Constantine

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Constantine   Dvd Constantine   Blu-Ray Constantine  
Un film di Francis Lawrence. Con Keanu Reeves, Rachel Weisz, Shia LaBeouf, Djimon Hounsou, Max Baker.
continua»
Azione, durata 121 min. - USA 2004. uscita venerdý 25 febbraio 2005. MYMONETRO Constantine * * * - - valutazione media: 3,00 su 80 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Calderone zeppo di Kitsch e privo di uno scopo. Valutazione 1 stelle su cinque

di Great Steven


Feedback: 67994 | altri commenti e recensioni di Great Steven
domenica 31 maggio 2015

CONSTANTINE (USA, 2004) diretto da FRANCIS LAWRENCE. Interpretato da KEANU REEVES, RACHEL WEISZ, SHIA LABEOUF, DJIMON HOUNSOU, MAX BAKER, PRUITT TAYLOR VINCE, GAVIN ROSSDALE, TILDA SWINTON, PETER STORMARE, LARRY CEDAR, APRIL GRACE
John Constantine, tabagista che ha contratto un tumore ai polmoni in fase terminale, è un esorcista di professione: estirpa demoni spaventosi dai corpi di povere bambine possedute. Ha un socio tassista che lo aspetta fuori da ogni casa in cui effettua i suoi pericolosi esorcismi. Morto una volta per il carcinoma polmonare, è tuttavia tornato alla vita per risolvere un caso particolare e decisamente complesso: la scomparsa di Isabel Dodson, ufficialmente gettatasi da un balcone ma, secondo le testimonianze della sorella gemella Isabel, affascinante poliziotta, qualcuno ha tramato per ammazzarla, e c’è pure riuscito. Numerose sono le discese di John negli inferi per chiarire questo intricato mistero, e ci si mettono di mezzo anche un arcangelo Gabriele che ha voltato faccia preferendo servire il Male e non più il Bene e un Lucifero oncologo e biancovestito che tenta di minare le speranze di sopravvivenza di Constantine. È comunque difficile riassumere o spiegare la trama di questo polpettone horror che mescola almeno una mezza dozzina di sottogeneri senza riuscire a farne prevalere uno come autentica cifra narrativa di un racconto che si regge a malapena in piedi, colpito alla radice da un senso dell’avventura fin troppo viscerale e un gusto sadomasochistico per la rappresentazione del terrore che fuorvia da qualunque sorta di buonsenso e buongusto. Personaggi orrendamente statici popolano le schiere di questo filmaccio i cui unici obiettivi sembrano semplicemente quelli di impressionare un pubblico basito con una raffigurazione di mostri truculenti e posti infernali e di camuffare dietro le apparenze di un giallo-thriller apparentemente ben costruito una caterva di dialoghi surreali e sequenze mozzafiato, ma in sostanza prive della capacità di spaventare e di una genuina diabolicità. Gli attori fanno quel che possono per districarsi in un labirinto di Kitsch e  pessimi effetti speciali che sortiscono il solo effetto di appesantire la proiezione e rendere lo spettatore esausto e infiacchito al termine della stessa: Reeves ci riesce meno degli altri, obbligato da una sceneggiatura che ignora la tensione narrativa a recitare la parte di un povero Cristo che ne passa di tutte i colori per poi soccombere alla sua malattia e non trovare una spiegazione al suo "dono" che gli è risultato più d’intralcio che positivo. Un’isolata nota di merito va a T. Swinton, eccellente come di consueto, il cui arcangelo Gabriele che si brucia le ali nel sottofinale continua ancora ad inquietare, ma non ci sono altre prove attoriali di stampo così apprezzabile che valga la pena di citare. Insomma, pare che gli sceneggiatori abbiano infilato nel computer almeno una cinquantina fra le più bizzarre pellicole cinematografiche incentrate sulla paura e sulla violenza sanguinaria e ne abbiano cavato fuori una vicenda di infima categoria, costituita solo di citazioni e la cui veemenza sembra elementarmente quadruplicata rispetto alle intenzioni originali. In definitiva, è un film che non sa porsi scopi da perseguire con cocciutaggine e la cui testardaggine, appunto, si riscontra nel percorrere una strada, già di per sé tremendamente minata, alla ricerca di un manierismo stilistico che poi non viene mai afferrato né rappresentato con dovizia di particolari né giustizia espressiva. Fortuna che Lawrence saprà in parte rifarsi col successivo Io sono leggenda, senza ombra di dubbio più maturo e comunicativo di questo esecrabile passo falso che assurge al titolo di disastro più o meno sotto ogni punto di vista.

[+] lascia un commento a great steven »
Sei d'accordo con la recensione di Great Steven ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
40%
No
60%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Great Steven :

Vedi tutti i commenti di Great Steven »
Constantine | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Adriano De Carlo
Pubblico (per gradimento)
  1░ | taniamarina
  2░ | daedalus
  3░ | midnightmoonlight
  4░ | inesperto
  5░ | stefano
  6░ | great steven
  7░ | trammina93
  8░ | shiningeyes
  9░ | anonimo
10░ | alex
11░ | il cinefilo
12░ | dolorian gray
13░ | penny.lane1
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Sito italiano
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedý 22 giugno
Cosa sarÓ
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità