Dolls

Acquista su Ibs.it   Dvd Dolls   Blu-Ray Dolls  
Un film di Takeshi Kitano. Con Miho Kanno, Hidetochi Nishijima, Iatsuya Mihashi, Chieko Matsubara Drammatico, durata 113 min. - Giappone 2002. MYMONETRO Dolls * * * 1/2 - valutazione media: 3,86 su 27 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,86/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * * 1/2
Trailer Dolls
Il film: Dolls
Anno produzione: 2002
Tre storie di desolante malinconia si sfiorano in un Giappone al di fuori dello spazio e del tempo.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Kitano si ispira agli antichi spettacoli di marionette per costruire una metafora sulla vita, la morte e il destino
    * * * - -

Tre storie di desolante malinconia si sfiorano in un Giappone al di fuori dello spazio e del tempo. Matsumoto è un giovane di belle speranze che, pur amando Sawako, è costretto ad abbandonarla da pressioni esterne. Il tentato suicidio della ragazza, che la lascia in uno stato di mutismo e demenza, lo spingerà alla scelta estrema dell'espiazione attraverso un viaggio allucinante in cui ritrovare ciò che entrambi hanno perso o solo dimenticato. Il percorso catartico dei vagabondi legati da una corda, condanna e rifugio, incrocia le vite di altri personaggi che si dibattono, anch'essi marionette, tra le pieghe del destino. Hiro è un boss della Yakuza che, tornato dopo trenta anni nei luoghi della sua giovinezza, scoprirà che la sua amata continua ad aspettarlo. Lei, pur non riconoscendolo, lo sceglierà di nuovo e di nuovo lo perderà. Haruna è una pop star di grande fama, menomata da un incidente automobilistico che l'ha deturpata imponendole il ritiro in un eremo coatto. Solo Nukui, il suo fan più fedele, accecatosi per la disperazione di non vederla più, ha il privilegio di incontrarla per condividere con lei un breve istante di contatto, subito spento dalla tragedia. Le bambole del titolo sono quelle dell'antico teatro giapponese di burattini Bunraku, cui il regista si ispira per tratteggiare, con l'aiuto della vivida fotografia di Katsumi Yanagijima, una metafora sulla vita, la morte e il destino. E come il Bunkaru ispirò il Kabuki, così lo spettacolo delle marionette che introduce la pellicola dà la misura della gestualità minimale dei protagonisti del racconto: molli ed inermi come pupazzi nelle mani di un autore mediato. Tutti si perdono in un percorso senza meta, privati di ogni speranza proprio quando l'oggetto del desiderio appare vicino, condannati alla solitudine di un'anima che sembra già separata dal corpo, resi immortali da un racconto perfetto.

Stampa in PDF

* * * * *

Il film piu bello che abbia mai visto!!!!!!!!!!!!1

giovedì 12 ottobre 2006 di Lupin

Dolls, non è un semplice avvicendarsi di eventi ma è un opera sublime, di simbolismi profondi e di amori traditi… La storia prende spunto dal teatro Bunraku,dal genio classico di chikamatsu (Meido no Hikyaku\Il Corriere per l’inferno) una tragedia sull’impossibilità di un amore tra un uomo e una donna condannati a fuggire dalla vita, insieme ma senza potersi toccare. Sono proprio le Bambole, nella prima parte del film ad introdurci alla storia; declamando”L’onore, la fama e il successo sono continua »

* * * * *

L'amore secondo kitano

venerdì 25 gennaio 2013 di ffgff

Dolls è un film sull'amore come non siamo abituati a vederne. Pochi, pochissimi dialoghi, e mai veramente importanti. La musica in decimo piano, mentre nei "nostri" film romantici è proprio funzionale a strappare la lacrima. Qui è tutto distaccato, elegante. Mai un bacio, mai un "ti amo". Niente. Tre storie d'amore disperate, con emozioni fortissime, mai liberate. I personaggi tengono tutto dentro, non parlano, non si esprimono. O perché non ne hanno il coraggio, o perché non ce n'è bisogno. Ed continua »

* * * * -

Dolls

martedì 28 marzo 2006 di Giuseppe Pastore

Primo episodio. Due ragazzi vivono in simbiosi, legati tra di loro con una corda rossa. Quando lei viene a sapere che lui sta per sposarsi con la figlia del suo capo, impazzisce; lui scappa dal matrimonio per stare con lei, che non lo riconosce più. Vivranno di nuovo legati, fino alla fine. Secondo episodio. Un vecchio boss della yakuza si ricorda che una sua fidanzata di gioventù, che aveva abbandonato, gli aveva giurato che l'avrebbe sempre aspettato. La rincontra nel luogo in cui l'aveva lasciata continua »

* * * * *

Tre storie dannate

venerdì 30 luglio 2010 di Luca Scialò

Tre storie dannate ci vengono introdotte da uno spettacolo di Bankuru (marionette giapponesi): 1) la felice relazione sentimentale di due giovani fidanzati, ad un passo dal matrimonio, è spezzata dalla costrinzione cui va incontro il ragazzo, obbligato per fini professionali e spinto dalla famiglia, a sposare la figlia del suo capo. La sua ragazza, distrutta dal dolore, tenta il suicidio con un'overdose di farmaci; ma anzichè trovare la morte, finirà per perdere la propria continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Dolls adesso. »
Shop

DVD | Dolls

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 6 settembre 2016

Cover Dvd Dolls A partire da martedì 6 settembre 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Dolls di Takeshi Kitano con Miho Kanno, Hidetoshi Nishijima, Iatsuya Mihashi, Chieko Matsubara. Distribuito da CG Entertainment. Su internet Dolls (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Dolls

di Roberto Nepoti La Repubblica

Qualcuno, a Venezia, lo accusava di eccessivo formalismo; la Mostra non lo ha premiato: ma andatelo a vedere, e poi diteci se Dolls non è un capolavoro. L'imputazione di formalismo manca di senso perché la "forma" è, precisamente, il senso del nuovo film di Takeshi Kitano. Rinunciando alle romantiche storie di crimine, yakuza stanchi e violenza ( Hana-bi, Brother), il regista giapponese scrive e dirige un'opera molto più impregnata di cultura del suo Paese rispetto alle precedenti e che, per alcuni versi, ricorDa Sogni del vecchio maestro Kurosawa (in particolare il primo episodio, quello delle bambole nel giardino). »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Takeshi Kitano, il grande narratore giapponese della violenza criminale e del sordido quotidiano, a cinquantaquattro anni cambia. Si rifà alla cultura storica del suo Paese, all´eleganza depurata e raffinata degli abiti-costumi di Yohji Yamamoto. Si rifà al seicentesco teatro Bunraku, una terza forma teatrale accanto al Kabuki e al No, rappresentazione di marionette alte un metro e pesanti 5-20 chili. Si rifà a Chimatsu (1653-1724), autore di drammi soprattutto sulla tragica devozione agli altri (padrone, famiglia, amante) e sul suicidio d´amore. »

di Dario Zonta L'Unità

Se Takeshi Kitano non fosse uno dei più grandi registi del cinema contemporaneo, Dolls sarebbe acclamato come un capolavoro. Essendo Takeshi Kitano uno dei più grandi registi viventi, Dolls è considerato solo un buon film d'autore certo importante, ma pesante e noioso. Schizofrenia del cinema e del suo destino. Come scrivevamo da Venezia, dove il film è stato presentato rastrellando i frutti di una frigida accoglienza, rea di aver tacciato di estetismo l'ultima fatica del maestro giapponese, con Dolls Kitano scrive la sua teogonia, dà vita compiuta e quadratura teorica a un mondo, quello che ha descritto in tanti e tanti film, Da Hana bi a Sonatine, da li silenzio sul mare a Brothers, che solo ora si riesce a cogliere nella sua vera essenza e completezza. »

di Silvio Danese Quotidiano.net

Il titolo ci introduce al senso di stupita fatalità che lo sguardo muto ed eterno delle bambole, haiku dell'umanità, mantiene davanti alle evoluzioni della vita. Quello sguardo è tutto quello che resta quando il mondo tace dopo l'alterna fortuna, i sacrifici e le speranze, l'odio e l'amore, le passioni che s'infrangono tutti contro il Senso. Nella prima scena vediamo due marionette di un teatrino, una vicenda d'amor tragico, che si trasformano nell'effigie di due personaggi, un ragazzo e una ragazza avvinti da una cintura, in cammino senza meta. »

Dolls | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | lupin
  2° | ffgff
  3° | giuseppe pastore
  4° | luca scialò
  5° | ilaria pasqua
  6° | citema
  7° | marcos
  8° | viola96
  9° | mr.619
Rassegna stampa
Silvio Danese
Mauro Gervasini
Link esterni
Sito giapponese
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità