che molti intellettuali snob non riescono a capire e imparare è che ogni generazione, ogni tempo ha una sua modalità di comunicazione. Se le ultime tragiche elezioni ci hanno detto che non sappiamo parlare ai cosiddetti "giovani", Step up, filmetto commerciale e ingenuotto ci dice che [...] Vai alla recensione »

Kyle Smith
New York Post

Nel primo capitolo (Step up) il mondo di un ballerino di strada si scontrava con quello di una ragazza ricca di una scuola di ballo d'élite di Baltimora. Stavolta la protagonista è una ragazza dei bassifondi che incontra un promettente ballerino dell'elitaria scuola di danza. Una serie di belle coreografie è interrotta da alcune sequenze che hanno l'unico scopo di dare un vago senso alla storia.

Filippo Mazzarella
ViviMilano

Non è un sequel, innanzitutto. Ma chi se ne accorge? Fax del ricalco di una fotocopia di mille succedanei di «Saranno Famosi» (Alan Parker, non il programma della Maria Filippi nazionale), tra corpi ribelli che sognano socio-riscatti e talenti con quel tanto d'inespresso che quando vien fuori vedi. Coreografie e tedio sopra la media. MEDIOCRE ½ - PER AMICI DI SERA Da ViviMilano, aprile 2008

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati