Audition

Film 1999 | Horror, 111 min.

Regia di Takashi Miike. Un film con Ryo Ishibashi, Eihi Shiina, Tetsu Sawaki, Jun Kunimura, Miyuki Matsuda. Cast completo Titolo originale: Ôdishon. Genere Horror, - Giappone, Corea del sud, 1999, durata 111 minuti. distribuito da Wanted. - MYmonetro 2,94 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Audition tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento giovedì 7 luglio 2022

Takashi Miike, prolifico regista giapponese dalla media di quattro produzioni l'anno, è una mina vagante pronta ad esplodere con violenza pur di comunicare il proprio messaggio.

Consigliato sì!
2,94/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA
PUBBLICO 2,88
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Critica
Premi
Cinema
Trailer
Recensione di Giovanni Idili
Recensione di Giovanni Idili

Takashi Miike, prolifico regista giapponese dalla media di quattro produzioni l'anno, è una mina vagante pronta ad esplodere con violenza pur di comunicare il proprio messaggio. Adattamento di un romanzo di Murakami Ryu, Audition, spesso indicato come capolavoro dell'autore, non fa eccezione rivelandosi un prodotto particolarmente estremo e di difficile catalogazione.
Un produttore cinematografico rimasto vedovo decide, dopo anni di solitudine, di risposarsi. Un suo collega ed amico organizza un'audizione di casting fittizia dove l'uomo, in principio riluttante, incontra una misteriosa giovane di cui si innamorerà follemente: la scelta sfortunamtamente si rivelerà infelice.
Il tema della solitudine non è che una delle molteplici chiavi di lettura possibili. Se la prima parte del film descrive, in uno sfoggio di coralità compositiva, la recondita tristezza di un uomo, la seconda ci sorprende virando verso un'immersione profonda nel lato più nero dell'animo umano. In questo contesto la situazione del protagonista accostata a quella della sua controparte femminile viene radicalmente ridimensionata: la solitudine qui non è che un elemento caratterizzante di una condizione ben più grave. La vittima diviene carnefice in un ciclo che non trova origine se non nella deviazione pura, dove follia, sadismo e perversione si confondono; il tutto senza bisogno di scomodare fantasmi o demoni.
Grotteschi incisi onirici, al saltare dei piani narrativi, spaziali e temporali, riveleranno l'essenza stessa dell'estremo messaggio. Sequenze deliranti portano all'attezione dello spettatore un orrore forzato e avvolgente al quale non è possibile sottrarsi nemmeno distogliendo lo sguardo: "troppo facile non guardare", sembra ammonire soddisfatto l'autore. E' un cinema meno visionario di quanto sembri, che costringe a pensare, a cercare un senso, tramite un viaggio iperbolico attraverso realtà malate e terrificanti. Scorre lento, forse troppo, per poi sfociare in un vorticoso finale. I contenuti pesanti, certo non per tutti gli stomaci, rappresentano allo stesso tempo potenza espressiva e limiti di un'opera che fa genere a sé. Riduttivo e superficiale archiviarlo come semplice "horror".

Sei d'accordo con Giovanni Idili?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Sette anni dopo aver perso la moglie per un cancro, il videoproduttore Aoyama, durante un'audizione cinematografica (finta) organizzata da un amico, per un film inesistente, conosce Asami, danzatrice delicata, modesta, brava. E sexy. Quando il nervoso Aoyama comincia a frequentarla, il racconto si trasforma in un incubo. Scritto da Daisuke Tengan (da un racconto di Ryu Murakami), è il film controverso e raccapricciante che impose al pubblico occidentale il nome di Miike, leggendario per la prolificità (80 film in meno di 20 anni!): "... ci sono cose terrificanti anche nella vita reale, commesse da esseri umani..." (Miike). E non si pone più limiti nel mostrarle: mutilazioni, decapitazioni, una lunga scena di tortura.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 16 febbraio 2017
andrej

Questo film e’ a mio parere un autentico capolavoro e una vera pietra miliare all’interno del suo genere.Si tratta di un insolito e geniale thriller psicologico,costruito,diretto,montato e recitato con sapiente maestria e capace di costruire lentamente e progressivamente un crescendo di tensione che tiene lo spettatore incollato alla poltrona dal primo all’ultimo minuto:un meccanismo di precisione [...] Vai alla recensione »

giovedì 26 ottobre 2017
Francis Metal

Una delle cose peggiori mai viste! Arrivato a metà film mi ero già rotto le scatole, ma ho continuato perché volevo capire perché lo considerassero thriller/horror, diciamo che a un certo punto mi stavo sforzando di trovare elementi di mistero nel film, ma niente, è una cretinata apocalittica, un film moscio e sconnesso, completamente privo di senso.

lunedì 31 marzo 2014
Paolo Salvaro

Due ore di puro cinema,  con l'orrore che non ci viene presentato subito ma un pò alla volta, assaggio dopo assaggio, fino al delirio finale.    E' il primo film che vedo firmato Takeshi Miike e devo dire che il regista giapponese mi ha ben impressionato e ho senz'altro capito perchè è ritenuto un autore estremo e violento, pur nei limiti dello spettacolo [...] Vai alla recensione »

domenica 21 agosto 2011
Viola96

"Audition" è un horror giapponese a basso budget,che il grande Takashi Miike ha realizzato mentre tutto intorno a lui arrivavano ghost stories tipiche del Giappone e dell'Asia tutta.Il film racconta di una ossessione amorosa ridotta allo stremo dell'esistenza pacifica.Molti critici lo hanno accostato a "Misery non deve morire" o "(Ecco)l'impero dei sensi",per [...] Vai alla recensione »

mercoledì 13 aprile 2011
tolfino

L'opera di Takashi Miike di sicuro può definirsi un cult per il genere Horror. Il film racconta dei rapporti tra uomini e donne concentrandosi nello specifico sul tema del maschilismo. La prima parte che appare come una commedia con alla base un dramma esistenziale e possibili risvolti sentimentali scorre molto lenta rischiando di annoiare,ma dopo circa 45 minuti ad iniziare è il [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 ottobre 2011
lukemisonofattotuopadre

Takashi Miike scelte uno stile e atmosfera registica completamente diversi rispetto a il suo capolavoro (per la critica) Ichi the Killer. Qui il ritmo, anche nelle scene più truculente è rarefatto e misurato, e come dargli torto? La tensione è palpabile dall'inizio alla fine e per paradosso non ci sarebbe bisogno di caratteri morbosi o altri contenuti per impressionare: basta proprio l'atmosfera.

domenica 31 maggio 2009
Fluturnenia

Sarà pure un lavoro di fino su più piani narrativi cm dice il benemerito barbagianni, che di certo ha la vista e i sensi + acuti dei miei, e nonostante sia un film davvero malato almeno tanto quanto chi lo ha concepito e partorito nn riesce cmq a lasciare il segno. Alla fine della frolla è solo il resoconto noiosamente e forzatamente ingarbugliato delle malefatte di una pazza squilibrata.

venerdì 13 aprile 2012
4ng3l

Primo non è un horror, è soltanto un confuso disastro le cui scene sono attaccate in maniera ridicola e scandalosamente imbarazzante. Attori terribili e inadeguati come tutti gli asiatici, purtroppo dispiace dirlo io non generalizzo ma è così perchè non è possibile che ogni film orientale che ho visto faccia cagare nonostante ne abbia visti a decine.

sabato 31 ottobre 2009
trick'r treat

lentissimo. troppo. il finale è sconcertante e sconvolgente

mercoledì 13 ottobre 2010
aksel07

Non male questo film, con un primo tempo molto soft ed una seconda parte sconvolgente e perversa. Molto ben costruita la scena del sogno. 

mercoledì 27 novembre 2013
paride86

Davvero uno dei thriller più brutti che io abbia mai visto. Senza né capo né coda, con una sceneggiatura che fa acqua da tutte le parti e una protagonista poco credibile.

lunedì 31 agosto 2009
shining

film malato, protagonista malata, regista malato! è questo il bello di takashi miike!!!

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati