I figli della pioggia

Film 2003 | Animazione 86 min.

Titolo originaleLes enfants de la pluie
Anno2003
GenereAnimazione
ProduzioneFrancia
Durata86 minuti
Regia diPhilippe Leclerc
MYmonetro 3,17 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Philippe Leclerc. Un film Titolo originale: Les enfants de la pluie. Genere Animazione - Francia, 2003, durata 86 minuti. - MYmonetro 3,17 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi I figli della pioggia tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

L'animazione francese è mpre più interessante di qualità elevata.

Consigliato sì!
3,17/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA
PUBBLICO 3,33
CONSIGLIATO SÌ
Romeo e Giulietta vestono panni fantastici in un cartoon francese.
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

Due popoli vivono un eterno conflitto. I Pyross fuggono la pioggia e hanno nel sole la loro forza, viceversa fanno gli Hydross. Come novelli Romeo e Giulietta, il guerriero Pyross Skan e Kallisto figlia della pioggia vivono un amore impossibile. L'animazione francese è in netta evoluzione e anche se la lavorazione di base si attua in Corea le idee partono dalla nazione europea. Con l'astuzia di caratterizzare i personaggi dei due popoli anche sul piano fisico e con l'occhio attento al cinema di Miyazaki il regista mostra come sia necessario resistere alle perplessità dei produttori. Che non sempre hanno ragione.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Film di animazione scritto da Philippe Caza, liberamente tratto dal romanzo À l'image du dragon di Serge Brussolo. In un pianeta remoto acqua e fuoco, elementi primordiali dell'universo, vengono divisi e originano una lotta implacabile tra due popoli, i solari Pyross e gli acquatici Hydross. L'amore tra i giovani Skän e Kallisto delle due opposte etnie li riconcilia. Studiato per 20 anni da René Laloux, autore del memorabile Il pianeta selvaggio (1973), che ne aveva scritto un primo adattamento, il progetto è arrivato al regista Leclerc e al disegnatore Caza ( Métal Hurlant ) che con Laloux avevano collaborato per Gandahar (1987), inedito in Italia. Piuttosto rigido come inno alla tolleranza e all'ecologia, con espliciti rimandi simbolici all'attuale modernità malata, è assai piacevole nel suo impianto fantastico-avventuroso di vecchia maniera. Da notare, a livello cromatico, il contrasto tra il mondo Pyross in toni sul giallo-arancione-rosso e verdi-azzurrini per il mondo Hydross cui corrispondono le due città nemiche: la troglodita Orfalaise dei Pyross e Amphibole degli Hydross, una Venezia riveduta da Gaudì in stile liberty. Distribuito da Mikado.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 18 maggio 2013
ReA Dec.Or di O.R. (Brescia)

L'idea nasce in Francia e si realizza in Corea grazie alla ferrea volontà di René Laloux, che sin dal principio crede alle potenzialità del prodotto (PRODUZIONE EUROPEA, DI MOLTO DIFFERENTE DA QUELLE AMERICANE E NIPPONICHE) andando alla ricerca dei finanziamenti necessari per lo sviluppo del lungometraggio il cui soggetto si avvale delle capacità creative del disegnatore [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Fabrizio Liberti
Ciak

L’animazione francese conferma la sua vitalità stornando un altro interessante prodotto, questo I figli della pioggia ispirato a un racconto fantastico di Serge Brussolo e che già negli anni ‘80 René Laloux, celebre per il suo Pianeta selvaggio, aveva tentato di realizzare. La storia combina il fantasy al mitologico al giallo fino al thriller e ricorda le dinamiche descritte da Aida degli alberi di [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Francese, tratto da un bestseller fantastico, concepito e poi abbandonato da René Laloux, celebre animatore francese amico di Roland Topor, coprodotto da un marchio di garanzia francese come Marin Karmitz. Ecco quello che si dice proporsi come la "terza via" del cartoon: né Disney né scuola giapponese. D'altra parte, a farsene distributore in Italia è un marchio altrettanto culturalmente affidabile [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Un disegno animato francese di buona scuola. Il regista è Philippe Leclerc, che ha iniziato la sua carriera nel settore prima sotto la guida di Paul Grimault (Il re e l’uccello), poi sotto quella di René Laloux (Pianeta Selvaggio). Il segno grafico è di Philippe Caza, noto autore di fumetti e illustratore, che ha anche curato la sceneggiatura ispirandosi a un romanzo di Serge Brussolo, scrittore molto [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Ho sempre avuto simpatia per il cinema di Jean-Pierre Rappeneau. Sia quando privilegiava la commedia, con brio ma anche con eleganza (Gli sposi dell’Anno Secondo), sia quando raggiungeva equilibri felici tra l’epica e l’avventura (Cyrano de Bergerac). Oggi, dopo aver esordito con la rievocazione amabile degli anni tra guerra e dopoguerra (L’armata sul sofà), affronta, senza perdere il sorriso e anzi [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati